Roma, 14 ottobre 2020 - Alcuni paesi tornano a contare gli stessi numeri che si verificavano ad aprile, altri corrono già ai ripari, con lockdown parziali che chiudono bar e ristoranti. In tutto il mondo la pandemia da Coronavirus non si ferma: salgono a oltre 38 milioni i casi di Covid-19 registrati finora nel mondo, con Stati Uniti, India e Brasile che ne contano oltre la metà. Stando all'ultimo aggiornamento dei dati della Johns Hopkins University, infatti, sono precisamente 38.144.000 i contagi e 1.086.399 i decessi. Gli Stati Uniti si confermano il paese più colpito (con 7.858.344 casi e 216mila morti), a cui segue l'India (7.239.389 casi) e il Brasile (5.113.628 contagi).

Coronavirus Italia, il bollettino del 14 ottobre

Coronavirus, record in Germania (+6.638 contagi). Mai così tanti casi

Francia, stato di emergenza e coprifuoco

Coprifuoco per almeno quattro settimane nella regione di Parigi e in altre città dalle 21 alle 6 a partire da sabato: lo ha annunciato in diretta tv il presidente Emmanuel Macron. Oltre alla capitale e all'intera regione dell'Ile-de-France, saranno interessate dal coprifuoco le metropoli di Grenoble, Lille, Lione, Aix-Marseille, Rouen, Tolosa e Montpellier. "Siamo in una situazione preoccupante e questo giustifica il fatto di non restare inermi né cedere al panico - ha detto Macron - Questo è un virus pericoloso, grave per tutti ed è dapertutto in Francia. Siamo entrati in una fase in cui bisogna reagire. I nostri pronto soccorso, i nostri servizi ospedalieri sono in una situazione più preoccupante di prima".

"Ci saranno controlli e multe da 135 euro" per chi violerà il coprifuoco, e queste arriveranno a "1.500 euro in caso di recidiva", ha detto ancora il presidente Macron, sottolineando che "i francesi sono stati esemplari" in primavera durante il lockdown "perché l'obiettivo era proteggere i più fragili". "Quello che spero - ha aggiunto il capo dell'Eliseo - è che siano tutti consapevoli dei rischi e della posta in gioco". Il presidente ha chiesto ai francesi di "non essere più di sei a tavola" in incontri privati, per frenare la seconda ondata.

Il presidente della repubblica francese nel suo intervento televisivo ha annunciato anche il varo di una nuova app di tracciamento.  Non sarà StopCovid versione 2, né TéléCovid. Macron ha annunciato mercoledì il lancio della nuova applicazione "All Anti Covid".

Oggi in Francia sono stati registrati altri 22.591 casi, sopra la soglia dei 20 mila per la terza volta in sei giorni. Il numero dei morti è aumentato di 104.

Ufficializzato lo stato di emergenza sanitario in tutto il paese. Il provvedimento è stato adottato questa mattina dal Consiglio dei ministri, secondo quanto appreso da Bfm Tv. Lo stato d'emergenza - scaduto lo scorso 9 luglio in Francia e non prorogato - dovrebbe tornare nuovamente in vigore da venerdì a mezzanotte. Consentirà, in particolare, al governo di adottare provvedimenti urgenti che implicano la limitazione dei movimenti o delle libertà dei cittadini per motivi straordinari e temporanei.

Gran Bretagna

La Gran Bretagna ha registrato 19.724 casi di positività in 24 ore - un nuovo record giornaliero - con un aumento di quasi 2.500 unità (+14%) rispetto a ieri, quando i contagi in più sono stati 17.234. Lo scrive il Guardian. I morti sono stati 137, poco meno della cifra record di 143 di ieri, la più alta dall'inizio di giugno. I morti per Covid-19 sono saliti quindi a 43.155.

Germania

Per la prima volta da aprile, in Germania sono stati rilevati oltre 5mila nuovi casi di contagio da Coronavirus in 24 ore. I numeri divulgati dal Robert Koch Institut questa mattina parlano di 5.132 nuove infezioni, oltre mille in più rispetto alle 4.122 di ieri. Il precedente record negativo rispetto ad aprile risale a sabato, quando i nuovi positivi erano stati 4.721. Dall'inizio della pandemia, i casi totali sono stati 334.585 nel paese, i decessi causati dal Covid-19 9.677, 43 dei quali nelle ultime 24 ore.

