Roma, 22 marzo 2021 - Lockdown prorogato fino al 18 aprile. In Germania la cancelliera, Angela Merkel, e i 16 leader delle regioni hanno trovato un accordo per estendere, come largamente previsto, la chiusura generalizzata. E' quanto riferisce la Bild. La decisione è stata presa alla luce della nuova ondata di contagi, che ha investito il paese dove oggi la media è salita a 107,3 contagi ogni 100mila persone. Resteranno dunque chiusi i negozi che non vendono beni di prima necessità e gli hotel. Merkel e i leader regionali si incontreranno nuovamente il 12 di aprile per valutare una eventuale allentamento delle misure.

Non ci saranno eccezioni nemmeno per Pasqua nella limitazione dei contatti, secondo quanto emerge da fonti vicine a diversi partecipanti alla video-conferenza tra la cancelliera e i rappresentanti dei Laender. Prima dell'incontro si parlava di un possibile allentamento delle misure per permettere le visite ai familiari durante le festività pasquali. A inizio marzo governo e Laender avevano deciso che erano possibili incontri privati tra due nuclei familiari per un massimo di 5 adulti, escludendo dal conteggio i bambini sotto i 14 anni. 

Covid, in Gran Bretagna 17 morti: dato più basso da fine settembre

Negozi, bar e ristoranti

Il piano prevede che, se la curva dei contagi dovesse crescere ancora, il Paese dovrà attuare il "freno d'emergenza" deciso al vertice dello scorso 7 marzo, che prevede l'automatico ritorno alle chiusure in quei territori nei quali si torna a superare l'incidenza dei 100 contagi su 100 mila abitanti nei sette giorni. Questo potrà riguardare il ritorno della chiusura dei negozi, dei ristoranti e dei bar nelle aree in cui si erano iniziate prime forme di riapertura.

Vacanze di Pasqua

Tra le proposte del piano una delle più discusse è quella riguardo la visita ai parenti durante le festività di Pasqua. Ma, secondo quanto emerge, si sarebbe fatto un passo indietro: si prevede una limitazione nei contatti e non un regolamento simile a quello attuato anche durante le feste natalizie. Non è ancora chiaro, invece, se sarà possibile andare in ferie: una delle ipotesi è una vacanza "con pochi contatti" da effettuare nel proprio Land. Per quello che riguarda eventuali vacanze all'estero, valgono le regole già esistenti: chi rientra da zone classificate a rischio deve sottoporsi a quarantena.

Scuole e asili

Punto scuole e asili: in caso di incidenza superiore ai 100 contagi su 100 mila abitanti, il piano prevede la chiusura quando non sia possibile sottoporre a tampone studenti, docenti e altro personale almeno due volte la settimana.

Lavoro

Per il lavoro, invece, il governo tedesco raccomanda il ricorso massiccio all'home office e, laddove questo non sia realizzabile, si chiede alle imprese di impegnarsi a realizzare il più alto numero possibile di test anti-Covid.