13 mag 2022

Gerasimov e la guerra in Ucraina: perché il capo delle forze armate russe è sparito

Il generale on appare più in pubblico. Kiev: "Sospeso da Putin". Cosa dice il Pentagono

Roma, 13 maggio 2022 - Valery Gerasimov, generale e capo di Stato Maggiore delle forze armate russe, il terzo uomo con i codici atomici assieme al presidente Vladimir Putin e al ministro della difesa, Serghei Shoigu.  Che fine ha fatto? Non si vede in pubblico da settimane, non era alla parata della Vittoria in stile minore, il 9 maggio sulla piazza Rossa di Mosca. "Sospeso da Putin", è la versione di Kiev, per bocca di Oleksiy Arestovych, uomo fidato del preseidente Zelensky. Ma il mistero resta.

Approfondisci:

Guerra Ucraina, fonti: il generale russo Gerasimov ferito a Izyum

 

La strage di generali

Nella guerra in Ucraina risultano morti fino ad oggi 12 generali. I media americani hanno rilanciato il ruolo strategico degli 007 Usa, nel fornire a Kiev informazioni determinanti per arrivare allo scopo. Gerasimov, sempre secondo fonti ucraine, inviato da Putin in Donbass a controllare direttamente le operazioni, a fine aprile sarebbe stato ferito.  L’ex ministro dell’Interno ucraino, Arsen Avakov, aveva twittato: “Gerasimov è stato ferito sul territorio dell’Ucraina. Ha una ferita da schegge alla parte inferiore della gamba destra senza frattura ossea”.

Il generale Gerasimov con il presidente Putin e il ministro della Difesa, Shoigu
Il generale Gerasimov con il presidente Putin e il ministro della Difesa, Shoigu

Il 'codice Gerasimov'

Il capo di Stato maggiore è in qualche modo 'tutelato' dai codici di guerra. Come è noto, gli Stati Uniti stanno fornendo all’Ucraina armi e artiglieria. Ma anche molte informazioni di intelligence che rischiano di far irritare o provare Mosca. Proprio per evitare un’escalation della tensione fra le due potenze nucleari, riporta il Washington Post, l’intelligence fornita deve rispettare due divieti. Il primo è non fornire informazioni dettagliate che aiuterebbero Kiev a uccidere figure russe di leadership, quali ad esempio il capo di stato maggiore Gerasimov  o il ministro della Difesa  Shoigu. Il secondo è il divieto di fornire informazioni di intelligence che potrebbero aiutare l’Ucraina ad attaccare target russi fuori dai suoi confini. 

 

Approfondisci:

Parata 9 maggio a Mosca: lo zar Putin vola basso. Ecco perché

Top secret

All'inizio di maggio il Pentagono aveva confermato: "Per diversi giorni la scorsa settimana” il generale Gerasimov, “è stato nel Donbass”. “Non possiamo confermare le notizie secondo cui è stato ferito”,  aveva aggiunto il funzionario.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?