Austria, Norbert Hofer esulta nel suo quartier generale (Ansa)
Austria, Norbert Hofer esulta nel suo quartier generale (Ansa)

Roma, 24 aprile 2016 - Trionfo dell'estrema destra nel primo turno delle presidenziali in Austria. Secondo le prime proiezioni, Norbert Hofer del Partito della Libertà ha ottenuto il 36,7% dei voti, seguito dal verde Alexander van der Bellen (19.7%) e dal candidato indipendente Irmgard Griss (18.8%). Per quel che riguarda i partiti della coalizione di governo, sia il leader dei socialdemocratici  Rudolf Hundstorfer, che il conservatore Andreas Khol hanno ottenuto l'11,2% dei voti. Per la prima volta nella storia del Paese, i candidati della 'grande coalizione' di governo: il Partito socialdemocratico (Spö) e il Partito popolare (Övp), sono stati esclusi dal secondo turno di voto.

PESA LA CRISI DEI MIGRANTI - Se i dati definitivi dovessero confermare le proiezioni, ci troveremmo di fronte alla fine della formula politica bipartitica che ha garantito il governo dell'Austria dal 1945: Hofer, Van der Bellen e Griss non provengono dalle file socialdemocratiche nè da quelle del Partito del popolo, che, spesso in una grande coalizione, hanno amministrato insieme il paese. A determinare questa rottura sono stati sostanzialmente due temi: l'immigrazione, con Vienna che ha minacciato il ripristino dei controlli alle frontiere e di alzare una barriera al Brennero, e il rapporto tra il nord e il sud dell'Europa. 

REAZIONI - "Sono grato e pieno di umiltà, non mi aspettavo un risultato di questa dimensione", ha commentato Hofer dopo la vittoria al primo turno di voto. Dall'Italia è arrivata immediatamente l'esultanza di Salvini: "Provo immensa gioia per il grande risultato che si sta delineando in Austria per il nostro storico alleato Fpoe". "Quel che mi sconcerta e che mi fa incazzare - ha aggiunto - è il pressapochismo con cui vengono definiti destra xenofoba e razzista dai media. Chiunque chieda libertà, immigrazione controllata e una Europa diversa viene subito marchiato! Il 'politicamente correttò uccide la verità e la realtà". Dalla Francia invece, arrivano le congratulazioni del Front National. "Le mie più sincere congratulazioni ai nostri amici del Fpö per questo magnifico risultato. Bravo al popolo austriaco!", ha twittato Marine Le Pen.

.