Il premier britannico Boris Johnson (Ansa)
Il premier britannico Boris Johnson (Ansa)

Roma, 27 marzo 2020 -  Crescono i casi di coronavirus nel mondo (oltre 553.244), ma adesso sono gli Stati Uniti il Paese con il maggior numero di contagiati: è il primo paese al mondo a toccare e superare la soglia dei 100.000 contagiati (100.717). Nelle ultime 24 ore sono 345 le nuove vittime un record da quando è scoppiata l'epidemia nel Paese. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University che oggi ha registrato 21.000 nuovi contagi.

A New York in particolare sono 519 i morti, 44.635 le persone risultate positive, 6.481 quelle ricoverate, 1.583 quelle in terapia intensiva, 2.045 le persone guarite. I dati sono stati resi noti dal governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo. Gli Usa superano quindi Cina e Italia. 

Commentando il primato, Trump (che incalza Gm e GFord: "Fate subito ventilatori") ha messo in dubbio l'affidabilità dei dati diffusi da Pechino. Intanto anche a bordo della portaerei Roosvelt sono accertati almeno 23 casi positivi. Oggi la Camera dei Rappresentanti ha approvato il pacchetto di aiuti da 2.200 miliardi di dollari. Donald Trump in serata lo ha firmato, tramutandolo in legge. Gli stimoli "concederanno l'aiuto di cui c'è urgentemente bisogno", ha detto il presidente, che non ha inviato alcun parlamentare democratico alla cerimonia. La misura è stata approvata con un consenso bipartisan.

Choc in Francia: muore ragazzina di 16 anni

A livello globale i morti sono almeno 25.035, la maggior parte in Italia. Ma il numero di decessi cresce in modo esponenziale anche in Spagna: nelle ultime 24 ore - scrive El Paìs - si sono registrate 769 vittime, portando così il totale a quasi 4.858. E quasi 10mila gli operatori sanitari colpiti. In America Latina superati i 10mila contagi. Mentre l'Oms lancia l'allarme per la situazione in Africa.

Sul fronte delle previsioni, studio choc dei ricercatori dell'Imperial College di Londra, i quali hanno stimato che 279.000 persone moriranno nella regione dell'Europa e dell'Asia centrale, inclusa la Russia, nei prossimi 250 giorni se tutti i Paesi urilizzassero le restrizioni già in atto. Cifra che artriva a 1,9 milioni nel mondo.

Gran Bretagna: positivo Boris Johnson

Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato sul suo profilo Twitter di essere positivo al Cofid-19. "Nelle ultime 24 ore, ho sviluppato dei lievi sintomi e sono stato testato risultando positivo", si legge nel post di Johnson. Il primo ministro, che spiega di avere febbre e tosse, si è "autoisolato". "Ma non abbiate dubbi che posso continuare a guidare la controffensiva nazionale contro il Coronavirus, col mio top team, grazie alla magia delle moderne tecnologie", ha aggiunto ringranziando lo staff e "ovviamente il nostro meraviglioso personale" sanitario.

image

Nei giorni scorsi Downing Street aveva precisato che, in caso d'impedimento, la guida dell'esecutivo sarebbe passata temporaneamente al suo vicario di fatto, il titolare degli Esteri, Dominic Raab, uno dei due ministri elevati nei mesi scorsi al rango di Primo Segretario di Stato (l'altro è Michael Gove). Dopo Boris Johnson, anche il ministro della Sanità britannico, Mat Hancock, è risultato positivo. Lo ha annunciato lo stesso ministro su Twitter. "Su consiglio medico, mi è stato raccomandato di sottopormi al test e sono risultato positivo. Ho sintomi lievi e continuo a lavorare da casa".  Sintomi di contagio pure per il professor Chris Whitty, chief medical officer britannico e consigliere di riferimento del governo nella battaglia contro l'emergenza Covid-19.

E i dati della Gran Bretagna continuano a peggiorare: registrato il maggiore incremento di decessi su base giornaliera: nelle ultime 24 ore, secondo quanto comunicato dal ministero della Salute, sono morte 184 persone (il dato ieri era stato di 115). Il numero totale dei decessi  sale a 759, con 14.579 casi confermati. Lo riporta il Guardian.

Nel frattempo Harry e Meghan, insieme al piccolo Archie, hanno lasciato il buen ritiro canadese per trasferirsi a Los Angeles. Lo sostengono i tabloid britannici.

L'Oms: "Africa evoluzione drammatica"

La situazione dell'epidemia di coronavirus in Africa è "molto preoccupante, c'è un'evoluzione drammatica, con un aumento geografico del numero dei Paesi e anche del numero dei contagiati". È l'allarme lanciato dalla direttrice regionale dell'Oms per l'Africa, Matshidiso Rebecca Moeti. Da qualche giorno, "ci sono 39 Paesi con circa 300 casi al giorno", per un totale di 2.234 casi, ha aggiunto, avvertendo che le misure di isolamento sono difficili da adottare dove "c'è una vita comunitaria molto forte. Dobbiamo trovare altri metodi di igiene per minimizzare la propagazione".

