Emergenza coronavirus in Iran (Ansa)
Emergenza coronavirus in Iran (Ansa)

Roma, 20 marzo 2020 - Sono numeri sempre più impressionanti quelli dell'epidemia del coronavirus nel pianeta. E tutti i Paesi corrono ai ripari. La Germania, 3mila nuovi contagi, potrebbe decidere il lockdown: misura già anticipata dalla Baviera. In Usa invece Trump esclude la chiusura per l'intera nazione: "Non è necessario", ha detto alla Casa Bianca. Poi il tycoon ha cercato di rimediare al duro attacco mosso alla Cina ieri (responsabile del "virus cinese"): "Io rispetto la Cina ed il presidente Xi". 

Aumento di decessi in Gran Bretagna, primo ospedale in crisi. Chiude Harrods. David Frost, capo negoziatore sul dopo Brexit, è da oggi in auto-isolamento a casa in quanto positivo. Rinviati i campionati europei di nuoto (Budapest, 11-24 maggio).

Secodo gli ultimi dati aggiornati della Johns Hopkins University  il numero di morti ha superato quota 10.000. L'università americana registra questa mattina 10.030 decessi, un totale di 244.523 casi di contagio confermati e 86.031 persone guarite. La soglia dei 9.000 decessi nel mondo era stata superata solo ieri. C'è un dato significativo fornito dall'Oms: ci sono voluti tre mesi per raggiungere i primi 100.000 casi confermati, ma solo 12 giorni per arrivare ai successivi 100.000.

La situazione in Europa e negli Stati Uniti sta diventando sempre più grave. Il bilancio delle vittime in Italia (3.405) ha superato ieri quello della Cina continentale (3.200) e, sono stati registrati 41.035 casi. Seguono per numero di decessi l'Iran (1.284) e la Spagna (833). I contagi negli Stati Uniti hanno superato i 15 mila, all'inizio del mese erano meno di 100. E sono raddoppiati nelle ultime 24 ore.

Intanto è morto nella notte (sembra per infarto) nell'ospedale pubblico di Jaipur, in Rajasthan, il turista italiano, ricoverato con la moglie da due settimane perché affetto dal Covid-19: lo dicono i media indiani e lo confermano fonti del tour operator italiano da cui la coppia aveva acquistato il viaggio. Qualche giorno fa l'uomo, 68 anni, medico di Codogno in pensione, era stato dichiarato negativo dai medici dell'ospedale indiano dopo essere stato curato.

Londra chiude 40 stazioni della metropolitana

Trump esclude lockdown nazionale in Usa

Donald Trump ha escluso per ora un lockdown su scala nazionale: "Non è necessario, lo hanno fatto la California e New York ma la situazione non è ovunque la stessa", ha detto il presidente degli Stati Uniti in una conferenza stampa alla Casa Bianca sul coronavirus. Trump ha poi fatto un passo indietro rispetto alle accuse mosse ieri alla Cina, colpevole del ritardo di informazioni sul "virus cinese": "Ho una relazione molto buona con la Cina ed il presidente Xi e lo rispetto". Il presidente ha aggiunto che è triste che "questo sia venuto fuori dalla Cina ed è finito fuori controllo", riferendosi al virus. "Io rispetto la Cina ed il presidente Xi", ha concluso. Ieri Trump ha annullato la riunione del G7 a Camp David. Lockdown in California: 40 milioni di persone a casa. Usa e Messico hanno concordato di sospendere i viaggi non essenziali al confine, lo ha reso noto il segretario di stato Mike Pompeo. Da Washington arriva la notizia che Ivanka Trump è risultata negativa al test del coronavirus ed è tornata a lavorare alla Casa Bianca.

Cnn: 15.599 casi negli States. I morti sono 197. Quasi la metà è stata registrata nello Stato di New York. Il governatore Cuomo ha detto che ci sono 7.102 casi di coronavirus nello Stato e che sono stati effettuati i test a oltre 32.000 persone. I casi registrati nella città di New York sono 4.408. L'attenzione al caso di una casa di riposo vicino a Seattle, dove 35 persone sono già morte di Covid-19. Altri giocatori contagiati nell'Nba

Canada, il primo ministro Justin Trudeau ha annunciato oggi che rispedirà i richiedenti asilo alla frontiera negli Stati Uniti a causa della pandemia. Trudeau, che è in autoisolamento dopo che la moglie è risultata positiva al virus, in settimana aveva dichiarato che i migranti illegali sarebbero stati messi in quarantena, ma oggi ha fatto marcia indietro e ha affermato che Canada e Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per respingerli alle frontiere.  

