Coronavirus, in Germania medici al lavoro anche se positivi (ImagoE)
Coronavirus, in Germania medici al lavoro anche se positivi (ImagoE)

Roma, 13 novembre 2020 - L'epidemia da Coronavirus nel mondo non frena la sua corsa.  E' record di decessi di pazienti affetti dal Covid nel mondo: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 11.617 morti, il dato più alto dall'inizio della pandemia, secondo la Johns Hopkins University.  Record anche per il numero di casi registrati: oltre 666.000 in un solo giorno. L'Europa corre ai ripari: Austria verso il lockdown duro, mentre in Germania se manca personale potrenno lavorare anche medici e infermieri positivi al Covid.
E negli Stati Uniti bruciato un altro record di contagi: nelle ultime 24 ore sono stati segnalati oltre 140mila nuovi casi. Come riporta la Johns Hopkins University, nel Paese si sono registrati 143.231 casi in più di ieri, aggiornando così a 10.554.805 il totale dei contagiati.  La California è poi diventata il secondo stato americano, dopo il Texas, a superare la soglia del milione di casi. Con i quasi settemila contagi confermati in 24 ore, sono 1.000.631 i casi registrati nello stato. 

Svezia, coronavirus ai massimi: + 60% dei ricoveri in una settimana

Bollettino Coronavirus Italia: i contagi Covid di oggi 13 novembre

Austria verso il lockdown duro

In attesa del dato odierno dei nuovi contagi da Covid-19 che potrebbe sfiorare i 10.000 nuovi casi (pare il valore si attesterà sui 9.700-9.800), in Austria domani pomeriggio molto probabilmente sarà annunciato il nuovo 'lockdown duro' che dovrebbe scattare dalla mezzanotte di martedì prossimo. Ad annunciare le nuove urgenti misure anti-contagio sarà il cancelliere Sebastian Kurz.

In particolare  l'esecutivo dovrebbe annunciare la chiusura di centri commerciali e negozi al dettaglio e sta ancora discutendo se chiudere o meno le scuole.  All'inizio del mese è entrato in vigore il coprifuoco notturno dalle 20 alle 6, in aggiunta alla chiusura di teatri, cinema e musei, così come di ristoranti e bar (che possono però fare servizio da asporto). 

Germania, al lavoro medici e infermieri positivi

In Germania anche medici e infermieri che risultano positivi al coronavirus potranno lavorare nelle cliniche o nelle case di cure se questo si renderà necessario a causa della mancanza di personale, ha stabilito il ministro alla Sanità Jens Spahn, a quanto riferiscono i media tedeschi. "La via migliore è che una persona che ha contratto l'infezione e le persone che erano in contatto si sottopongano a quarantena. Ma se poi, a causa dell'autoisolamento e delle altre misure di contenimento, non ce ne sono più abbastanza negli ospedali, negli studi medici e nelle case di cura, tanto che questi rischiano il collasso, allora bisogna vedere di trovare altre soluzioni", ha spiegato Spahn alla Giornata dell'assistenza medica. In quel caso, le persone di contatto possono continuare a lavorare, sia pur facendo "continui tamponi e portando le mascherine Fffp2". 
E anche in Germania si assiste a un nuovo record di casi di Coronavirus: nelle ultime 24 ore si sono registrati 23.542 contagi, riporta il Robert Koch Institute, aggiornando a 751.095 il totale dei positivi. E' invece salito a 12.200 il totale delle persone che in Germania hanno perso la vita dopo aver contratto il Covid-19, 218 in più rispetto a ieri.

Caraibi, 5 positivi in crociera

Cinque passeggeri sono risultati positivi al coronavirus sulla prima crociera nei Caraibi dopo lo stop per la pandemia deciso a marzo. E' accaduto a bordo della Sea Dream 1 con a bordo 66 membri dell'equipaggio e 53 turisti, per lo più americani, riferiscono due giornalisti che erano stati invitati dalla compagnia per documentare la ripresa dei viaggi. 
La nave è stata costretta a rientrare alle Barbados dopo che durante la tappa alle isole Grenadine una passeggera era risultata positiva. Il numero di contagiati è stato comunicato dal capitano in un annuncio. Il SeaDream Yacht Club si è limitato a confermare che ci sono casi di Covid-19 a bordo e che tutti gli ospiti e l'equipaggio non essenziale sono rimasti in quarantena nelle loro stanze, nel pieno rispetto dei protocolli sanitari. Se negativi al prossimo tampone, i passeggeri dovrebbero essere autorizzati a sbarcare alle Barbados.

Australia, vaccino produce anticorpi

na buona notizia viene dall'Australia: i primi test di un potenziale vaccino contro il Covid-19, sviluppato da un'università australiana e da Csl Ltd, hanno dimostrato che è sicuro e produce anticorpi. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Greg Hunt.  Le aziende farmaceutiche stanno correndo per sviluppare trattamenti efficaci per la malattia in mezzo a un'ondata di casi di Covid-19 che ha ucciso oltre un milione di persone e ha colpito l'economia mondiale. Diversi candidati, tra cui quelli prodotti da Pfizer Inc e AstraZeneca, dovrebbero annunciare a breve i risultati dell'ultima fase di test.

I dubbi di Musk sui test

Il Ceo di SpaceX, l'eccentrico miliardario patron di Tesla Elon Musk, ha messo in dubbio l'accuratezza dei test per il coronavirus sottolineando di essersi sottoposto a quattro test, risultando positivo a due e negativo ad altrettanti, nello stesso giorno.  "Sta accadendo qualcosa di estremamente fasullo. Sono stato sottoposto a test per il Covid quattro volte oggi. Due sono risultati negativi e due positivi. Stessa macchina, stesso test, stesso infermiere. Test antigenici rapidi della BD (Becton, Dickinson and Company)", ha scritto su Twitter Musk che riporta "sintomi lievi, come di un'influenza".  Il numero uno di SpaceX ha aggiunto di aver effettuato anche alcuni test molecolari Pcr in altri laboratori e di attendere i risultati.

Nuovo record anche in Russia

La Russia ha registrato un boom di casi di coronavirus: 21.983 in un solo giorno, in aumento rispetto ai 21.608 di ieri. Il totale dei contagi in Russia è pari a 1.880.551. Nelle ultime 24 ore si contano anche 411 morti, in lieve decremento rispetto al record di ieri di 439 decessi. Il bilancio complessivo delle vittime è di 32.443.