Gabriele Micalizzi, il fotografo italiano ferito in Siria (Ansa/Facebook)
Gabriele Micalizzi, il fotografo italiano ferito in Siria (Ansa/Facebook)

Baghdad, 12 febbraio 2019 - Gabriele Micalizzi, il fotografo italiano rimasto ferito in Siria "ha perso la vista da un occhio". Così riferiscono fonti concordanti in contatto con i familiari di Micalizzi, attualmente ricoverato nell'ospedale militare americano di Baghdad, Iraq.

Il fotoreporter è rimasto ferito ieri sul fronte tra Isis e forze curde nella Siria orientale. Il giovane milanese di 34 anni stava seguendo i combattimenti sulla riva orientale dell'Eufrate quando una scheggia di un razzo Rpg lo ha colpito al volto. Dopo esser stato portato in salvo dal luogo degli scontri, il fotoreporter è stato trasportato nell'ospedale americano di Baghdad.

Intanto la procura di Roma ha aperto un procedimento per attentato con finalità di terrorismo. Il fascicolo è stato assegnato al pm Sergio Colaiocco che ha affidato una delega al Ros dei carabinieri per ricostruire quanto accaduto.