Roma, 5 gennaio 2021 - La pandemia da Coronavirus galoppa inesorabile in tutto il mondo. Drammatica la situazione in California, con un nuovo record di contagi e gli ospedali vicini al collasso. Ma anche in Europa non va meglio, e molti Paesi decidono misure restrittive. Il premier britannico Boris Johnson a causa dell'emergenza Covid e del conseguente lockdown ha cancellato il suo previsto viaggio in India (e proprio oggi il Regno Unito conta 60mila nuovi contagi: record assoluto), mentre la Germania inasprisce il  lockdown e proroga le restrizioni fino al 31 gennaio.

In tutto ciò i medici del Sudafrica - con oltre 30mila morti e obitori insufficienti - avanzano un dubbio: la variante sudafricana del virus potrebbe resistere ai vaccini (l'Oms però mette un freno agli allarmismi). Sempre in tema di vaccini, l'Agenzia europea del farmaco ha rinviato la decisione sull'autorizzazione del vaccino Moderna dopo aver anticipato a ieri la riunione per l'esame di quello che sarebbe il secondo vaccino europeo. Al contrario Israele ha dato il via libera al vaccino Moderna.

Italia: bollettino coronavirus del 5 gennaio

Vaccinati in Italia: i dati ufficiali in tempo reale

Covid, Johnson annuncia il lockdown in Gran Bretagna: "Restate a casa. Scuole chiuse"

Gran Bretagna: 1 su 50 è positivo

Il numero di nuovi casi di covid registrati in Gran Bretagna nelle ultime 24 ore è di 60.916, un totale mai raggiunto dall'inizio dell'epidemia lo scorso anno. I morti sono 830. Nel Regno Unito una persona su cinquanta, circa il 2% della popolazione, ha attualmente il coronavirus, cifra che sale a uno su trenta nell'area di Londra, sottolinea il premier Boris Johnson,

La Gran Bretagna ha di fronte alcune altre "settimane molto difficili" sul fronte dell'emergenza Covid, ma scommette sui vaccini per uscirne, dice il ministro Michael Gove, numero tre del governo, dopo l'annuncio del premier Johnson di un terzo lockdown generale. "Più il programma delle vaccinazioni sarà efficace, più sarà facile abolire le restrizioni a marzo", ha aggiunto. L'obiettivo è arrivare a somministrare il primo vaccino entro metà febbraio a oltre 13 milioni di persone. Londra ha stanziato altri 4,6 miliardi di sterline a sostegno dei settori destinati a essere colpiti dal terzo lockdown. Il premier Boris Johnson cancella il suo viaggio in India: "Alla luce del lockdown nazionale annunciato ieri sera e della velocità con cui si sta diffondendo la nuova variante del coronavirus, il primo ministro ha affermato che era importante per lui rimanere nel Regno Unito in modo da potersi concentrare sulla risposta interna al virus", ha spiegato un portavoce. 

California: nuovo record

Drammatica la situazione in California, che raggiunge un nuovo record di contagi: oltre 74mila nuovi casi ieri, un bilancio dell'11% più alto del precedente record giornaliero di 66.726 casi raggiunto il 28 dicembre in questo stato di 39,5 milioni di abitanti. I nuovi decessi sono 379, il sesto bilancio più alto dall'inizio dell'epidemia. La regione rischia di arrivare a 1.000 morti di Covid al giorno.

"Il peggio deve ancora avvenire", avverte Christina Ghaly, responsabile della sanità della contea, raccontando di ospedali così pieni che i malati rimangono nelle ambulanze e i corridoi, o vengono sistemati nelle chiese e le palestre degli ospedali. "La richiesta di ossigeno è così grande - racconta - che alcuni ospedali hanno problemi nel mantenere la pressione adeguata per pompare ossigeno nei polmoni dei pazienti". "E' sempre più difficile curare chi arriva in ospedale con ferite da arma da fuoco, attacchi di cuore, infarti o ferite per incidenti stradali", aggiunge il supervisore della contea, Hilda Solis, parlando di personale medico "fisicamente e mentalmente esausto".

"Le ambulanze selezionino i pazienti"

Agli operatori delle ambulanze della contea di Los Angeles, in California, è stato chiesto di non trasportare in ospedale pazienti che hanno possibilità molto basse di sopravvivere. Al personale dei reparti di emergenza invece è stato detto di razionare l'ossigeno. New York aveva emanato una direttiva analoga lo scorso aprile, in un momento culminante della pandemia, suggerendo di non ricoverare pazienti che non si riusciva a trattare sul posto, ad esempio per infarti o ictus.

Il bilancio degli Stati Uniti

Negli Stati Uniti altre 180.477 persone sono risultate positive al Covid-19, portando così a 20.817.140 il totale dei casi dall'inizio della pandemia.  Stando all'ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University, nelle ultime 24 ore sono morte altre 1.903 persone, per complessivi 353.483 decessi. E continua ad aumentare il numero dei ricoveri, pari ieri in tutto il paese a 128.210. 

