Gigi Wu (foto dal profilo Facebook)
Gigi Wu (foto dal profilo Facebook)

Taiwan, 21 gennaio 2019 - Era conosciuta come "la scalatrice in bikini", una stella sui social. Gigi Wu, la 36enne che ha conquistato gli utenti per la sua passione di scalare le montagne semi nuda, è stata trovata morta congelata a 1.700 metri d'altezza, dopo essere caduta nel corso della sua ultima impresa.  La ragazza aveva scalato alcune delle cime più alte di Taiwan, di dove era originaria. Aveva conquistato un esercito di follower sui social, dove postava scatti in alta quota, vestita solo in costume da bagno. 

L'ultimo anno, Gigi aveva passato 130 giorni scalando, ma tutta la sua esperienza non è servita a salvarla. Lo scorso 11 gennaio, si era avventurata nel Parco nazionale di Yushan per un'arrampicata in solitaria. Come riportano i media taiwanesi, sabato, dopo otto giorni di trekking, la giovane donna è caduta per 20 metri in un burrone. È riuscita a prendere il cellulare e a telefonare a un amico per chiedere aiuto. Ma il tentativo è stato inutile. 

LA MAPPA 

L'elicottero dei soccorsi non è riuscito ad avvicinarsi alla donna a causa del maltempo. Sono stati inviati quindi i vigili del fuoco a piedi, ma al loro arrivo (28 ore dopo che la ragazza aveva lanciato il segnale di soccorso), Gigi Wu era già morta. 

Molti i fan che hanno reso omaggio al loro idolo sui social media: "Riposa in pace - si legge in un post - grazie per aver mostrato al mondo la bellezza di Taiwan".