Spagna, superati i 1.000 morti

In Spagna si sono superati i mille morti. Lo ha annunciato il ministero della salute, precisando che i casi di Covid-19 hanno raggiunto quota 19.980, 2.833 in più rispetto a ieri (+16,5%), mentre i decessi sono cresciuti di 235, arrivando a 1.002. Sono 1.141 i pazienti in terapia intensiva. Il governo spagnolo ha ordinato la chiusura degli hotel a eccezione di quelli messi a disposizione dei servizi sanitari. In una disposizione pubblicata nella Gazzetta ufficiale dello Stato, l'esecutivo ordina la sospensione dell'apertura al pubblico di tutti gli hotel e alloggi simili e di brevi soggiorni come roulotte, entro sette giorni, in tutto il Paese. 

Di fronte a situazioni di crisi come quella sperimentata dalla Spagna con la pandemia di Covid-19 e in un contesto di risorse limitate, le persone con le migliori possibilità di sopravvivenza devono avere la priorità per essere ricoverate in unità di terapia intensiva. "Ammettere un ingresso può significare negarne uno a un'altra persona che potrebbe beneficiarne di più, quindi è necessario evitare il criterio dell'accesso in base agli arrivi". Sono le raccomandazioni contenuto in un documento sull'emergenza preparato dal gruppo di lavoro di bioetica della Società spagnola di medicina Intensiva, Critica e Unità Coronarie (Semicyuc). Il documento chiarisce che l'età del paziente "non dovrebbe in nessun caso essere l'unico elemento da considerare nelle strategie di ammissione al ricovero". Ne dà conto il giornale El Mundo. Ma il presidente della Comunità di Madrid, Isabel Di'az Ayuso, ha però smentito che l'amministrazione si prenda cura dei pazienti con il coronavirus in base alla loro aspettativa di vita e ha avvertito che ci sono "molte bufale" e "falsità". "Mi risulta che l'assistenza sanitaria tratti tutti i pazienti allo stesso modo, nessuno viene affatto selezionato".

image

Boom di decessi in Gran Bretagna. Ospedale nel caos

Aumento dei decessi in Gran Bretagna, il bilancio sale a 184 i morti accertati per coronavirus, con un nuovo picco di 40 decessi in più in un giorno secondo i dati diffusi oggi dal ministero della Sanità britannico. E arriva la notizia anche del primo ospedale in crisi per il numero di pazienti ricoverati per sospetto contagio. Il Northwick Park Hospital di Harrow, un sobborgo di Londra, dichiara di aver esaurito i sui 33 posti letto disponibili per l'emergenza.

In Inghilterra e Galles, si chiede a medici e infermieri in pensione di tornare al lavoro. Oltre 65 mila lettere saranno inviate per chiedere loro di rientrare in servizio.

A Londra intanto proseguono le chiusure: i magazzini Harrods hanno annunciato lo stop da stasera. Resteranno aperte solo la parte alimentare e la farmacia. Il direttore Michael Ward: "Harrods ha affrontato molte sfide durante i suoi 170 anni di storia. Abbiamo continuato a servire i nostri clienti durante la Seconda Guerra Mondiale e abbiamo chiuso solo per un breve periodo di tempo dopo l'attacco con un'autobomba degli anni '80", ha ricordato.

E' polemica sui social in Gran Bretagna per un tweet della sottosegretaria per la salute, Nadine Dorries, che ieri - citando l'emittente britannica Itv - ha scritto che "l'Italia ha smesso di intubare pazienti" malati di Covid-19 "di età superiore ai 60 anni". L'ambasciata italiana ha chiesto di smentire trattandosi di una fakenews. Il post è stato successimante cancellato.

Germania: quasi 3mila contagi in un giorno

Continuano a far rabbrividire i numeri della Germania. Sono 13.957 i casi positivi al coronavirus registrati ufficialmente alla mezzanotte del 20 marzo: 2958 in più di ieri. Lo ha affermato il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, aggiungendo che le vittime sono 31, 11 più di ieri (Dpa parla di 44 morti). "Una crisi di entità inimmaginabile". Domenica potrebbe essere decretato anche in Germania il lockdown. La Baviera, il più grande Land tedesco, anticipa i tempi: le autorità in fatti hanno disposto la chiusura, il lockdown decidendo di imporre il confinamento della popolazione  "Ridurremo quasi a nulla l'insieme della vita pubblica", ha annunciato il capo del Governo bavarese, Markus Soeder. Sarà possibile uscire di casa solo per fare acquisti indispensabili, andare in farmacia o dal medico, aiutare persone bisognose, visitare il proprio partner o per fare sport. Berlino: "Solidarietà all'Italia, combattiamo insieme".

image

Perchè in Germania ci sono più contagiati ma si muore di meno.

