Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
12 mag 2022

Draghi: "Putin non è più Golia, trattiamo. Tavolo di pace Usa-Russia"

Nel suo secondo giorno a Washington il premier insiste sui negoziati. "La posizione dell’Europa sta cambiando"

12 mag 2022
antonella coppari
Esteri
featured image
Mario Draghi, 74 anni, con la speaker della Camera Usa, Nancy Pelosi, 82 anni
featured image
Mario Draghi, 74 anni, con la speaker della Camera Usa, Nancy Pelosi, 82 anni

Se qualcuno pensava che Draghi sarebbe andato a Washington a dare a Biden un sostegno incondizionato per una guerra globale, si sbagliava di grosso. La strategia che il premier delinea con il tono di chi parla più a nome della Ue che dell’Italia, quando incontra i giornalisti, è diversa da quella tratteggiata finora dalla Casa Bianca. Lo ammette lui stesso: "Le visioni europee non sono in contrasto con gli Usa, ma stanno cambiando". Ventiquattro ore dopo il colloquio con il presidente americano, super Mario dice con chiarezza che è arrivato il momento di negoziare la pace, naturalmente senza imposizioni altrimenti "si trasformerebbe in un disastro". È mutato il quadro, muta la cornice: "Inizialmente era una guerra in cui si pensava ci fosse un Golia e un Davide, oggi il panorama si è capovolto, non c’è più un Golia. La Russia sul campo non si è dimostrata invincibile". Parte da qui per rilanciare l’idea della trattativa: quando Putin mi disse al telefono che era presto, era in vantaggio – scandisce – ora non lo è più. Urge aprire un tavolo a cui tutti devono sedersi, pure Biden l’unico, par di capire tra le righe, che può spingere Mosca al negoziato. "Siamo tutti tentati di non sederci con Putin al G20, ma significherebbe abbandonare il resto del mondo". A definire i contorni della pace, e dunque a sancire cosa si intende per vittoria, deve essere il presidente ucraino Zelensky. Lo ripete tre volte in conferenza stampa, prima di andare a Capitol Hill per incontrare la speaker della Camera Nancy Pelosi: sicuramente non spetta allo Zar ma – precisazione che piace molto qui da noi – non sono neppure gli Stati Uniti o la Nato a poterlo fare. A disegnarne cioè il perimetro e la durata. Un primo passo per il dialogo potrebbe ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?