Esteri

L'uragano Florence è arrivato sulla costa orientale statunitense, anche se l'occhio del ciclone potrebbe toccare terra solo nel pomeriggio o addirittura domattina. Anche se declassato a categoria 1 prima dell'impatto, l'allerta resta altissima. Infatti secondo gli esperti il declassamento renderà più complessa la situazione in Nord e Sud Carolina, i due Stati dove l'uragano stazionerà per maggior tempo, carico delle sue violente piogge, e dove vivono circa 10 milioni di persone. Resta "una tempesta molto pericolosa", assicurano i meteorologi. Florence avanza con venti superiori a 150 chilometri orari: sono oltre centomila le case al buio, rimaste senza elettricità, mentre migliaia di persone hanno già trovato riparo nei rifugi. A destare ulteriori preoccupazioni, il fatto che sulla traiettoria dell'uragano ci siano 6 centrali nucleari.

Sport Tech Benessere Moda Magazine