Cristiano Ronaldo non sarà incriminato per stupro in Usa (Ansa)
Cristiano Ronaldo non sarà incriminato per stupro in Usa (Ansa)

Washington, 22 luglio 2019 - Non ci sono prove: l'attaccante della Juventus Cristiano Ronaldo non sarà incriminato per stupro dopo che l'ex modella statunitense Katheryn Mayorga l'ha accusato di averla violentata. 
Il calciatore portoghese dunque non dovrà affrontare le accuse per un presunto stupro di 10 anni fa in un hotel a Las Vegas, ha dichiarato il procuratore Steve Wolfson in una nota, sottolineando che "sulla base della revisione delle informazioni presentate, le accuse di abuso sessuale contro Cristiano Ronaldo non possono essere dimostrate oltre ogni ragionevole dubbio", e che dunque "non saranno contestati capi d'accusa al calciatore". Pertanto, è la posizione definitiva, "non ci sarà alcun processo".

Sul caso Cr7 ha sempre sostenuto che il rapporto c'era stato, ma era consensuale.

image

Kathryn Mayorga, che ora ha 35 anni, aveva accusato il cinque volte vincitore del Pallone d'Oro si averla stuprata il 13 giugno 2009 nella sua camera d'albergo a Las Vegas, nonostante avesse rifiutato le sue avances e protetto il suo sesso con le mani. La polizia di Las Vegas nel corso delle indagini aveva chiesto un campione di Dna al giocatore tramite le autorità italiane.