California, test Coronavirus al Fabulous Forum arena in Inglewood (Ansa)
California, test Coronavirus al Fabulous Forum arena in Inglewood (Ansa)

Washington, 3 gennaio 2021 - Nuovo record di casi giornalieri di coronavirus negli Usa: nelle ultime 24 ore sono state registrate 299.087 nuove infezioni, per un totale di contagi dall'inizio dell'epidemia che sale a 20.430.797. Registrati anche altri 2.237 decessi legati alla malattia, per un totale di vittime è oltre quota 350 mila (350.214). Sono state già vaccinate più di 4 milioni di persone.

Coronavirus in Italia, bollettino del 3 gennaio. Dati Regioni e tabella

Usa, LA: carenza di bare

Negli Stati Uniti l'alto numero di vittime del Covid-19 cresce in maniera allarmante. A Los Angeles scarseggiano i pini per costruire le bare, e le pompe funebri non riescono a ospitare l'alto nuemro di corpi dei defunti. Il Daily Beast racconta di un'impresa di pompe funebri che ha affittato un camion-frigo di 15 metri per ospitare le salme. Ma gli straordinari del personale non bastano: "Il legno sta scarseggiando, soprattutto il pino, che è il più economico", ha confermato Auriel Suarez, proprietario della Universal Caskets Manufacturing Corporation, nell'est di Los Angeles. Nelle ultime settimane la California ha registrato un aumento dei decessi con oltre 24.000 morti. E altri 115 mila americani potrebbero morire di Covid nel prossimo mese, secondo alcune proiezioni. La campagna di vaccinazione lanciata il 14 dicembre paga i ritardi e finora ha toccato solo 4,2 milioni di persone, contro i 20 milioni previsti entro fine 2020. Gli Stati Uniti hanno finora autorizzato l'uso di due vaccini: uno sviluppato dalle società Pfizer e BioNTech, l'altro da Moderna. 

L'area di Los Angeles ha una media post natalizia di oltre 16 mila casi al giorno, con il record ieri di 19.063 contagi, e gli ospedali sono al collasso. Intanto il Paese è in apprensione per noto giornalista della Cnn: Larry King. L'87enne conduttore televisivo, famoso per il 'Larry King Live', uno dei più longevi talk show statunitensi, è ricoverato da una settimana allo Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles. 

image

Gb: un milione di vaccinati

"Abbiamo vaccinato un milione di persone, più del resto d'Europa messo insieme", esulta il premier britannico Boris Johnson ai microfoni del programma tv Andrew Marr Show, secondo quanto riporta la Bbc. Johnson ha sottolineato che da domani circa 530.000 dosi del vaccino Oxford-AstraZeneca saranno disponibili nei centri di vaccinazione e "qualche milione in più" del vaccino Pfizer deve ancora essere somministrato ai pazienti.

Johnson ha lanciato un appello ai genitori chiedendo loro di mandare i bambini a scuola domani, in quelle zone del Paese in cui il governo ha previsto la riapertura delle elementari. Il rinvio della riapertura deciso per Londra e nel Sud-Est dell'Inghilterra, le zone più colpite dalla nuova variante del virus, è una misura "eccezionale", ha spiegato il premier. "Le scuole sono sicure, è molto, molto importante sottolinearlo", dice. Il rischio per i bambini è molto, molto basso e, al contrario, i vantaggi di continuare a frequentarle sono enormi e la minaccia per il personale è minima".

In India anche il vaccino Covaxin

 Dopo l'autorizzazione all'uso di emergenza del vaccino contro il coronavirus AstraZeneca arriva anche il via libera, in India, a Covaxin, un vaccino prodotto dal laboratorio indiano Bharat Biotech.  Si tratta dei primi due vaccini approvati nel Paese che inizierà ora quella che sarà una delle più grandi campagne di vaccinazione del pianeta viste le dimensioni del territorio e la popolazione del gigante asiatico.  
Il vaccino sarà distribuito gratuitamente nel Paese e avrà come primi destinatari i gruppi prioritari tra cui gli operatori sanitari, secondo 'The Indian Times'.