Brian Laundrie e Gabby Petito (Ansa)
Brian Laundrie e Gabby Petito (Ansa)

Washington, 21 ottobre 2021  - L'Fbi ha confermato: i resti umani trovati ieri in Florida sono di Brian Laundrie, il fidanzato di Gabby Petito, la 22enne strangolata il mese scorso in Wyioming. 

Il 23enne era sospettato di essere l'assassino della ragazza, trovata il mese scorso senza vita nella Teton National Forest in Wyoming. 

Gabby Petito è stata strangolata 3-4 settimane prima del ritrovamento

I due fidanzati erano in vacanza e stavano attraversando vari stati Usa. Ma a un certo punto le foto e stories sul profilo Instagram con cui la ragazza documentava il viaggio si sono interrotte. Poi il fidanzato era tornato a casa senza di lei, e senza dire nulla sulla scomparsa di Gabby. Pochi giorni, il tempo di rendersi conto che era il principale sospettato, e anche Laundrie sparì nel nulla.

Gabby Petito è stata uccisa: i risultati dell'autopsia

I resti sono stati trovati durante le ricerche di Laundrie in una zona della Carlton Reserve di North Port che fino a poco tempo fa era sommersa dall'acqua, una palude con serpenti e alligatori. I medici hanno fatto fatica a identificare la vittima, a riguardo è stato fondamentale il contributo della famiglia del ragazzo, che aveva partecipato attivamente alle ricerche. 

Nel posto dove è stato rinvenuto il ragazzo erano stati trovati alcuni suoi oggetti appartenenti, tra cui uno zainetto, un block notes e alcuni vestiti. Vicino anche lo scheletro di un cane. "Le probabilità che si tratti dei resti di Brian sono altissime", aveva commentato l'avvocato della famiglia Laundrie. 

Chi è Gabby Petito: il giallo che ha sconvolto gli Usa

Ora resta da capire se il ragazzo si sia suicidato o se le cause della morte siano altre. Gli investigatori si stanno concentrando sul block notes fortemente deteriorato, ma che si tenta di recuperare nella speranza contenga le risposte sulla morte di Gabby e dello stesso Brian. Si sa comunque che tra i due, prima della scomparsa della ragazza, i rapporti erano tesi, come emerge anche da alcuni video girati durante il viaggio, compreso quello per cui degli agenti li avevano fermati e separati.