Due persone giocano a scacchi in Madison Square, New York (Ansa)
Due persone giocano a scacchi in Madison Square, New York (Ansa)

New York, 24 aprile 2020 - I morti per Coronavirus hanno superato quota 190 mila, con un numero complessivo di casi che ha passato la soglia dei 2,7 milioni. I numeri forniti dalla Johns Hopkins University sono tragici: 190.861 decessi a fronte di 2.709.408 contagiati e 738.490 guariti. E mentre gli Stati Uniti si confermano attualmente il Paese più colpito, toccando quasi la cifra di 50.000 morti (49.759), e 866.646 casi accertati di Covid-19, Trump ha suggerito agli americani di iniettare disinfettante e prendere il sole per combattere l'emergenza. Nel frattempo l'Oms lancia una "collaborazione storica" per accelerare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione equa del vaccino e delle terapie, lanciata oggi dal segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, il direttore dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, e il presidente francese Emmanuel Macron. Usa e Cina non hanno partecipato.

Trump: iniettiare disinfettante

Il presidente americano Donald Trump ha suggerito una possibile strategia per contrastare il Covid-19. ''Vedo che il disinfettante lo distrugge in un minuto. Un minuto. Non c'è un modo di fare qualcosa di simile, iniettandolo? Sarebbe interessante verificarlo'', ha azzardato The Donald, nel corso del breafing quotidiano alla Casa Bianca. Inoltre Trump ha invitato gli americani a ''prendere il sole'', e suggerito anche l'uso di raggi ultravioletti per contrastare il virus, basandosi su uno studio che vuole il Covid-19 sensibile alla luce del sole ed alle alte temperature. Infine ha aggiunto: ''Non sono un dottore', sono qui per illustrare delle idee''. Ma è subito scattata la polemica, con molti esperti che hanno bollato come "irresponsabile e pericoloso" il suggerimento del presidente: potrebbe spingere qualcuno a provare a iniettarsi la candeggina in casa per conto proprio. "Era una proposta sarcastica" si è difeso più tardi Trump davanti ai giornalisti.

image

Trump poi si è detto in disaccordo con il super esperto Anthony Fauci che sosteneva che gli Stati Uniti sono ancora indietro sui test per il coronavirus. Secondo il tycoon invece molti paesi al mondo "vogliono i nostri test. Siamo coloro che ne stanno facendo di più". Il presidente non esclude di estendere oltre il primo maggio le linee guida federali sul lockdown.

Infine Trump ha commentato le indiscrezioni di stampa sulle gravi condizioni in cui verserebbe il leader nordcoreano Kim Jong-un dopo un'intervento chirurgico, definendole "non corrette". "Abbiamo un buon rapporto con la Corea del Nord, ho un buon rapporto con Kim Jong-un e spero stia bene", ha dichiarato il presidente.

Intanto per contrastare l'emergenza economica la Camera Usa ha approvato lo stanziamento di 484 miliardi di dollari in aiuti per le piccole e medie imprese e per gli ospedali che fronteggiano il coronavirus, e anche per poter condurre un numero maggiore di test. Avendo già ottenuto il via libera dal Senato, ora spetta al presidente Donald Trump firmare il provvedimento per renderlo esecutivo. 

Il Segretario di Stato americano, Mike Pompeo, è tornato ad attaccare la Cina: "ha causato enormi sofferenze, perdita di vite umane" e "il Partito comunista cinese ne pagherà le conseguenze". Pompeo lo ha detto intervenendo a una trasmissione su Fox.  "La Cina ha causato enormi sofferenze, perdita di vite umane e ora una grande sfida per l'economia globale e anche per l'economia americana, non condividendo le informazioni in suo possesso".

Usa, quasi un milione di casi

Il bilancio delle vittime per il coronavirus negli Stati Uniti supera i 50 mila morti. Gli Usa sono sempre di più l'epicentro della pandemia e viaggiano ormai verso il milione di casi di contagio. I pazienti positivi sono attualmente oltre 870.000, secondo gli ultimi dati della John Hopkins University. Il maggior numero di vittime nelle ultime 24 ore ancora a New York: ben 422, che fanno salire il bilancio dello Stato ad almeno 17.740 morti. Oltre 263 mila i casi, secondo gli ultimi dati forniti dal governatore Andrew Cuomo. 

