Omicron, allarme anche in Europa (Ansa)
Omicron, allarme anche in Europa (Ansa)

Durban (Sudafrica), 28 dicembre 2021 - Il contagio con la variante Omicron può creare una risposta immunitaria capace di neutralizzare la Delta, e se il nuovo ceppo risultasse meno pericoloso, e prevalente, potrebbe cambiare l'evoluzione del Covid nel mondo. Lo sostiene una ricerca, non ancora sottoposta a revisione paritaria (peer review), del sudafricano Africa Health Research Institute.

Omicron, Pfizer: "In primavera vaccino adattato alla variante"

Secondo il professor Alex Sigal, che ha guidato la ricerca dell'istituto scientifico: "Se Omicron si dimostrasse meno patogeno, allora questo potrebbe dimostrare che il corso della pandemia è cambiato: Omicron prenderà il sopravvento, almeno per ora, e potremmo avere meno disagi nelle nostre vite". 

Il grafico della ricerca del Africa Health Research Institute

La ricerca sudafricana, il Paese che per primo ha isolato l'Omicron, è stata condotta su 15 persone, vaccinate e no, tutte contagiate dalla nuova variante. Quando i ricercatori hanno testato il plasma dei partecipanti con gli anticorpi anche sulla variante Delta (con un test di "neutralizzazuione"), hanno scoperto che gli anticorpi contro il virus aumentavano di oltre quattro volte in un periodo di due settimane. 

Obbligo vaccinale necessario per battere il Covid.

Sigal spiega: "L'aumento della neutralizzazione della variante Delta negli individui infettati da Omicron può comportare una diminuzione della capacità della variante Delta di reinfettare quegli individui".

Lo studio ha anche chiarito che sui malati già vaccinati la risposta immunitaria contro la variante Delta è stata più forte. Inoltre anche il contagio da altre varianti, secondo gli scienziati sudafricani, potrebbe aver stimolato l'immunizzazione contro il Coronavirus.

Quarantena, cosa succede ora. Ipotesi riduzione della durata per chi ha booster

Usa: solo 5 giorni per positivi asintomatici