Coronavirus, il mondo si prepara al Natale (Ansa)
Coronavirus, il mondo si prepara al Natale (Ansa)

Roma, 20 novembre 2020 - Non accenna a placarsi la nuova ondata di coronavirus, e il mondo cerca di correre ai ripari: i contagi sono arrivati a quota 56.898.415, con 1.360.381 decessi accertati a livello globale, secondo il conteggio della Johns Hopkins University, che aggiorna costantemente i dati sulla pandemia. Il Paese più colpito sono sempre gli Stati Uniti, con 11.715.316 casi e 252.535 decessi. Dagli Usa il presidente eletto Joe Biden (che oggi compie 78 anni) fa sapere che non ci sarà lockdown: "Ho detto che non chiuderò l'economia, ma il virus".

Il bollettino Covid Italia del 20 novembre

L'Europa punta sui vaccini

"Dobbiamo essere pronti -  dice il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel -  abbiamo concordato di velocizzare la preparazione dei piani nazionali di vaccinazione, per assicurare che i vaccini siano a disposizione dei cittadini europei, quando verranno autorizzati". 
Dal canto suo la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen raccomanda l'uso dei test rapidi antigenici: "Il gold standard sono sempre i test Pcr", i tamponi, ma "sono di gran lunga più costosi, hanno bisogno di grande capacità di laboratorio e ci vuole più tempo per avere il risultato. Quindi i test antigenici rapidi sono molto interessanti per gestire focolai o per monitorare regolarmente categorie a rischio. Come minimo - aggiunge - devono essere efficaci all'80%, il che vuol dire che su cinque positivi ne devono individuare "almeno 4".

Gran Bretagna: con autorizzazione, vaccini già dal prossimo mese

In Gran Bretagna la vaccinazione anti-Covid potrebbe iniziare già dal prossimo mese. È quanto ha riferito il ministro della Salute, Matt Hancock, sottolineando che tutto è incerto in quanto dipenderà dalle autorizzazioni. “Se.. ed è ancora un se...se le autorità di regolamentazione approveranno un vaccino, saremo pronti ad iniziare la vaccinazione il mese prossimo, ma il grosso del programma di vaccinazione sarà nel nuovo anno”, ha detto intervenendo ai Comuni.

Il ministro inglese ha poi aggiornato sulla situazione Coronavirus nel Paese specificando che "il secondo picco (della pandemia) è in fase di appiattimento” e che il governo ha formalmente chiesto all'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari di valutare l'idoneità del vaccino Pfizer-BioNTech affinché sia autorizzato all'uso nel Regno Unito.
 

Usa, più di 2mila morti in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno registrato 2.015 morti in 24 ore per coronavirus e altri 187.833 nuovi casi di Covid-19.  Stando all'ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University, gli Stati Uniti sono il paese più colpito al mondo dalla pandemia, con 11.715.316 casi e 252.535 decessi.

image

Cina, 1 milione di vaccinati

Sono quasi un milione le persone alle quali in Cina è stato somministrato un vaccino di emergenza per il Covid-19, ancora in fase sperimentale, ha annunciato l'azienda Sinopharm. Le autorità cinesi hanno rilasciato il vaccino a luglio, per gruppi selezionati di persone. Tra queste, funzionari di governo, studenti, persone che per ragioni di lavoro si recano all'estero. 

Gran Bretagna, rallenta il contagio 

Segnali positivi sul rallentamento della diffusione del coronavirus nel Regno Unito dopo oltre due settimane di lockdown nazionale bis in Inghilterra e misure restrittive severe anche in Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Lo indicano le ultime statistiche aggiornate dell'Oms secondo quanto riporta la Bbc. I dati certificano negli ultimi giorni una stabilizzazione dei contagi complessivi in Inghilterra (dove vivono circa 55 milioni dei 66 milioni di abitanti totali del Regno) e in Scozia; e un calo più marcato in Galles e Irlanda del Nord. I contagi restano tuttavia in aumento fra i ragazzi in età scolare - con le scuole aperte - mentre scendono fra gli adulti.

Russia, nuovo record di contagi

Nuovo record di casi di Covid-19 in Russia: nelle ultime 24 ore altri 23.610 contagi confermati, che portano il bilancio complessivo a due milioni 39.926 infezioni.  Mosca resta l'epicentro della pandemia in Russia, con altri 6.438 casi nelle ultime 24 ore, mentre San Pietroburgo segue con 2.394 casi.  I nuovi decessi a livello federale sono 462, per un bilancio complessivo di 35.311 morti attribuiti al Covid-19 da inizio pandemia.

Germania, tutti i dati

 In Germania sono stati registrati 23.648 nuovi casi di coronavirus, per un totale di 879.564 dall'inizio della pandemia. Secondo i dati diffusi dal Robert Koch Institute i nuovi decessi accertati nelle ultime 24 ore sono stati 260, per un totale di 13.630. 

India: 9 milioni di contagi

I casi di coronavirus in India hanno superato i 9 milioni, ha annunciato ufficialmente il ministero della Salute. Il Paese è così il secondo al mondo con il maggior numero di contagi, dopo gli Stati Uniti. Il numero totale dei positivi è di 9.004.000, con 132.162 vittime.

Coprifuoco in California

Il governatore della California Gavin Newsom ha ordinato il coprifuoco, a partire dalle ore 22, da domani, nella maggior parte delle aree dello Stato Usa, nel tentativo di rallentare la curva del contagio da SARS-CoV-2. Sono anche numericamente limitati gli incontri sociali in presenza.

Messico, superati i 100mila morti

Il bilancio delle morti per coronavirus in Messico ha superato le 100 mila vittime, portando il Paese diventare il quarto al mondo ad aver oltrepassato questa soglia. "Oggi in Messico abbiamo 100 mila persone che hanno perso la loro vita a causa del Covid", ha detto il viceministro della Salute, Hugo Lopez-Gatell, in conferenza stampa.