Roma, 12 gennaio 2021 - E' ormai prossimo a quota 91 milioni il numero dei contagi da Coronavirus nel mondo. I decessi sono quasi 2 milioni. Gli Stati Uniti d'America continuano ad essere il paese con il maggior numero di infezioni (oltre 22 milioni); secondo i dati della Johns Hopkins University nell'ultimo giorno i casi di Covid in territorio americano sono stati 204.652 e 1.731 morti. Si tratta del settimo giorno consecutivo che il dato dei nuovi contagi è sopra la soglia dei 200mila ogni 24 ore.

Coronavirus Italia: il bollettino Covid del 12 gennaio

Vaccino Covid, Astrazeneca chiede autorizzazione all'Ema

Vaccino Moderna: prime dosi arrivate a Iss

Disneyland California diventa centro per vaccinazioni

Il parco Disneyland ad Anaheim, in California, diventa un centro per la distribuzione del vaccino anti-Covid. "Disneyland Resort, che è il più grande datore di lavoro della Contea di Orange, si è proposto di ospitare il primo grande centro di vaccinazione della contea, iniziando così un lavoro enorme per la distribuzione dei vaccini - ha detto il supervisore della contea, Andrew Do - Il parco sarà quindi uno dei cinque centri per la distribuzione dei vaccini della contea, tramite i quali si potranno vaccinare migliaia di cittadini al giorno". Le vaccinazioni a Disneyland dovrebbero iniziare già questa settimana.

Usa: entra solo chi ha test negativo

Il governo degli Stati Uniti richiederà a tutti i passeggeri di compagnie aeree internazionali di presentare il risultato negativo del loro test sul Covid effettuato prima di partire. Lo rende noto il Centers for Disease and Control Prevention che ha annunciato la nuova disposizione che entrarà in vigore il 26 gennaio.

Cina, lockdwon in Hebei

Langfang è entrata in lockdown, diventando la terza città a essere bloccata per il focolaio di Covid-19 nella provincia cinese di Hebei dopo il capoluogo Shijiazhuang e Xingtai, per oltre 22 milioni di abitanti totali. Langfang dista appena mezz'ora di auto da Pechino e conta 5 milioni di persone. Veicoli e persone delle tre città non possono uscire, a meno che non sia necessario. L'Hebei ha segnato un totale di 326 casi di Covid-19 fino a oggi nell'ambito del nuovo focolaio, più 234 asintomatici.

Olanda, lockdown fino al 9 febbraio

L'Olanda estende le restrizioni anti-covid fino al 9 febbraio, ha annunciato il premier Mark Rutte. "Non penso di sorprendervi questa sera, il lockdown è prolungato di tre settimane", ha detto il premier in una conferenza stampa trasmessa in tv. Il lockdown sarebbe dovuto terminare il 19 di gennaio, anche se il numero dei contagi in Olanda  calato del 12% nel corso dell'ultima settimana a 49.398 unità secondo i dati ufficiali. Ma secondo il governo la flessione del numero dei contagi è il primo effetto del lockdown entrato in vigore il 15 di dicembre, e dati Covid sono ancora troppo alti, per permettere un allentamento delle misure di contenimento.   

Germania, lockdown duro fino ad aprile?

Angela Merkel pensa a un lockdown duro in Germania fino ad aprile. La cancelliera tedesca  ha parlato durante una riunione del gruppo parlamentare al Bundestag. "Se non ce la facciamo a fermare questo variante britannica, ci ritroviamo prima di Pasqua un'incidenza di contagio decuplicata. Abbiamo bisogno di otto fino a dieci settimane di misure dure", ha affermato la cancelliera alla Bild. Le attuali misure di restrizioni per contrastare la pandemia sono in vigore fino al 31 gennaio.

La Germania ha registrato nelle ultime 24 ore altri 12.802 casi e 891 decessi legati alla malattia. I dati diffusi dall'Istituto Robert Koch (Rki) mostrano un numero di casi in calo rispetto all'andamento dell'epidemia nelle ultime due settimane, ma quello delle vittime resta molto elevato.

