Roma, 23 aprile 2021 - L'infezione da Covid corre nel mondo. E, se alcuni Paesi cominiciano a riassaporare un poco di normalità grazie ai vaccini e alla campagna di immunizzazione, altri sono invece alle prese con situazioni sempre più allarmanti e difficili. E' il caso dell'India che continua ad aggiornare il record negativo di contagi giornalieri mentre negli ospedali scarseggia l'ossigeno, ma anche del Giappone che ha emanato un nuovo stato di emergenza (il terzo). Intanto gli Stati Uniti hanno superato i 570mila morti.

Covid: contagi di oggi in Italia. Bollettino Coronavirus

La situazione nel mondo:

Francia: via libera agli spostamenti dal 3 maggio

India

Per il secondo giorno consecutivo l'India ha registrato il record mondiale di nuovi casi di Coronavirus: 332.730 nelle ultime 24 ore, per un totale di 16,2 milioni. I dati del ministero della Sanità rivelano che l'aumento di nuovi contagi in questa seconda ondata è vertiginoso, l'incremento è stato di oltre 100mila infezioni solo nell'ultima settimana. Impennata anche del numero di morti: 2.263 in un solo giorno, 186.920 dall'inizio della pandemia. I forni crematori in molte città lavorano 24 ore su 24, mentre continua l'emergenza ossigeno negli ospedali: a New Delhi sei strutture hanno finito le scorte da ieri sera.

image

Giappone

Il Giappone ha emanato il terzo stato di emergenza per Tokyo e tre prefetture, Osaka, Kyoto e Hyogo: il tentativo è isolare le zone per frenare l'aumento del coronavirus prima delle Olimpiadi, in programma tra tre mesi. I casi di Covid-19 nel Paese del Sol levante stanno crescendo e si è alla vigilia di un periodo di pausa, la settimana d'oro, che va dal 29 aprile fino al 5 maggio (quando si festeggiano tra l'altro il compleanno dell'imperatore Hirohito e la festa della Costituzione). 

image

Brasile

Ammontano a 2.027 i decessi da Coronavirus in Brasile nelle ultime 24 ore. I morti a causa della pandemia sembrano essersi stabilizzati nella settimana su un plateau di poco più di 2.500 morti al giorno, dopo diversi mesi di continui aumenti della curva. il secondo Paese più colpito in assoluto Covid, con circa 385.000 morti, ha registrato negli ultimi sette giorni una media di 2.580 morti al giorno. La media settimanale dei contagi giornalieri, che a fine marzo ha superato i 75.000, è scesa sotto i 65.000. 

Stati Uniti

Gli Stati Uniti, nonostante l'accelerazione sul fronte delle vaccinazioni, hanno superato quota 570mila morti, per l'esattezza 570.082 su 32 milioni di casi secondo quanto rivela l'ultimo bollettino della Johns Hopkins University. Negli Usa sono state somministrate finora 218,9 milioni di dosi.

Germania

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 265 morti, portando il totale a 81.158, e 27.543 casi (ieri erano quasi 30mila), per un totale di 3.245.253 contagi dall'inizio della pandemia. A riferirlo l'Istituto Robert Koch, secondo cui al momento l'incidenza dei casi è di 164 ogni 100mila abitanti.

Spagna

Dal 1 aprile la Spagna ha registrato 177.223 contagi da coronavirus, circa il doppio degli 86.863 segnalati nell'intero mese di marzo, riferisce il ministero della Sanità di Madrid. I decessi sono però molto inferiori: 1.050 dall'inizio di aprile contro i 5.932 di marzo. Il tasso di occupazione dei reparti di terapia intensiva è pari al 22,8%, con una situazione molto critica nelle comunità di Madrid (44,3%) e La Rioja (39,6%).