Roma, 1 luglio 2021 - La variante Delta continua a preoccupare e il suo tasso di diffusione cresce di giorno in giorno così come del resto prevedono da tempo gli scienziati. E in Europa la curva del contagio Covid disegna parabole diverse a seconda dei Paesi. E oggi l'Oms avverte che in Europa in casi sono in aumento del 10% dopo due mesi di calo e che c'è il rischio di una nuova ondata "se non rimaniamo disciplinati". Mentre l'Ema interviene sulla variante Delta e la vaccinazione. La Uefa interviene sui biglietti, annullandoli, in vista della trasferta dei tifosi inglesi a Roma per la sfida con l'Ucraina, valida per i quarti di finale di Euro 2020.

Covid Italia: il bollettino del 1 luglio

Positivi 2mila tifosi della Scozia

Gran Bretagna, quasi 28mila casi

La variante Delta continua a dilagare in Gran Bretagna: nelle ultime 24 ore sono stati registrati quasi 28mila nuovi casi (27.989, per la precedenza), ma su quasi 1,3 milioni di tamponi. Si tratta del dato di nuovi positivi più alto dopo quello del 29 gennaio scorso. Tuttavia l'effetto dei vaccini (con la somministrazione delle prime iniezioni giunta all'85,2% della popolazione adulta, i richiami al 62,7% e il totale a 78 milioni di dosi) continua a frenare l'impatto sull'incremento dei ricoveri negli ospedali e soprattutto sui morti giornalieri: oggi 22. La Gran Bretagna registra anche un record di casi su base settimanale che sono arrivati ai massimi livelli da metà febbraio: un totale di 79.248 persone sono risultate positive nella settimana chiusasi il 23 giugno, con un aumento del 43% rispetto alla settimana precedente, secondo gli ultimi dati del servizio Test and Trace del sistema sanitario nazionale britannico.

Inghilterra-Ucraina a Roma: stop biglietti

Inoltre crescono i timori per la trasferta dei supporter da oltremanica per l'incontro di calcio Ucraina- Inghilterra previsto per il prossimo 3 luglio allo Stadio Olimpico di Roma. Dopo gli inviti dello stesso governo britannico a non partire (chi arriva da Oltremanica deve passare 5 giorni in quarantena, e non è più possibile), e gli accresciuti controlli in aeroporti e stazioni ferroviarie della Capitale, interviene anche la Uefa con il blocco della vendita dei biglietti, e con annullamento dei tagliandi venduti dal 28 giugno. La proposta allo stop ai ticket è arrivato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che "ha adottato un protocollo connesso al contenimento dell'emergenza pandemica relativo alla partecipazione del pubblico all'evento sportivo", spiega una nota del Dps. 

La nota chiarisce: "E' stata prevista una particolare ticketing policy che prevede il blocco inderogabile della vendita e della trasferibilità dei biglietti entro le ore 21 di oggi e l'annullamento dei tagliandi venduti ai residenti nel Regno Unito a partire dalle ore 00 del 28 giugno". Inoltre nessun biglietto potrà più essere venduto a qualsiasi tifoso a partire da stasera alle 21 e tutti i biglietti venduti ai residenti inglesi a partire da mezzanotte del 28 giugno sono annullati (un tifoso inglese che si presenta con un biglietto con data succesiva alle 00.00 del 28 giugno non potrà entrare all'Olimpico).

L'allarme Oms

L'Oms lancia un allarme. Dopo aver rilevato che in Europa i casi sono in aumento del 10% dopo due mesi di calo, prevede che entro agosto la variante Delta sarà predominante con la conseguenza - dovuta alla mancata vaccinazione completa della popolazione - che il rischio di contagi sarà più alto, anche per il fatto che l'intera area "sarà ancora per lo più priva di restrizioni", "con viaggi e assembramenti in aumento". Secondo l'Oms quindi "ci sono le condizioni per una nuova ondata di ricoveri e decessi prima dell'autunno".

image

Inoltre l'Organizzazione mondiale della sanità lancia l'allarme per il Covid In Africa, che si sta diffondendo a un ritmo da record con la variante Delta: sono sei settimane consecutive che i contagi salgono crescendo di un quarto ogni 7 giorni fino a raggiungere i 202.000 della settimana scorsa e i decessi hanno subito un balzo del 15% in 38 paesi africani. Nel continente africano  solo 1,2% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale. "La velocità e la portata della terza ondata africana non hanno precedenti", ha dichiarato Matshidiso Moeti, direttore regionale dell'Oms per l'Africa.

L'Ema e la variante Delta

L'Agenzia europea per il farmaco (Ema) interviene sulla variante Delta: "I nostri dati mostrano che due dosi dei quattro vaccini approvati proteggono contro la variante Delta, questi dati sono rassicuranti".

Russia, altri 23mila nuovi casi

Chi non sta per nulla bene è la Russia che deve registrare per il terzo giorno consecutivo dati molto pesanti: oggi si segnalano 23.543 casi nelle ultime 24 ore, nuovo massimo dal 17 gennaio che porta il totale dei contagi a 5.538.142. In termini relativi il numero di casi è cresciuto dello 0,4 %. I morti invece sono 672, un nuovo record negativo. Tra le città preoccupa molto San Pietroburgo, città che ospita una partita dei quarti di finale degli Europei di calcio. Ieri erano stati segnalato 1.503 nuovi casi e ben 11 morti. Cifre che non possono preoccupare in vista della partita Svizzera-Spagna in programma domani (venerdì 2 luglio) alle 18.

Israele

Israele ha registrato nelle ultime 24 ore 307 nuovi casi di coronavirus, il numero piu' alto da aprile. Il numero dei casi gravi e' cresciuto di 7 unita' a 29, compresi 17 pazienti attaccati ai ventilatori.

Portogallo: torna il coprifuoco

Da venerdì il Portogallo ripristina il coprifuoco. La decisione è stata presa dal governo per la ripartenza dei contagi Covid provocata dalla variante Delta, ormai la prevalente. "Abbiamo constatato che la settimana scorsa la situazione si è di nuovo deteriorata", ha detto la ministra Mariana Vieira da Silva in una conferenza stampa.