Covid, negli Stati Uniti segnalato il primo caso di secondo contagio su un uomo (Ansa)
Covid, negli Stati Uniti segnalato il primo caso di secondo contagio su un uomo (Ansa)

Roma, 13 ottobre 2020 - Primo caso di ri-contagio da Coronavirus negli Stati Uniti. Un 25enne residente nello stato del Nevada è stato contagiato per la seconda volta dal Covid-19. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista medica Lancet si tratta del primo caso di una persona negli Stati Uniti che per più volte ha contratto il virus. La notizia è importante perché segnala che chi contrae il Covid-19 non diventa automaticamente immune.

image

Coronavirus, il bollettino del 13 ottobre. Dati e tabella

Il 25enne americano, che non aveva problemi di salute o difetti immunitari noti che lo rendessero particolarmente vulnerabile al Covid, ha manifestato i primi sintomi, non troppo gravi, il 25 marzo: mal di gola, tosse, mal di testa, nausea e diarrea. Il 18 aprile è risultato positivo per la prima volta. Il 27 non aveva più sintomi e in entrambi i test svolti il 9 e il 26 maggio è risultato negativo. I sintomi però si sono riaffacciati il 28 maggio. Il 5 giugno risulta nuovamente positivo con gravi sintomi respiratori tali da richiederne il ricovero in ospedale.

Gli scienziati affermano che non può essersi trattato di una recidiva del primo contagio: un confronto dei codici genetici dei virus analizzati nelle due occasioni ha mostrato che erano troppo diversi per essere causati dalla stessa infezione.