23 gen 2022

Oms: "Dopo Omicron è plausibile la fine della pandemia in Europa"

Lo sostiene il direttore dell'Organizzazione Mondiale per la Sanità nel Vecchio Continente. Sudafrica: da quattro settimane i casi sono in netto calo. Usa, Fauci: "Picco a febbraio", poi diminuiranno "piuttosto bruscamente"

Copenaghen, 23 gennaio 2022 - Secondo l'Oms la variante Omicron potrebbe rappresentare la fase finale della pandemia, almeno in Europa. Per Hans Kluge, direttore dell'Organizzazione Mondiale per la Sanità nel Vecchio Continente, la variante sudafricana a marzo potrebbe aver contagiato il 60% degli europei, avviando così una nuova fase: "È plausibile che la regione si stia avvicinando alla fine della pandemia". Kluge però mette in guardia sulla capacità del virus di mutare.

Zona arancione: cosa cambia da oggi dal Piemonte alla Sicilia. Le regole

Bollettino Covid Italia del 23 gennaio: 138.860 contagi e 227 morti

Stesso avvertimento arriva da Maria van Kerkhove, alto funzionario dell'Oms, alla Bbc: "La variante Omicron del coronavirus non è l'ultimo ceppo di cui sentiremo parlare". Il problema secondo la van Kerkhove è che al mondo ancora troppe persone non sono vaccinate: "Molti Paesi stano uscendo dall'ultima ondata, con un'elevata percentuale di popolazione immunizzata, e stanno entrando in una diversa fase della pandemia. Ma ci sono ancora tre miliardi di persone che aspettano la prima dose del vaccino, è un problema globale e dobbiamo affrontarlo con delle soluzioni globali".  

Viaggi in Ue, nuove regole: addio sistema a semaforo

Covid, l'Irlanda riapre tutto: ecco cosa sta succedendo

Negli Stati Uniti l'infettivologo della Casa Bianca, Anthony Fauci, è "fiducioso al massimo" che la maggior parte degli Stati del Paese raggiungano un picco di casi di Omicron entro metà febbraio. Fauci ha sottolineato che negli Stati dove il picco è stato già raggiunto i casi sono poi diminuiti "piuttosto bruscamente", e ha aggiunto parlando con la co-conduttrice di "This Week" della ABC, Martha Raddatz, "le cose sembra che stiano andando nella giusta direzione in questo momento". Premesso che "non si può mai essere troppo sicuri quando si ha a che fare con questo virus", Fauci ha la speranza che varianti future saranno sotto il livello di controllo. 

Intanto in Sudafrica, Paese che per primo ha sequenziato la variante Omicron, continuano a calare i contagi: nelle ultime 24 ore 3.520 contro i 20 mila giornalieri registrati nella terza settimana di dicembre scorso.  Lo stesso Oms ha confermato la decrescita sudafricana nel numero dei casi nelle ultime quattro settimane, e nonostante i tassi di vaccinazione in Africa siano ancora bassi.

Sos reinfezioni Covid, No vax e medici i più esposti

Zona arancione per Piemonte, Sicilia e altre 2 regioni da lunedì

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?