Roma, 1 gennaio 2022 - Le restrizioni alla libertà personale "devono essere assolutamente l'ultima risorsa" e nel 2022 i cittadini del Regno Unito dovranno "convivere" con il nuovo Coronavirus. Lo ha affermato il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, in un intervento pubblicato dal 'Daily Mail'. "Da quando, sei mesi fa, ho assunto questo ruolo, ho preso piena coscienza degli enormi costi dei confinamenti in termini sanitari, sociali ed economici", ha proseguito il ministro, avvertendo che la pandemia è "ancora lontana dall'essere terminata" e che, alla luce dei dati record sui contagi, sarà "inevitabile assistere ancora a un elevato incremento" dei ricoveri nel corso del mese appena iniziato. E' la Francia, invece, a introdurre nuove misure anti-Covid per frenare la nuova ondata: da lunedì anche i bambini, a partire dai 6 anni, dovranno indossare la mascherina nei luoghi pubblici.

Sommario

E nel primo giorno del 2022, l'Europa, epicentro attuale della pandemia di Covid-19, ha superato la soglia simbolica dei 100 milioni di casi registrati dalla scoperta del virus nel dicembre 2019, ovvero più di un terzo delle infezioni in tutto il mondo. Secondo un conteggio della France Press aggiornato alle 20.45 di oggi, nella regione europea (52 paesi e territori che vanno dalla costa atlantica all'Azerbaigian e alla Russia) sono state registrate 100.074.753 infezioni, su un totale di 288.279.803 casi rilevati nel mondo dall'inizio della pandemia. Con oltre 4,9 milioni di infezioni registrate negli ultimi sette giorni, (59% in più rispetto alla settimana precedente), la regione sta attualmente affrontando livelli di contagio senza precedenti. Dall'altra parte del mondo, intanto, mentre l'Australia inizia il 2022 con un record di contagi, gli Emirati Arabi vietano i viaggi all'estero ai cittadini non vaccinati. 

Gran Bretagna

La scelta di non applicare restrizioni in Gran Bretagna viene presa in un momento in cui gli ospedali potrebbero essere costretti a "scelte difficili", come impedire le visite, per limitare la diffusione della variante Omicron del nuovo coronavirus nei reparti. Lo ha dichiarato, riporta il 'Guardian', l'amministratore delegato della National Health Service Confederation, Matthew Taylor. L'esplosione dei contagi, ha osservato Taylor, "metterà alla prova i limiti della capacità del Servizio Sanitario Nazionale ancor più di un inverno ordinario". Sebbene i casi gravi di Covid-19 siano limitati, il numero di ricoveri negli ospedali inglesi è salito ai massimi dallo scorso gennaio e il personale ospedaliero assente perchè contagiato è quasi raddoppiato in un mese. Secondo indiscrezioni riportate dalla stampa britannica, in Inghilterra potrebbe essere esteso l'obbligo di lavorare da casa per tutto il mese di gennaio.

Francia

Nuovo record di contagi in Francia. Oggi si sono registrati 219.126 nuovi casi positivi al Covid 19. Nelle ultime 24 ore il numero di morti è stato pari a 111 portando il bilancio dall'inizio della pandemia a 123.851 morti. E' quanto emerge dai dati pubblicati da Santé Publique France. Per far fronte alla nuova ondata, il Paese ha esteso l'obbligo della mascherina sui bus e nei luoghi pubblici anche ai bambini a partire dai 6 anni. Lo stabilisce un decreto pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale d'oltralpe. La misura - riportano i siti francesi - scatterà da lunedì 3 gennaio e riguarderà i trasporti pubblici, i luoghi aperti al pubblico compresi i ristoranti, i centri sportivi e quelli di culto La decisione arriva a pochi giorni dalla riapertura delle scuole dopo le Festività.

Germania

Nelle ultime 24 ore, la Germania ha registrato 23.392 nuovi contagi e 184 morti per il Covid-19. Secondo i dati dell'Istituto Robert Koch (Rki), si assiste ad una risalita dell'incidenza, che si assesta a 220,3 casi ogni 100mila abitanti. Ieri l'incidenza era arrivata a 214,9, un dato ben inferiore ai 442,9 di un mese fa.

Australia

L'Australia ha iniziato il 2022 con nuovi picchi di Coronavirus a causa della rapida estensione di un focolaio negli Stati orientali del Paese: entrambi il Nuovo Galles del Sud e Victoria hanno registrato nelle ultime 24 ore nuovi record giornalieri, rispettivamente di 22.577 e 7.442 infezioni, secondo quanto riporta la Cnn. Allo stesso tempo, nel Nuovo Galles del Sud vi sono stati altri quattro decessi provocati dalla malattia, mentre nello Stato di Victoria i morti sono stati nove. I nuovi dati portano il totale delle vittime a livello nazionale dall'inizio della pandemia oltre quota 2.250. Nel complesso, conteggiando anche in nuovi casi nel Queensland, in Tasmania e nel Territorio della capitale australiana il bilancio giornaliero segna un nuovo record nazionale di 33.161 contagi rispetto ai 32.946 registrati nelle 24 ore precedenti.

Russia

La Russia ha registrato 19.751 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore (inclusi 847 decessi), in calo rispetto ai 20.638 delle 24 ore precedenti. Lo riporta il Guardian.

Emirati Arabi

Gli Emirati Arabi Uniti vieteranno ai cittadini emiratini non vaccinati contro Covid-19 di viaggiare all'estero a partire dal 10 gennaio. Lo hanno annunciato le autorità del Paese, citate dal quotidiano The National. Inoltre, i cittadini emiratini completamente vaccinati dovranno sottoporsi alla terza dose di richiamo, se idonei, per potersi recare all'estero, secondo quanto riferito dall'Autorità nazionale per la gestione delle crisi e delle emergenze e il ministero degli Affari esteri. Negli Emirati, i cittadini possono ricevere la dose booster contro Covid-19 sei mesi dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino. Coloro che sono esclusi dalla vaccinazione per motivi di salute non saranno soggetti alla nuova misura, così come i "casi umanitari e persone che viaggiano per motivi medici e di terapia". La nuova politica sui viaggi all'estero fa parte delle misure decise dagli Emirati per limitare la diffusione del Coronavirus, che nelle ultime settimane ha registrato un forte aumento dei contagi nel Paese. Nelle ultime 24 ore, sono stati rilevati 2.556 nuovi positivi e un decesso per la pandemia, portando il totale a 764.493 contagi con 2.165 morti dall'inizio dell'emergenza.

Sudafrica

In Sudafrica il picco della quarta ondata di Covid-19, legata alla variante Omicron inizialmente individuata proprio nel Paese, potrebbe essere superato e il governo inizia a rimuovere le restrizioni, a partire dal coprifuoco notturno. Secondo una dichiarazione del governo riportata dalla Bbc, sebbene la nuova variante sia altamente trasmissibile si sono registrati tassi di ricoveri ospedalieri inferiori rispetto alle precedenti ondate e un aumento marginale dei decessi e i casi e i ricoveri sono diminuiti in quasi tutte le regioni del Paese. Continuano gli appelli alla vaccinazione. Nella settimana che si è conclusa il 25 dicembre sono state confermate 89.781 infezioni, rispetto alle 127.753 di quella precedente. Dall'inizio della pandemia il Sudafrica ha segnalato circa 3,5 milioni di casi di Covid-19 e oltre 90mila decessi.