Roma, 25 dicembre 2021 - Circa 6.000 voli sono stati cancellati in tutto il mondo durante il lungo fine settimana di Natale e migliaia di altri sono stati ritardati. La variante Omicron del Covid-19 ha interrotto i viaggi per le vacanze, e, a peggiorare il caos negli Stati Uniti, il tempo severo nell'ovest del paese che è destinato a creare scompiglio sulle strade e altri percorsi. Secondo Flightaware.com, più di 2.620 voli sono stati cancellati in tutto il mondo sabato, tra cui 929 provenienti o diretti agli aeroporti statunitensi, con 6.000 ritardi a partire dal 19.30. Venerdì, ci sono state circa 2.400 cancellazioni e 11.000 ritardi, mentre le cancellazioni di domenica si sono già avvicinate a 900. 

Omicron: oltre 6.000 voli cancellati a Natale

Covid, Regno Unito: 122mila nuovi casi. In Francia 94mila

Intanto, 'corre' a ritmi mai visti prima la variante Omicron in Francia. Per la prima volta dall'inizio della pandemia, infatti la Francia ha registrato piu' di 100.000 casi di Covid in un giorno. Sono 104.611 le infezioni segnalate nelle ultime 24 ore e 84 i decessi legati alla malattia. Il presidente, Emmanuel Macron, ha deciso che presiederà un nuovo Consiglio di Difesa. L'aumento senza precedenti di casi di Covid-19 negli ultimi giorni aveva già portato l'esecutivo ad accelerare sulle contromisure per evitare che il Paese venga sommerso dalla quinta ondata.

Bollettino sul Covid in Italia del 26 dicembre

Decreto festività: il calendario delle misure

Ma non migliora la situazione nemmeno in Gran Bretagna. A Londra in una settimana, è raddoppiato il numero di persone positive al Coronavirus che sono state ricoverate in ospedale. Secondo i dati diffusi dal Servizio sanitario nazionale, l'Nhs, sono stati 396 i pazienti ricoverati questo mercoledì, ovvero il 92% in più rispetto al mercoledì della settimana precedente. Inoltre, è il numero giornaliero di ricoveri più alto dal primo febbraio. In tutta l'Inghliterra, invece, mercoledì sono state ricoverate 1.246 persone, il 55% in più rispetto a mercoledì della settimana scorsa. Anche in questo caso si tratta del numero più alto da febbraio, precisamente dal 16 febbraio.

In Spagna entra il vigore l'obbligo di mascherina all'aperto per le feste

E la variante Omicron è diventata dominante anche in Portogallo. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali, che hanno registrato nelle ultime 24 ore 12.943 casi, il picco dal 29 gennaio scorso, e 11 vittime. Il numero di contagiati con il nuovo ceppo al 22 dicembre è "stimato al 61,5%" del totale, secondo quanto rende noto la Direzione generale della Salute, precisando comunque che i dati su decessi e ricoveri in terapia intensiva rimangono "stabili". Il Portogallo, che è tra i Paesi con il maggior tasso di copertura vaccinale al mondo, ha imposto nelle ultime settimane diverse restrizioni per contrastare la nuova ondata di contagi, tra cui l'obbligo di smart working, il prolungamento delle vacanze scolastiche di Natale e la chiusura di bar e discoteche.

Infine l' Irlanda ha registrato il più alto numero di nuovi contagi da Covid-19 su base giornaliera da inizio pandemia: 13.765 nelle ultime 24 ore. Si stima che circa l'83% dei casi sia legato proprio alla variante Omicron.