Berlino, 1 dicembre 2020 - Sono cinque le vittime dell'auto lanciata sulla folla in una zona pedonale di Treviri, in Germania. La polizia ha confermato che ha perso la vita anche un bambino di 9 mesi e una donna di 73 anni. Il sindaco della città, Wolfram Leibe, ha riferito di almeno una decina di feriti, 15 secondo altri media. Il conducente, un 51enne tedesco identificato come Bernd W., riferisce la polizia, è stato arrestato. L'uomo era alla guida della Range Rover grigio scura lanciata nella via dello shopping della città. La poliza di Treviri ha confermato su Twitter: "Abbiamo arrestato una persona e la macchina è stata sequestrata. Secondo i primi accertamenti, due persone sono morte". Secondo la Faz ci sarebbero molte persone "gravemente ferite". Il procuratore capo, Peter Fritzen, nella conferenza stampa di questa sera ha reso noto che il sospetto potrebbe avere problemi psichici ed era ubriaco, escludendo coinvolgimenti o motivazioni politiche. 

Il tweet della polizia tedesca

Su youtube i video dell'arresto del conducente dell'auto pirata. Testimoni hanno raccontato di una vettura, un suv, lanciata 70-80 chilometri l'ora nel centro: "'La gente colpita dalla macchina volava in aria". La folle corsa, secondo alcuni andava a zig-zag, è iniziata dalla Brotstrasse, passando vicino alla piazza del mercato principale lungo la Simeonstrasse, poi è finita dopo la Porta Nigra, il monumento più celebre della città, quando i mezzi della polizia lo hanno affiancato costringendolo a fermarsi.

Gli investigatori se l'uomo arrestato soffrisse di disturbi psichici. Al momento, sottolineano le forze di sicurezza locali, non ci sono prove di motivazioni politiche all'origine dell'attentato. L'uomo non era noto alla polizia come soggetto "pericoloso", e non aveva precedenti. Secondo quanto scrive il sito volksfreund.de, il 51enne abiterebbe nella zona del centro città e frequenterebbe un locale di Kebab, dove sarebbe stato spesso visto ubriaco.   

image

In un primo tempo le autorità di polizia avevano dato l'allarme twittando: "Diversi i feriti investiti da un'auto nella zona pedonale di #Trier. Si prega di evitare la zona, la polizia è sul posto insieme ad altri servizi di emergenza".

Il primo cittadino, Wolfram Leibe, con la stampa ha parlato di "folle attacco omicida". Aggiungendo: "Ho visto immagini dell'orrore. C'era una scarpa da ginnastica per terra, la ragazza a cui apparteneva è morta". Uwe Konz, il direttore della sala stampa della polizia di Treviri ha spiegato ai media: "Non siamo ancora in grado sui moventi di quanto avvenuto, se si tratti di terrorismo e qualcosa di analogo". La governatrice del Land, Malu Dreyer, che si è recata a Treviri, ha confermato che tra le vittime dell'incidente di oggi a Treviri c'è un minore.  

Il ministro dell'Interno del Renania-Palatinato, Roger Lewentz, in conferenza stampa, ha reso noto che il responsabile è stato arrestato appena quattro minuti dopo la richiesta di soccorso. 

Il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, su Twitter ha scritto: "Quello che è successo a Treviri è sconvolgente". E aggiunge: "I nostri pensieri sono con i congiunti delle vittime, con i tanti feriti, e con tutti colori che in questo momento sono sul posto per soccorrere i colpiti".

La stessa cancelliera Merkel, in un messaggio di cordoglio, ha scritto: "Le notizie di Treviri mi rattristano molto. La mia partecipazione ai parenti delle persone che sono state strappate alla vita così all'improvviso e in modo violento. Penso anche a chi ha subito gravi ferite e auguro loro molta forza". 

I vicini del 51enne arrestato: "Solitario e schivo"

Intanto si scoprono particolari sulla vita di Bernd W., l'uomo che oggi ha investito la folla, è descritto dai vicini, scrive Focus online, come un tipo solitario e schivo. Alcuni hanno riferito di atteggiamenti aggressivi. Il 51enne ha vissuto a lungo con i genitori, la madre è morta qualche anno fa, a Zewen, un sobborgo di Treviri. Non è chiaro dove vivesse oggi, né cosa facesse per vivere. Secondo altri vicini stava dalla sorella e uno zio, ma alcuni sostengono che vivesse nel suo suv. Era disoccupato e spesso lo si incontrava ad una bancarella che vendeva kebab, molte volte ubriaco. Sul suo profilo Facebook Bernd W. scriveva della sua solitudine, in post riporta la frase: "Sulla mia lapide scrivete: risparmia le lacrime, dov'eri quando ero vivo?".

Capo Procura: "Era ubriaco"

Bernd W. aveva "assunto una quantità non trascurabile di alcol", ha spiegato il capo della procura locale, Peter Fritzen, in conferenza stampa. L'uomo risponderà di omicidio e lesioni aggravate ai danni di diverse persone. "Non abbiamo alcun indizio per pensare ad un motivo politico, terroristico o religioso", ha sottolineato Fritzen, aggiungendo che il 51enne è alcolizzato e sarà sottoposto a una perizia psichiatrica.

Nella città tedesca di Treviri, Trier in tedesco, è nato Karl Marx, nel 1818. Conta 114 mila abitanti, si trova nella Renania Palatinato, nell'ovest della Germania, vicino al confine con il Lussemburgo.  Fu fondata nel 16 a.C. dall'imperatore romano Augusto, come Augusta Treverorum, dal nome di una tribù celtica. La sua Porta Nigra è la più grande e antica porta romana in Germania, ed è patrimonio Unesco.