Panama, 4 morti su nave da crociera

Quattro passeggeri, tutti anziani, sono morti a bordo della nave da crociera "Zaandam", ancorata al largo delle coste di Panama, dove attende assistenza dopo essere stata respinta in diversi porti dell'America Latina.

Germania, oltre 42mila casi

Sono quasi 50 mila i contagiati in Germania da Coronavirus. E' quello che rivela la Hopkins University, secondo la quale 49.344 sono i positivi, e 304 le
vittime. Lunedì prossimo la cancelliera Angela Merkel sarà sottposta al terzo tampone (negativi i primi due). In caso di ulteriore negatività valiuterà se mettere fine all'autoisolamento.

Google dona 800 milioni di dollari

Google contribuirà con oltre 800 milioni di dollari a livello globale per supportare le Piccole e medie imprese, le organizzazioni sanitarie, le Ong e i governi.

Trump, telefonate con Xi e Merkel

Intanto un invito a "unirsi nella lotta contro l'epidemia" arriva oggi dal presidente cinese Xi Jinping a Donald Trump nel corso di una telefonata. Il leader cinese ha poi affermato, alla televisione pubblica Cctv, che Pechino "è disposto a proseguire nella condivisione di informazioni ed esperienza con gli Stati Uniti senza riserve" sul Covid-19. La telefonata arriva dopo giorni di tensioni a seguito delle accuse lanciate dal presidente americano ai cinesi colpevoli, secondo il presidente Usa, per aver ritardato nel comunicare la gravità del virus, provocando, di fatto, l'attuale pandemia. Xi ha affermato invece che la Cina ha condiviso le informazioni sul Coronavirus "in modo aperto, trasparente e responsabile" con l'Organizzazione mondiale della sanità e gli altri Paesi, compresi dagli Stati Uniti, sin dall'inizio della pandemia. Trump poi ha avuto anche una telefonata con la cancellier tedesca Angela Merkel. Fra i temi si è parlato anche di Afghanistan.

image

Macron: iniziativa importante con Trump

Il presidente francese Emmanuel Macron ha invece annunciato su Twitter che sta preparando con il presidente degli Stati Uniti e altri Paesi una "nuova importante iniziativa".  Da parte sua, la Casa Bianca ha affermato che i due leader hanno concordato "l'importanza di una stretta cooperazione attraverso il G7, il G20 e il P5 (i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ndr) per aiutare le organizzazioni multilaterali, tra cui l'Organizzazione mondiale della sanità, il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale, a porre rapidamente fine alla pandemia e a minimizzarne l'impatto economico".

Europa: la Svezia fa marcia indietro

Svezia (3.046 casi e 92 morti) fa marcia indietro vietando assembramenti con più di 50 persone. In Olanda i morti sono 546 con un aumento del 16%. In  Svizzera 197 morti e oltre 12mila contagi. In Europa l'Afp stima sia sfondata quota 300mila contagi.

Iran, 144 nuovi morti

In Iran si sono registrati 144 nuovi decessi a causa del coronavirus nelle ultime 24 ore facendo salire il bilancio delle vittime a 2.378. Lo ha riferito il portavoce del ministero della Sanità di Teheran, citato dai media locali. Secondo il portavoce, i contagi confermati sono saliti a 32.322 con un aumento di 2.916 rispetto a ieri. I media iraniani riferiscono che almeno 300 persone sono morte intossicate dal metanolo che hanno ingerito a seguito della diffusione di una fake news che lo accreditava come un rimedio al coronavirus.

Cina, 1 caso locale e 54 importati

image

La Cina ha accertato un nuovo contagio interno e altri 54 importanti. La prima infezione locale dopo tre giorni si è registrata nella provincia di Zhejiang. Ieri erano stati 67 i nuovi casi nel Paese, tutti importati. 

Corea del Sud, contagi ancora in calo

La Corea del Sud ha registrato 91 nuovi casi di coronavirus alla fine di giovedì, in calo sui 104 del giorno precedente: le infezioni totali, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), sono salite a 9.332, contro decessi a 139 (+8). Sono 13 i contagi importati, per 144 totali, costituendo la minaccia di un'ondata di ritorno. 

La Russia chiude bar e ristoranti

Il governo russo ha ordinato la chiusura di tutti i bar e ristoranti a partire da domani per contenere la diffusione del virus. I servizi di consegna a domicilio potranno invece continuare a lavorare. Il primo ministro Mikhail Mishustin ha inoltre disposto la sospensione delle attività, dal 28 marzo al 1 giugno, delle piste da sci e delle strutture ricreative di massa (come resort e centri termali) in tutto il territorio della Federazione Russa. Nela Paese sono oltre mille i casi di Covid-19 accertati. Positivo il cantante Lev Leshchenko: lo shoniz russo è nel panico. Primo caso di positività al Cremlino.

Coronavirus, i dati live