Mascherine obbligatorie all'aperto in alcune zone di Parigi (Ansa)
Mascherine obbligatorie all'aperto in alcune zone di Parigi (Ansa)

Roma, 9 agosto 2020 - Gli Stati Uniti hanno superato i cinque milioni di casi positivi di Coronavirus. Il Brasile ha sfondato quota 100mila morti. E la Spagna è maglia nera d'Europa con più di 20mila contagi in una settimana. C'è poco da star allegri: nel mondo la pandemia del Covid-19 continua a non fare sconti e a galoppare. Se i numeri di Usa e America Latina sono pesantissimi, l'Europa assiste preoccupata ad un aumento dei contagi in Germania, Francia e Spagna. Sono 19.665.645 i casi di contagi da registrati globalmente. Questi i dati aggiornati dal sito del Coronavirus Resource Center della John Hopkins University, secondo cui i decessi attribuiti al Covid-19 nel mondo sono 727.353.

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi, 9 agosto

Usa, 5 milioni di casi

Gli Usa hanno superato i 5 milioni di casi, secondo il database del New York Times. Gli Stati Uniti guidano la triste classifica anche per numero di morti, oltre 162 mila.

Spagna maglia nera d'Europa

Brutte norizie arrivano da Madrid. Con 37.537 nuovi positivi jelle ultime due settimane (oltre 20mila solo negli ultimi sette giorni), la Spagna ha superato quelli totali di Germania, Francia e Regno Unito nello stesso periodo.

Parigi, mascherine all'aperto

La notizia era filtrata da qualche giorno. E adesso è diventata ufficiale. Con una decisione attesa da alcuni giorni la Prefettura di Parigi, su richiesta del Comune, ha deciso di imporre l'uso delle mascherine in alcune zone della capitale francese e dell'Ile-de-France a partire da lunedì. Per far fronte alla seconda ondata dell'epidemia di coronavirus che si è abbattuta su tutta la Francia.

Gran Bretagna

La Gran Bretagna ha confermato di aver registrato 1.062 nuovi casi di contagio, si tratta della prima volta dalla fine di giugno che il dato giornaliero supera quota 1.000. Il dato di ieri era di 758 infezioni.

Ucraina

Nelle ultime 24 ore in Ucraina si sono registrati 1.199 nuovi casi e 18 persone sono decedute. Lo riferisce il ministro della Salute di Kiev, Maksim Stepanov, ripreso dal Kyiv Post. Il totale dei contagi nella repubblica ex sovietica dall'inizio dell'epidemia sale così a 80.949. Le vittime accertate del nuovo virus sono in totale 1.897.

Brasile, oltre 100mila morti

Il Brasile ha superato ieri i 100 mila morti, e tre milioni di contagi dall'inizio della pandemia. Lo ha confermato il ministero della Sanità brasiliano. Nell'ultimo rapporto delle autorità sanitarie si indica che nelle ultime 24 ore sono stati confermati 49.970 casi di Covid-19, portando il totale generale degli infettati a 3.012.412.

Cina, 23 nuovi casi

Le autorità sanitarie cinesi hanno dichiarato di aver ricevuto segnalazioni di 23 nuovi casi confermati di COVID-19. Lo riporta China Xinhua News, aggiungendo che quelli importati sono otto. I casi di contagi interni sono stati segnalati nella regione autonoma dello Xinjiang Uygur.

Sudafrica, mezzo milione di contagi

Il Sudafrica ha superato i 10.000 morti da quando l'epidemia è apparsa in quel Paese, a marzo. Lo ha detto il Ministero della Salute sudafricano. Il Paese africano ha anche registrato un totale di 553.188 casi di contagio.

India, 7 morti in un centro di cura

Almeno sette pazienti sono morti oggi nell'incendio di un ospedale temporaneo per la cura dei malati da Covid nel sud-est dell'India, secondo quanto riferito da autorità locali alla Bbc. Le fiamme si sono sviluppate nel palazzo di Swarna a Vijayawada.

Iran

In Iran sono stati registrati 2.020 nuovi casi nelle ultime 24 ore, portando il totale a 326.712. 163 le nuove vittime, che aggiornano il bilancio a 18.427, ha riferito un portavoce del ministero della sanità nel briefing quotidiano sull'andamento dell'epidemia.

Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda supera l'obiettivo dei 100 giorni senza nuove trasmissioni a livello locale. L'annuncio è arrivato oggi dai responsabili della Sanità del paese. Attualmente ci sono 23 casi attivi di Covid-19 nel paese, tutti individuati al confine e seguiti all'interno
di strutture mediche in isolamento. Il primo caso in ingresso nel paese risale al 26 febbraio, l'ultima trasmissione a livello locale al primo maggio.