Londra, 22 dicembre 2021 - Record di nuovi casi Covid in Gran Bretagna: 106.122 nelle ultime 24 ore con 140 decessi. Si tratta del dato più alto dall'inizio della pandemia, legato all'ascesa esponenziale della variante Omicron. A Londra, la regione più colpita da questa mutazione, i ricoveri in ospedale sono saliti a 301 nella giornata di lunedì, il livello più alto dal 7 febbraio.

Covid Italia: il bollettino del 22 dicembre

Tuttavia, nonostante le pressioni, il governo ha annunciato che non ci sono prove sufficienti per giustificare l'adozione di nuove restrizioni sanitarie prima di Natale. "Quello che posso dire è che naturalmente non possiamo escludere ulteriori misure dopo Natale e terremo costantemente d'occhio i dati e faremo tutto il necessario per proteggere la salute pubblica - ha detto Il primo ministro Boris Johnson -. Ma vista la continua incertezza su diverse cose (la gravità di Omicron, l'incertezza sul tasso di ospedalizzazione o l'impatto del lancio del vaccino o dei richiami) non pensiamo che ci siano prove sufficienti per giustificare misure più severe prima di Natale".  

Covid, le regole per i viaggi a Natale e Capodanno. Cosa cambia da Paese a Paese

Intanto le autorità sanitarie britanniche hanno comunicato di aver raggiunto la cifra record di 968.665 booster nell'ultimo giorno e dato il via libera alla somministrazione della terza dose del vaccino anche ai 16-17enni. Allo stesso tempo nel Regno Unito si raccomanda la vaccinazione per i bambini clinicamente più vulnerabili di età compresa tra i cinque e gli 11 anni, fascia di età finora totalmente esclusa da qualunque somministrazione nel Regno Unito. Questo segue l'indicazione della Mhra, l'Agenzia del farmaco britannica, che ha approvato la somministrazione del vaccino Pfizer per la fascia di età 5-11 anni.

La buona notizia arriva da uno studio realizzato del National Institute for Communicable Diseases su dati sanitari raccolti in Sudafrica e Danimarca. Chi si contagia con la variante Omicron ha meno probabilità di finire in ospedale e ammalarsi gravemente rispetto a chi si ammala di Delta. "In Sudafrica, l’epidemiologia è questa: Omicron si sta comportando in modo meno grave”, ha confermato Cheryl Cohen, uno degli autori dello 
studio. Non è chiaro, secondo gli scienziati, perché si osservino casi meno gravi e comunque l’esperienza del Sudafrica, che ha una popolazione molto giovane, potrebbe non tradursi in modo analogo in altri Paesi (in Sudafrica l’età media è di 27,6 anni mentre in Italia è di 47,3).  

Ma dagli Usa Antony Fauci, l’infettivologo consigliere capo della Casa Banca, avvisa: considerata la contagiosità della variante Omicron, frequentare assembramenti con oltre 40 persone non è sicuro, anche per coloro che hanno fatto pure il richiamo del vaccino anti-Covid. Il gran numero di contagi provocato da Omicron, ha osservato, può azzerare gli effetti del fatto che “sia meno grave”.