Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 giu 2022

Facebook, lascia Sheryl Sandberg: numero due di Meta. Zuckerberg: "È la fine di un'era"

Al suo posto di Chief Operating Officer ci sarà Javier Olivan. Il titolo giù a Wall Street

1 giu 2022
epa06999079 COO of Facebook Sheryl Sandberg testifies before a Senate Intelligence Committee hearing on 'foreign influence operations and their use of social media platforms' in the Dirksen Senate Office Building in Washington, DC, USA, 05 September 2018. Lawmakers are expected to ask the top executives what measures they are implementing to protect their online content from Russian propaganda and political censorship. CEO of Alphabet (Google) Larry Page was invited to testify but did not show.  EPA/JIM LO SCALZO
Sheryl Sandberg, numero due di Meta (Ansa)
epa06999079 COO of Facebook Sheryl Sandberg testifies before a Senate Intelligence Committee hearing on 'foreign influence operations and their use of social media platforms' in the Dirksen Senate Office Building in Washington, DC, USA, 05 September 2018. Lawmakers are expected to ask the top executives what measures they are implementing to protect their online content from Russian propaganda and political censorship. CEO of Alphabet (Google) Larry Page was invited to testify but did not show.  EPA/JIM LO SCALZO
Sheryl Sandberg, numero due di Meta (Ansa)

New York, 1 giugno 2022 - Piccola rivoluzione a Meta (Facebook): si è dimessa la numero due, Sheryl Sandberg, Chief Operating Officer della società fondata da Marck Zuckerberg. Un addio subito sottolineato da Wall Street dove il titolo ha perso 3,02%, chiudendo a -2,58%.

Al suo posto Zuckerberg ha chiamato Javier Olivan. Lo stesso di Facebook dal suo social Network ha annunciato il cambio:  "È la fine di un'era. Dopo 14 anni, la mia cara amica e compagna Sheryl Sandberg si dimetterà da COO di Meta. Quando Sheryl si è unita a me nel 2008, avevo solo 23 anni e non sapevo quasi nulla sulla gestione di un'azienda. Avevamo costruito un grande prodotto -- il sito Facebook -- ma non avevamo ancora un'azienda redditizia e stavamo lottando per passare da una piccola startup a una vera organizzazione. Sheryl ha architettato la nostra attività pubblicitaria, ha assunto grandi persone, ha forgiato la nostra cultura manageriale e mi ha insegnato a gestire un'azienda. Ha creato opportunità per milioni di persone in tutto il mondo, e merita il merito per gran parte di ciò che Meta è oggi". 

La Sandberg invece ha scritto du Fb: "Quando ho accettato questo lavoro nel 2008, speravo di stare in questo ruolo per cinque anni. Quattordici anni dopo, è giunto il momento di scrivere il prossimo capitolo della mia vita. Non sono del tutto sicuro di cosa porterà il futuro - ho imparato che nessuno lo è mai. Ma so che includerà concentrarmi di più sulla mia fondazione e sul mio lavoro filantropico, che per me è più importante che mai, visto quanto questo momento sia critico per le donne". Aggiungendo: "Stare al fianco di Mark per questi 14 anni è stato l'onore e il privilegio di una vita. Mark è un vero visionario e un leader premuroso".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?