Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 mag 2022
25 mag 2022

Grano, l'Ue conferma: c'è l'ipotesi scorta militare alle navi nel Mar Nero per l'export

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba: "La Russia deve togliere il blocco, rischiamo una crisi alimentare pluriennale"

25 mag 2022
epa09958645 A combine harvester harvests wheat in a field in the outskirts of Karbala city, southern Iraq, 19 May 2022. The administration of the Shiite holy shrines in the city of Karbala have launched a campaign, to plant thousands of trees and various agricultural crops such as wheat, barley, palm trees, olives, grapes and potatoes in the desert surrounding the city, in order to support the local Iraqi market. The campaign also aims reclamation the vast desert lands around the city in order to represent a benefit in preserving the environment and reducing the effects of desertification and dust storms  EPA/AHMED JALIL  ATTENTION: This Image is part of a PHOTO SET
Un campo di grano (foto Ansa)
epa09958645 A combine harvester harvests wheat in a field in the outskirts of Karbala city, southern Iraq, 19 May 2022. The administration of the Shiite holy shrines in the city of Karbala have launched a campaign, to plant thousands of trees and various agricultural crops such as wheat, barley, palm trees, olives, grapes and potatoes in the desert surrounding the city, in order to support the local Iraqi market. The campaign also aims reclamation the vast desert lands around the city in order to represent a benefit in preserving the environment and reducing the effects of desertification and dust storms  EPA/AHMED JALIL  ATTENTION: This Image is part of a PHOTO SET
Un campo di grano (foto Ansa)

Roma, 25 maggio 2022 - Alla fine, quella che sembrava solo un'indiscrezione, è diventata un'ipotesi a tutti gli effetti sul tavolo: si sta valutando la scorta militare alle navi per l'export del grano ucraino, bloccato dalla guerra. "Sono in corso discussioni su diversi fronti su come aumentare la capacità dell'Ucraina di esportare il grano. E lo stiamo già facendo, via terra attraverso i corridoi con Polonia e Romania e quindi dai loro porti", ha dichiarato il vice presidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, in un intervento a una tavola rotonda al Forum economico di Davos. "Stiamo valutando altre opzioni per arrivare ad altri porti. Ma ovviamente non basta per recuperare nel breve termine le vie di mare", "per questo sono in corso colloqui per creare dei corridoi sicuri, possibilmente anche con l'assistenza militare, per garantire la sicurezza delle navi che attraversano il Mar Nero. Chiaramente sarebbe il modo più veloce per sbloccare l'export di grano", ha detto Dombrovskis.

La crisi del grano del resto spaventa sempre di più. "Questo è solo l'inizio e se permettiamo a Putin di continuare questa follia militare, la crisi diventerà sempre più profonda", ha detto il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, al World Economic Forum. "Se la Russia non toglie il blocco, il grano ucraino marcirà. Se questo problema non viene risolto, gli agricoltori ucraini non semineranno e l'intero ciclo agricolo in Ucraina verrà interrotto. Ciò significherà una crisi alimentare pluriennale".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?