Una nota positiva: lo storico anchor televisivo americano Larry King, 87 anni, è uscito dalla terapia intensiva dove è stato ricoverato per oltre una settimana per complicazioni legate al coronavirus.

Le polemiche sui vaccini

Il mondo è alle prese con la campagna vaccinale contro la pandemia di coronavirus e ogni Paese fa davvero caso a sé. Oltre due terzi dei 15 milioni di vaccini contro il coronavirus rimasti inutilizzati fanno scattare la polemica negli Usa (con Biden accusa Trump: "Pessimo inizio"). Avvio lento anche in uno dei Paesi più scettici al mondo: la Francia (poco più di 500 vaccinati), mentre la Gran Bretagna diventa il primo Paese a utilizzare nei fatti il vaccino sviluppato da AstraZeneca e dall'Università di Oxford, intensificando la sua campagna di inoculazione a livello nazionale tra i tassi di infezione in aumento attribuiti alla nuova variante. 

image

 Germania, lockdown duro fino al 31

Proseguono le restrizioni contro il Covid decise dal governo tedesco. La cancelliera Angela Merkel ha infatti prorogato al 31 gennaio il lockdown in vigore dal 16 dicembre. La decisione è stata assunta nel vertice tenuto in remoto con i primi ministri dei Lander. Scelta quasi obbligata dopo il balzo dei contagi e i numeri record dei decessi, con un mese di dicembre nero e che ha segnato un record per quanto riguarda i morti causati dal coronavirus.
Tra le nuove restrizioni introdotte il limite massimo di una persona esterna presente in un'abitazione. Confermato il divieto di spostamenti dei cittadini oltre un raggio di 15 chilometri rispetto alla propria abitazione.

Merkel-Putin: accordo sui vaccini

Vladimir Putin e Angela Merkel hanno parlato al telefono di una possibile cooperazione fra Russia e Germania nella produzione di vaccini contro il covid, ha reso noto il Cremlino. Saranno ora i ministri della Sanità dei due Paesi a proseguire i contatti su questo argomento, insieme alle agenzie governative interessate. Un portavoce del governo tedesco si è limitato a confermare che Putin e Merkel hanno parlato delle modalità per contrastare la pandemia.

image

 

La variante sudafricana e i vaccini

Gli scienziati sudafricani ritengono che esista il "ragionevole timore" che la variante di coronavirus che imperversa nel Paese possa rivelarsi resistente ia vaccini che vengono inoculati in questi giorni in Europa e America e avvertono che una campagna vaccinale globale è ora "ancora più cruciale".

Ma l'Oms mette uno stop all'allarme: "Non ci sono indicazioni che la variante del Covid identificata in Sudafrica si trasmetta più velocemente di quella scoperta in Gran Bretagna". 

"E' una preoccupazione teorica. Un timore ragionevole... che la variante sudafricana possa essere più reistente" ha detto alla Bbc il professor Shabir Madhi, che ha condotto gli studi clinici sul vaccino Oxford-AstraZeneca in Sudafrica.  

Madhi ha aggiunto che la risposta definitiva arriverà nel giro di qualche settimana, dato che gli studi sono già in corso. Il timore nasce dal fatto che il coronavirus nel Paese ha mutato in misura molto maggiore rispetto alla variante inglese che ha convinto il governo di Londra a imporre un nuovo lockdown di sette settimane. Un numero maggiore di mutazioni potrebbe significare che ora il virus potrebbe sfuggire agli attacchi degli anticorpi. 
 Madhi ha detto che è "improbabile" che la mutazione sudafricana renda inutili vaccini, ma potrebbe "indebolirne l'impatto". Comunque, secondo l'esperta di vaccini della Wits University, Helen Rees "fortunatamente, se servisse un nuovo vaccino per colpire le nuove varianti, alcune tecnologie vaccinali in via di sviluppo consentono di produrlo in un tempo relativamente breve".

Lockdown alla danese

Il governo danese ha annunciato un tetto massimo di cinque persone che si possono incontrare, esortando tutti a rinunciare a incontri privati, lavorare il più possibile da casa e mantenere una distanza interpersonale di due metri. "Siamo stati colpiti da un nuovo e preoccupante sviluppo della pandemia, la mutazione britannica del coronavirus che è particolarmente contagiosa", ha detto la premier Mette Frideriksen, annunciando le nuove misure che si aggiungono al lockdown in vigore da dicembre.
 Finora il tetto massimo per gli incontri era di dieci persone.  Il lockdown attualmente in vigore prevede l'apertura dei soli negozi essenziali, mentre bar e ristoranti possono offrire solo servizi d'asporto. Teatri, cinema, palestre, piscine e zoo sono chiusi. Nel paese, che conta 5,8 milioni di abitanti, vi sono stati finora 173.000 contagi e 1.420 morti.