Gabby Petito
Gabby Petito

Roma, 20 settembre 2021 - Tragica svolta nel caso di Gabrielle 'Gabby Petito', la 22enne influencer scomparsa nell'Ovest Usa a fine agosto mentre viaggiava con il fidanzato Brian Laundrie. Domenica resti umani sono stati trovati in una foresta in Wyoming (Usa), il cadavere coincide con la descrizione della giovane. Lo ha detto l'Fbi in un briefing al Grand Teton National Park. Solo l'autopsia, programmata per mercoledì potrà confermare al 100% la morte di Gabby Petito. E cercherà anche di stabilire le cause del decesso.

Aggiornamento: Gabby Petito, svolta nelle ricerche del fidanzato

Gabby Petito è stata uccisa: i risultati dell'autopsia. Mistero sul fidanzato

La blogger era in viaggio in camper con il fidanzato, stavano attraversando diversi Stati dell'Ovest americano. Volevano raccontare la 'van life', la vita nel van. Il primo settembre Laundrie è rientrato a casa senza di lei, l'11 la famiglia di Gabby ne ha denunciato la scomparsa. Da fine agosto non aveva notizie della ragazza. Da quel momento sono scattate le ricerche che potrebbero essersi concluse con l'epilogo che in molti temevano. Il caso ha riempito le cronache a stelle e strisce, appassionando milioni di statunitensi. La blogger di viaggi era seguitissima su Instagram.

Giovedì scorso è spuntato un video in cui si vede la ragazza piangere mentre racconta a un agente di polizia di aver avuto una forte lite con Brian. Che risulta scomparso da giorni, come hanno denunciato i suoi genitori che finora si erano rifiutati di collaborare con le autorità. Di lui non si hanno notizie da martedì, mentre la polizia è stata avvisata solo tre giorni dopo. La famiglia di lei e la polizia premevano perché i Laundrie collaborassero con le indagini. Ma fino a ieri dai genitori di Brian non era giunto nessun aiuto. Gabby Petito è stata vista viva l'ultima volta alla fine di agosto nel Grand Teton National Park, nel Wyoming.