Esteri

Gli abitanti delle Hawaii si preparano al peggio per l'arrivo dell'uragano Lane che sta provocando venti tra i 200 e i 250 chilometri orari,  piogge torrenziali, allagamenti e frane in tutta l'isola del Pacifico. L'uragano di categoria 4 su un massimo di 5 della scala Saffir-Simpson avanza velocemente e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato costretto a dichiarare lo stato di emergenza. I media parlano di "onde grandi e distruttive" che si scaglieranno sulle spiagge dell'isola mentre frane e allagamenti hanno già interrotto le principali vie di comunicazione. Il governatore dello Stato David Ige ha invitato gli abitanti a mettersi al riparo nei rifugi o in posti sicuri e a fare scorte di viveri e acqua per almeno due settimane. I negozi sono chiusi e i supermercati completamente svuotati. Si tratta di "una tempesta potente e pericolosa" ha detto il governatore dell'isola, non abituata a fenomeni di questo genere. L'ultimo significativo uragano è stato il devastante Iniki nel 1992 che ha provocato la morte di sei persone e danni per oltre 3 miliardi di dollari. Anche in quella occasione i venti avevano raggiunto la velocità di oltre 200 chilometri orari e anche quell'uragano era di categoria 4, esattamente come quello che ora si sta abbattendo sulle isole Hawaii. 

Sport Tech Benessere Moda Magazine