Venerdì 12 Luglio 2024

Grilli mormoni: le caratteristiche, perché si chiamano così e cosa c’entrano i gabbiani

Invasione del Nevada: questi insetti tornano a fare paura. Cos’era successo nel 1842 a Salt Lake City

Un esemplare di grillo mormone

Un esemplare di grillo mormone

Roma, 18 giugno 2023 - Ma che storia hanno i grilli mormoni, insetto originario del Nord America, nei pascoli dove domina l’artemisia, le cavallette ‘dalle lunghe corna’ che hanno invaso un pezzo di Nevada? 

I grilli mormoni e il miracolo dei gabbiani

L’Anabrus simplex, conosciuto anche come grillo mormone, rievoca antiche paure. Nel 1848, riporta l’Enciclopedia Britannica, a Salt Lake City uno stormo di gabbiani salvò i raccolti dei Mormoni dalla completa distruzione da parte dell’insetto.  Un tempo insomma questo insetto era considerato un problema gravissimo nelle Grandi pianure degli Usa. Ma come mai è tornato a invadere le città? Ecco le ipotesi.

Perché sono tornati a invadere l’America?

Secondo gli esperti, le infestazioni possono essere favorite da certe condizioni climatiche, la siccità ad esempio è sicuramente considerato un fattore di rischio.

Grilli mormoni, le caratteristiche

Anche se incapace di volare, il grillo mormone può viaggiare fino a due chilometri al giorno nella fase di sciamatura. Per questo può diventare non solo un parassita che mette a rischio l’agricoltura e anche un pericolo per il traffico. Gli adulti sono lunghi da 28 a 45 mm.

Perché sciamano e cosa c’entra il cannibalismo

Ma cosa mangiano i grilli mormoni? Erbe, insetti ma anche... altri grilli mormoni. Il comportamento cannibalistico, segnalano gli esperti, può essere il risultato di una carenza di proteine ​​e sale. Il comportamento dello sciame può a sua volta essere una strategia per evitare la predazione da parte di altri grilli mormoni.