Vacanze estive e Coronavirus: uno scorcio dellìIsola d'Elba (Dire)
Vacanze estive e Coronavirus: uno scorcio dellìIsola d'Elba (Dire)

Roma, 18 maggio 2020 - Nel giorno delle riaperture gli occhi sono puntati sul turismo, che costituisce una bella fetta del Pil italiano,  soprattutto con l'arrivo dell'estate e delle vacanze.
In un vertice europeo sui flussi turistici, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio rassicura così i colleghi di alcuni Paesi Ue tra cui Germania e Austria: "Dal 3 giugno l'Italia ripartirà a 360 gradi. Ci si potrà muovere tra regioni e siamo pronti ad accogliere in sicurezza cittadini europei che vogliono passare le loro ferie in Italia. Le nostre strutture sono pronte, preparate e all'avanguardia". E aggiunge, con vena polemica verso alcuni Paesi d'Oltralpe:  "È inammissibile che ci siano black list tra Paesi Ue. Se non cambiamo direzione, ci saranno serie ricadute economiche sul comparto turistico di tutti, non solo dell' Italia". 

Ma dal ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas attiva una risposta secca e gelida: sull'ipotesi di riaprire a Spagna e Italia sul flusso turistico "bisognerà ancora parlare" perché sono "Paesi particolarmente colpiti dal Coronavirus e dove sono ancora in vigore molte limitazioni". 

FOCUS / Ecco i primi Paesi che riapriranno ai turisti

Turismo, no accordi bilaterali

La Germania non è favorevole ad accordi bilaterali, ma propende per "un processo coordinato e trasparente" nell'Ue, in vista della ripresa del turismo in Europa, ha spiegato il ministro degli Esteri Heiko Maas, dopo la videoconferenza con i colleghi di 10 paesi europei che rappresentano le mete privilegiate dei tedeschi in vacanza. "Molti Paesi chiedono soluzioni bilaterali veloci con la Germania", ma questo non sarebbe in linea con lo "spirito europeo", ha affermato.
Considerazione che è piaciuta parecchio a Di Maio, che twitta: "Bene il collega Heiko Maas che come noi ritiene che gli accordi bilaterali sui flussi turistici siano contro lo spirito Ue. Bisogna lavorare insieme. Forniremo a tutti i Paesi un report settimanale regione per regione. L'Italia è pronta e trasparente". 

Germania: stop allerta a metà giugno

La Germania vuole eliminare l'allerta sui viaggi attualmente in vigore su scala mondiale, a metà giugno, chiarisce poi Heiko Maas. Berlino immagina di passare da questa allerta generalizzata ad "avvisi" validi per singoli Paesi o aree geografiche
Maas ha messo però in guardia "dall'illusione che si possa avere un ritorno veloce al business as usual". Ci saranno molte restrizioni in molti Paesi, ha sottolineato, e per molte persone le vacanze fatte in passato avranno "poco a che fare con quelle possibili la prossima estate" nei luoghi già conosciuti.

Di Maio: noi diamo garanzie

"Una delle principali nazionalità che che viene in vacanza in Italia sono proprio i turisti tedeschi. Al ministro Heiko Maas, e a tutti i ministri coinvolti stamattina, abbiamo illustrato e spiegato le garanzie che darà l'Italia" per l'imminente stagione turistica, ha detto Luigi Di Maio in un videomessaggio dopo il vertice sui flussi turistici in Ue. "Prima di tutto - ha spiegato - noi forniremo un aggiornamento settimanale dell'andamento epidemiologico regione per regione e questo aiuterà molto i tour operator a gestire i pacchetti di viaggio dai Paesi europei verso l'Italia".

Turismo, la posizione di Macron

L'Europa riparte dal turismo. E' questa la promessa fatta dal presidente francese Emmanuel Macron durante le conferenza stampa dopo il bilaterale con la cancelliera tedesca Angela Merkel. 
"Ci sarà una stagione turistica in Europa con il virus. Faremo il massimo affinché le cose vadano per il meglio", ha spiegato Macron, chiarendo che al termine del prossimo fine settimana sarà possibile prevedere "con più precisione quello che succederà quest'estate".