La Francia pronta a nuove misure

Il governo francese è pronto a mettere in campo "nuove misure per la limitazione della circolazione se necessarie per fermare la diffusione del Covid-19". Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha convocato un nuovo consiglio della Difesa. Molto probabile un allungamento delle misure di isolamento sociale. Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, ha avvertito: "Se l'Ue abbandona l'Italia non si riprende". Sempre Le maire ha ipotizzato un bonus di 1.000 euro esentasse per i lavoratori che prosegiono la loro attività. Ufficialmente rinviato il Festrival del cinema di Cannes. A Nizza chiusa la celebre Promenade des Anglais. Domani (sabato 21 marzo) chiusi gli uffici postali.to: "Siamo solo all'inizio ma lo Stato regge". Oggi la Francia conta 450 morti e 12.612 casi confermati di coronavirus. La Francia ha effettuato oltre 50.000 test.

Europa, contagiati sempre in aumento

In Austria i casi di coronavirus sono 2.203, 360 in più rispetto al giorno prima. Le vittime sul territorio austriaco sono dieci. Vienna prolunga le limitazioni fino al 13 aprile. In Serbia scatta la chiusura delle frontiere. In Belgio sono arrivate 5 milioni di mascherine di protezione, provenienti dalla Cina. Bruxelles: 462 i nuovi casi positivi (2.257). Ieri 16 morti, totale 37. Frontiere chiuse in Belgio ad eccezione del trasporto merci o per motivi "essenziali". In Portogallo aumento del 30% nelle ultime 24 ore. I positivi sono 1.020. Oltre 120 sono ricoverati in ospedale, una ventina in terapia intensiva. Nuovi dati dall'Olanda: 106 morti e 2.994 persone positive. Nelle ultime 24 ore: 30 pazienti morti, mentre sono 534 i nuovi casi. La Polonia è entrata oggi in "stato di emergenza". 

Cina: zero casi a Wuhan

Wuhan, il focolaio della pandemia del coronavirus, non ha riportato nuovi contagi per il secondo giorno di fila: in tutta la Cina, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale, ci sono stati altri 39 casi di infezione importata e 3 decessi, di cui 2 nella provincia dell'Hubei e uno in quella del Liaoning. I casi confermati sono saliti a 80.967 totali, comprensivi di 6.569 pazienti ancora sotto trattamento medico, di 3.248 morti e di 71.150 persone dimesse dagli ospedali, che hanno spinto la quota dei guariti all'87,8%.

image

Corea del Sud, i casi diminuiscono

In Corea del Sud sono ritornati a scendere sotto quota 100, a 87, all'indomani dell'impennata in attesa a 152: il Korea Centers for Disease Control and Prevention ha aggiornato i contagi a 8.652, in base ai dati della fine di giovedì. Sono 3 i nuovi decessi, per 94 totali.

Così nel resto del mondo

image

L'Australia ha chiuso le aree in cui vivono gli aborigeni per proteggere la popolazione dal coronavirus e ha avviato il rintracciamento di 2.700 persone sbarcate a Sydney da una crociera. Le Filippine vietano gli ingressi agli stranieri fino al 12 aprile. In Iran 149 nuovi morti (totale 1.433), i nuovi positivi sono 1.237 (19.644). In Pakistan 447 i contagi rispetto ai 332 di ieri (+34,6%). Tre i morti. In Israele è salito a 705 il numero dei contagi: 10 persone sono gravi, 15 sono guarite e i restanti non desterebbero preoccupazioni. In Cisgiordania il bilancio è di 48 palestinesi positivi e 17 guariti, la maggior parte dei quali a Betlemme. Altri 3.900 sono attualmente in quarantena. Primi tre casi confermati di Covid-19 in Madagascar. Il governo boliviano ha annunciato l'immediata chiusura delle sue frontiere terrestri e da sabato quella del suo spazio aereo. In Bolivia ci sono 16 positivi.

La fiamma olimpioca è arrivata in Giappone. Sulla sorte di Tokyo 2020 ancora non ci sono certezze. L'olimpionico Stefano Baldini: "Prima la salute".

La mappa live del contagio