Dopo otto ore di riunione insieme ai ministri-presidenti dei Land tedeschi, la cancelliera Angela Merkel ha annunciato "limitazioni nei contatti nelle zone dove le nuove infezioni superano i 50 nuovi contagi per 1000 abitanti sia in pubblico che in privato". "Sappiamo che i dati di oggi riflettono gli accadimenti dei dieci giorni precedenti - ha proseguito Merkel - e quindi se introduciamo delle misure dobbiamo aspettare dieci giorni per vedere se la dinamica dell'epidemia si è fermata o diminuita e solo allora vedremo se sono necessarie altre misure. Economicamente non ci possiamo permettere una seconda ondata come quella che abbiamo avuto in primavera".

La cancelliera ha lanciato un appello ai giovani, affinchè facciano la loro parte per fermare la diffusione del Coronavirus dopo che feste private sono state ripetutamente accusate di aver favorito focolai localizzati nelle città tedesche: "Dobbiamo invitare soprattutto i giovani a fare a meno di fare feste oggi per avere una buona vita domani o dopodomani".

image

Stati Uniti

Nella giornata di martedì 13 ottobre, negli Stati Uniti i nuovi casi di contagio sono stati 54.512, e almeno 826 i morti. Secondo i dati del New York Times nell'ultima settimana la media giornaliera dei nuovi contagi è stata superiore ai 52 mila casi, il 21% in più rispetto a due settimane fa. Il totale dei casi dall'inizio della pandemia è di 7.908.000, le vittime almeno 216 mila.

Olanda

Il governo olandese ha annunciato una serie di misure, in vigore da mercoledì, per combattere l'epidemia di Coronavirus, che la scorsa settimana ha visto un aumento dei contagi del 60%. Il premier Mark Rutte ha quindi deciso un "parziale lockdown", un'iniziativa "dolorosa ma indispensabile", ha detto. Il piano sarà rivisto tra due settimane, prima di un eventuale blocco totale, ha precisato il ministro della Sanità Hugo de Jonge. Ristoranti e bar saranno chiusi per almeno due settimane, i negozi chiuderanno alle 20 e non sarà possibile fare acquisti notturni. Tra le 20 e le 7 del mattino sarà vietata la vendita di alcol e droghe leggere. Se in un negozio si verificherà un eccessivo afflusso di persone, l'esercizio potrà essere chiuso.

image

Belgio

Continuano a salire i contagi da Covid in Belgio. Secondo gli ultimi dati diffusi dall'Istituto di sanità pubblica Sciensano tra il 4 e il 10 ottobre ci sono state in media 5.057 contagi al giorno. Si tratta di un aumento del 93% rispetto al precedente periodo di sette giorni. 

Repubblica Ceca

La Repubblica Ceca ha deciso la chiusura di scuole, campus universitari, bar e locali per tre settimane. Dal primo marzo nel Paese ci sono stati oltre 1.600 morti a causa del Covid-19 e oggi sono stati annunciati 8.000 nuovi contagi, un numero record che si era verificato solo un'altra volta dall'inizio della pandemia. Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), nelle ultime due settimane la Repubblica Ceca ha registrato il più alto tasso d'infezioni in Europa.

Portogallo

Il Portogallo decreta lo "stato di calamità", che entrerà in vigore dalla mezzanotte, di fronte all'"evoluzione grave" della pandemia di Coronavirus. Entreranno in vigore nuove restrizioni. "Questa maratona è lunga e finirà solo quando ci sarà un trattamento efficace", ha detto il premier, Antonio Costa.  Tra le misure, massimo 50 partecipanti a battesimi e matrimoni e raduni limitati a cinque persone. "Dobbiamo dare un segnale: questi eventi sono possibili, ma devono essere limitati", ha detto Costa che ha invitato a non abbassare la guardia. 

Irlanda

L'Irlanda del Nord chiuderà le scuole per due settimane, nell'ambito di un pacchetto di nuove misure restrittive per contenere l'epidemia di Coronavirus. Lo riferisce la Bbc. La premier nordirlandese Arlene Foster ha delineato le nuove misure, che includono anche limiti a matrimoni e funerali, ed entreranno in vigore venerdì. Pub e ristoranti chiuderanno per quattro settimane, ad eccezione di take away e consegne, mentre la pausa di metà semestre di Halloween per le scuole è stata estesa a due settimane.

Spagna

La Catalogna ha deciso di chiudere tutti i bar e ristoranti della regione per 15 giorni nel tentativo di fermare la nuova ondata di Coronavirus.

Russia

Nuovo record di casi di contagio in Russia dall'inizio della pandemia di Coronavirus: nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 14.231 casi per un totale di 1.340.409 infezioni. Picco anche nei decessi: dopo il record di 244 morti ieri, nelle ultime 24 ore altri 239 pazienti affetti da Covid-19 sono morti in Russia.