Roma, 26 agosto 2021 - Almeno 90 morti (secondo i media) e 140 feriti. E' una strage quella provocata dall'attentato all'aeroporto di Kabul a poche ore dall'allerta lanciata dall'intelligence. A colpire cittadini afghani in attesa di prendere un volo per l'Occidente, ma anche soldati Usa (il bilancio aggiornato parla di 13 uccisi e 15 feriti) è stato l'Isis. La rivendicazione dei jihadisti è arrivata attraverso i canali social con tanto di foto di un presunto kamikaze e l'accusa che i "Talebani sono in combutta con gli Usa per far fuggire le spie".

L'Italia torna a casa

L'esperto: "L'Isis vuole indeebolire i talebani"

Così il caos delle operazioni di evacuazione dall'Afghanistan è precipitato nell'orrore e nell'incubo terrorismo. La prima esplosione è avvenuta nel pomeriggio (poco prima delle 16 ora italiana) vicino al Baron Hotel, la seconda presso l'Abbey gate, uno dei cancelli di ingresso controllato dalle truppe Usa e britanniche dove, in quel momento, erano ammassate almeno 5.000 persone in attesa di conoscere il proprio destino. Ad agire - pare - due attentori suicidi, anche se in un primo tempo la seconda sembrava essere stata provocata da un'autobomba. 

"Vi daremo la caccia e ve la faremo pagare", ha ammonito il presidente statunitense Joe Biden in serata, parlando alla nazione. "Non dimenticheremo, non dimenticheremo" - ha detto, scandendo le parole, l'inquilino della casa Bianca. Biden ha annunciato di aver chiesto un piano per colpire l'Isis-K, ritenuta responsabile dell'attacco. "L'America non si farà intimidire", ha assicurato sottolineando che le operazioni di evacuazione continueranno e che l'America è pronta "a inviare altre truppe se sarà necessario".

Isis Khorasan, chi c'è dietro l'attentato all'aeroporto di Kabul

Attentato all'aeroporto di Kabul: i video sui social

​Sommario

Il bilancio dei morti

Dalle ricostruzioni dei media internazionali emerge che sono almeno 90 le vittime delle esplosioni avvenute all'aeroporto di Kabul. I talebani parlano anche di bambini morti. I feriti sono almeno 140, tra loro anche 15 soldati Usa secondo quanto riferisce il Pentagono. Il racconto dei testimoni è agghiacciante: cumuli di cadaveri, brandelli di corpi nel canale ricoperto di sangue. Le immagini e i video circolati sui social media mostrano feriti trasportati a bordo di carriole sgangherate con l'incessante ululato delle ambulanze in sottofondo.

La rivendicazione dell'Isis

L'Isis ha rivendicato l'attacco. Un attentatore, si legge sul canale Telegram dell'agenzia di stampa Amaq collegata all'organizzazione terroristica, "è riuscito a raggiungere un gruppo di traduttori e collaboratori dell'esercito americano al 'Baran Camp' vicino all'aeroporto di Kabul e ha fatto brillare la sua cintura esplosiva tra di loro, uccidendo circa 60 persone e ferendone più di 100, compresi i combattenti talebani". Il kamikaze viene chiamato Abdul Rahman al-Logari.

Un fermo immagine di un video dell'Isis con uno degli attentatori di Kabul (Ansa)

Biden: "Eroi i soldati Usa caduti"

Joe Biden non trattiene le lacrime parlando in diretta alla nazione dei soldati Usa uccisi dagli attacchi, definendoli "eroi morti per una missione altruista". Poi promette: "Non dimenticheremo, vi prenderemo e ve la faremo pagare. E l'America non si farà intimidire, l'evacuazione va avanti e siamo pronti a inviare altre truppe se sarà necessario". Il presidente Usa poi punta il dito contro il suo predecessore Donald Trump. "Sono fondamentalmente responsabile di tutto quello che è successo negli ultimi tempi" - dice - Ma ecco, c'era un accordo precedente... sapete bene quanto me che l'ex presidente ha stretto un accordo con i talebani. E' tempo di andare, è tempo di lasciare questa guerra che dura da venti anni". 

Il Pentagono: "Ci aspettiamo altri attacchi"

"Ci aspettiamo gli attacchi dell'Isis a Kabul continueranno"., ha detto il capo del comando centrale Usa, il generale Kenneth McKenzie, in un intervento con la stampa aal Pentagono poche ore dopo le prime due esplosioni all'aeroporto di Kabul. McKenzie ha confermato che 12 militari americani sono morti ed altri 15 sono rimasti feriti nell'attacco di due kamikaze appartenenti all'Isis a cui è seguita una sparatoria. "La missione di evacuazione dall'aeroporto di Kabul proseguirà e l'Isis non la fermerà" Il generale McKenzie ha inoltre aggiunto che molto probabilmente la 'cooperazione' con i talebani ha permesso di sventare altre simili minacce. 

I talebani candannano l'attentato

I talebani condannano l'attentato e accusano gli Stati Uniti di non aver garantito la sicurezza all'aeroporto di Kabul, un'area che sarebbe stata sotto la loro responsabilità. Lo ha sottolineato il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, in una nota pubblicata su Twitter. "L'Emirato Islamico condanna fermamente l'attentato esplosivo contro i civili all'aeroporto di Kabul, avvenuto in una zona in cui le forze statunitensi sono responsabili della sicurezza", si legge nella nota, "l'Emirato Islamico sta prestando molta attenzione alla sicurezza e alla protezione della sua gente, e le organizzazioni malevole saranno contrastate con forza".

"Nessun italiano coinvolto"

Nessun italiano è stato coinvolto nell'esplosione presso l'aeroporto di Kabul. Secondo quanto si apprende dalla Difesa, la deflagrazione è avvenuta in un'area distante da dove stanno operando i militari italiani per le ultime fasi dell'operazione Aquila per l' evacuazione dei cittadini afghani. E, in serata, tutti gli italiani civili, diplomatici e militari lasceranno il Paese. Tra loro anche il console Tommaso Claudi e l'ambasciatore Stefano Pontecorvo, rappresentante civile della Nato nel paese.

L'ultimo soldato italiano è tornato a casa

Germania e Canada completano l'evacuazione

La Germania e il Canada hanno annunciato di aver completato l'evacuazione dei civili dall'Afghanistan. Gli ultimi aerei tedeschi e canadeie hanno lasciato Kabul. La Francia invece fa sapere che completerà il suo piano entro domani. 

Ancora esplosioni

E, in serata, testimoni hanno raccontato di aver sentito almeno sei o sette nuovi esplosioni. Il portavoce dei Talebani, Zabihullah Mujahid, ha spiegato su Twitter che si è trattato di esplosioni controllate eseguite dalle forze Usa all'interno dell'aeroporto di Kabul, mentre altre fonti sostengono che sono state causate da soldati del governo afghano che non si sono arresi ai Talebani e che hanno deciso di far saltare in aria le loro scorte di munizioni.

La cartina