Giovedì 11 Luglio 2024

Finlandia, Sanna Marin lascia la guida dei socialdemocratici

Il paese ha virato a destra con Petteri Orpo. A pesare economia, debito e tasse, più dello storico ingresso nella Nato

Helsinki, 5 aprile 2023 - La premier della Finlandia uscente Sanna Marin ha annunciato che si dimetterà a settembre da leader del partito socialdemocratico dopo la sconfitta elettorale alle elezioni del 2 aprile. La leader, 37 anni, “è giunta alla conclusione” che non si candiderà “per un altro mandato come leader dell'SDP al prossimo congresso di settembre”.

Sanna Marin (Ansa)
Sanna Marin (Ansa)

La Finlandia, uscita dal voto domenica con la sconfitta della premier socialdemocratica (che ha lavorato duramente per arrivare a questo giorno), ha già compiuto il suo primo atto da membro della Nato: ha ratificato l'adesione della Svezia.

Approfondisci:

Finlandia: chi è Petteri Orpo, il conservatore che ha sconfitto Sanna Marin. La posizione sull’Ucraina

Finlandia: chi è Petteri Orpo, il conservatore che ha sconfitto Sanna Marin. La posizione sull’Ucraina

Ma più dello storico ingresso nella Nato hanno pesato economia, debito e tasse. Ed è contando su questi tre punti che Petteri Orpo è riuscito a battere Sanna Marin. La Finlandia, così, ha salutato una delle leader europee più iconiche degli ultimi anni e ha virato a destra. Hanno vinto i conservatori e liberali di Kokoomus (Kok), che con il 20,8% e i 48 seggi su duecento totali avranno diritto al mandato esplorativo. Con un bivio cruciale all'orizzonte: formare un governo con i Finlandesi, il partito di estrema destra che ha superato la soglia del 20% o proprio con i socialdemocratici di Marin, terzi al 19,9%.