Elezioni in Germania (Ansa)
Elezioni in Germania (Ansa)

Roma, 9 settembre 2021 - Rischio hacker sulle elezioni in Germania che si terranno il 26 settembre e decideranno chi sarà a succedere ad Angela Merkel. Oggi il procuratore generale federale di Karlsruhe ha aperto un'indagine sugli attacchi hacker nella campagna elettorale tedesca ad opera della Russia. Lo ha confermato un portavoce della procura al giornale Spiegel.

Da mesi il gruppo di hacker russi "Ghostwriter" sta cercando di accedere alle email private dei deputati del Bundestag e del Landestag (la Camera delle regioni). Secondo le ipotesi dietro gli attacchi ci sarebbero le autorità di sicurezza russe e il Gru, i servizi segreti militari russi. In particolare nel mirino degli hacker sono finiti i deputati della coalizione di governo Cdu-Csu e Spd.

La richiesta del governo tedesco alla Russia

Già nei giorni scorsi il governo di Berlino aveva criticato i tentativi degli hacker russi in modo esplicito. "Il governo federale sollecita con forza il governo russo a fermare queste attività informatiche illegali con effetto immediato", aveva detto lunedì scorso una portavoce del ministero degli Esteri a Berlino. La portavoce si era rivolta in modo esplicito contro il gruppo di hacker russi "Ghostwriter". In luglio, del resto, il presidente dei servizi di informazione tedeschi Thomas Haldenwang aveva dato l'allarme sul potenziale coinvolgimento russo nella campagna elettorale tedesca e in particolare sulla possibilità che quest'attività di spionaggio, specie di informazioni personali, avrebbe potuto essere usata nelle ultime settimane prima del voto del 26 settembre per creare fake news contro i candidati alle elezioni.

I sondaggi elettorali

Intanto la campagna elettorale procede in vista del voto del 26 settembre per il rinnovo del parlamento federale, il Bundestag. E, secondo i sondaggi, il blocco conservatore tedesco (di cui fa parte anche la Cdu di Merkel)che  sostiene Armin Laschet è indietro rispetto ai socialdomocratici del candidato cancelliere Olaf Scholz. L'ultimo sondaggio di oggi indica che sono risaliti sopra quota 20% Cdu e Csu: i due partiti dell'Unione - al 21% secondo l'inchiesta Kantar per Focus - restano però dietro alla Spd, che conserva il 25% delle preferenze. Ai Verdi andrebbe il 17%, ai Liberali della Fdp e ad Afd il 12%. Die Linke si fermerebbe al 6%.