Francia, ipotesi coprifuoco alle 18

L'anticipo del coprifuoco dalle 20 alle 18, operativo in 25 dei 101 dipartimenti in Francia, potrebbe essere allargato all'intero territorio nazionale: è una delle tre ipotesi che saranno mercoledì sul tavolo del Consiglio di Difesa, all'Eliseo, nella prospettiva di arginare la crescita delle cifre della pandemia e far fronte alla variante Gb. Sul tavolo c'è anche l'ipotesi lockdown, ma al momento è la meno probabile, anche perché proprio ieri il primo ministro Jean Castex l'ha escluso per il momento. L'altra ipotesi è un lockdown in base alle regioni, o parziale, per esempio soltanto nei weekend. In ognuno dei casi che saranno presi in esame, le scuole rimarranno comunque aperte. In ogni caso, qualsiasi decisione - anche l'anticipo del coprifuoco alle 18 - potrà essere varata non prima della settimana prossima, dopo aver preso in esame le cifre di questi giorni, ritenuti cruciali per le conseguenze delle festività e l'aumento della presenza delle varianti del Covid sul territorio.

image

Gran Bretagna, morti: secondo peggiore giorno

La Gran Bretagna il secondo bilancio giornaliero peggiore dall'inizio della pandemia: 1.243 morti per Covid-19 (Il peggiore  era stato soltanto venerdì scorso con 1.325 morti). I nuovi casi sono 45.533, in rialzo dai 35.075 di domenica. Intanto dal Daily News si apprende che gli scienziati che fanno parte del Sage (Scientific Advisory Group for Emergencies), l'organismo incaricato di fornire la propria consulenza al governo nella gestione della pandemia ritengono che un metro di distanza non sia sufficiente a garantire la sicurezza personale contro il contagio dal covid e propone di modificare la regola a "oltre due metri", possibilmente almeno 3. Il ministro della Sanità Matt Hancock ha già detto che il governo "non esclude ulteriori misure se necessario". 
Migliaia di cittadini britannici che hanno ricevuto il vaccino contro il coronavirus verrà presto offerto un passaporto sanitario, ha rivelato il Telegraph, spiegando che l'iniziativa verrà lanciata in via sperimentale questo mese. 

Austria, polemica per focolaio tra i maestri di sci

Un cluster individuato in Austria con casi di Covid ha scatenato non poche polemiche: il focolaio è stato riscontrato in un corso per aspiranti maestri di sci composto principalmente da britannici, che nonostante il paese fosse in lockdown e abbia vietato i voli dal Regno Unito per timori della variante inglese del coronavirus erano in Austria. Lo riporta il Guardian. La situazione peggiore di tutta l'Austria sarebbe nella stazione sciistica di Ischgl, nella città di Jochberg, e potrebbe essere originato dalla variante inglese. Critiche perchè è stato consentito un corso di questo tipo nonostante le restrizioni e la chiusura di tutte le scuole.

Vaccino Astrazeneca in Ue

"Dopo il via libera su AstrAzeneca" per la commercializzazione del suo vaccino anti-Covid nell'Ue, "speriamo che la casa farmaceutica faccia le prime consegne due settimane dopo l'autorizzazione, proseguendo con due consegne al mese. Ma questo è tutto in divenire e deve essere discusso con gli Stati membri", così la direttrice generale del dipartimento Salute e sicurezza alimentare della Commissione Ue, Sandra Gallina, ha dichiarato nel suo intervento al Parlamento europeo.

La stessa Gallina ha poi confermato che la Commissione europea "non richiede obbligatorietà vaccino perché non la ritiene un'impostazione giustificata. Saranno gli Stati membri a decidere". Gallina ha anche detto che "la consegna delle dosi di vaccini sarà più ricca a partire da aprile. Nel secondo trimestre arriveranno molte dosi. Nel primo trimestre non sono tutte quelle che avremmo voluto, ma sono quelle che abbiamo negoziato".

Israele, 2 milioni di vaccinati

L'insegnante Etty Shemesh ad Ashdod potra il numero dei vaccinati in Israele a quota 2 milioni di persone immunizzate con la prima dose anticovid. Il Jerusalem Post ha raccontato l'evento della vaccinazione della maestra, a cui hanno partecipato il premier Benyamin Netanyahu e il ministro della sanità Yuli Edelstein. Il premier ha detto che se tutto andrà come previsto Israeele riaprirà la sua economia a marzo. 

Russia, stop ai voli con Regno Unito

La Russia ha deciso di estendere il congelamento dei voli con la Gran Bretagna almeno fino al 1 febbraio per evitare la diffusione della nuova variante del virus. Lo riporta l'agenzia di stampa Interfax citando il centro operativo russo anti-coronavirus. L'interruzione temporanea dei voli da e per la Gran Bretagna è entrata in vigore il 22 dicembre. Domenica scorsa le autorità di Mosca hanno confermato un primo caso in Russia della nuova variante del virus Sars-Cov-2.