New York: 1 su 5 ha anticorpi

A New York il Coronavirus è di casa, secondo il risultato di un preliminare di un test su 3 mila residenti, presentato dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, un abitante della Grande Mela su cinque è positivo agli anticorpi per il Covid-19. Un dato che fa pensare che il contagio sia molto più diffuso di quanto non si pensasse. Se venisse confermato da altri test significherebbe che molti newyorkesi (2,7 milioni) hanno avuto il coronavirus e sono sopravvissuti. In più si potrebbe dedurre che il tasso di mortalità è molto più basso di quanto si credesse. "I test possono anche dirti il tasso di contagio nella popolazione, cioè dove è più alto, e dove è più basso, e ciò potrà essere utile una strategia di riapertura", ha sottolineato Cuomo. 

image

Cina

In Cina si sono registratti 6 nuovi casi e nessun decesso. I nuovi contagi sono quattro importati e due locali. Pechino ha dichiarato che vi sono 34 casi asintomatici e 915 'attivi' di cui 57 in condizioni critiche. A Wuhan, la città cinese da cui si è diffusa l'epidemia, non ci sono più pazienti in condizioni ritenute gravi, e in tutta la provincia Hubei, il numero dei malati è sceso sotto quota 50. Il numero di malati ancora ricoverati è sceso sotto quota mille (915). Il totale dei contagiati, dall'inizio dell'epidemia, è di 82.804 unità, con 4.632 morti. Ora il problema si è spostato nel nord-est del Paese, dove si è registrato un nuovo focolaio nella città di Mudanjiang, nella provincia dello Heilongjiang. Al momento ci sono 14 nuovi casi di contagio. Altro focolaio a Harbin, sempre nello Heilongjiang, dove i casi di contagio sono arrivati a quota 81.

Germania

Continua a salire il numero di morti in Germania: 5.321 decessi, con 150.383 casi confermati, secondo i dati forniti dal Robert Koch Institute (Rki). Sono 2.337 i nuovi contagi e 227 i decessi in più rispetto a ieri. I contagiati sono in leggero calo rispetto agli incrementidei precedenti tre giorni precedenti.

Spagna

In Spagna sono in calo i decessi giornalieri: nelle ultime 24 ore i morti sono stati 367, in diminuzione rispetto ai 440 di ieri, scrive El Pais. I morti sono 22.524 dall'inizio dell'epidemia nel Paese. 

Francia

C'è il primo calciatore di Ligue 1 positivo al coronavirus ricoverato in rianimazione. E' Junior Sambia, 23 anni, centrocampista. Il giocatore è ricoverato da almeno due giorni in ospedale di Montpellier, nel sud della Francia. Ieri è stato trasferito in rianimazione per l'aggravarsi delle sue condizioni. A marzo era risultato positivo il sudcoreano Hyun-jun Suk, che gioca nel Troyes (Ligue 2).  La Francia ha registrato nelle ultime 24 ore altri 389 morti per Covid-19, un numero più  basso dei giorni precedenti. Il triste bilancio si ferma a 22.245.
Per quanto riguarda le attività Il governo francese deciderà a fine maggio quando permettere la riapertura di bar e ristoranti. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze, Bruno Le Maire, sottolineando che l'esecutivo inizierà dall'11 maggio ad allentare alcune delle restrizioni adottate per tentare di limitare la diffusione del coronavirus.

Gran Bretagna

Il bilancio dei decessi per Coronavirus negli ospedali inglesi sale a 19,506, con un aumento di 684 unità in 24 ore. I casi confermati nel Paese sono 143.464, con una crescita di 5.386 rispetto a ieri. I test eseguiti, seppur in leggero aumento, restano peraltro ancora lontani dal target di 100.000 al giorno promesso dal governo per fine mese.

Austria

In Austria gli allenamenti delle squadre che partecipano alla Bundesliga sono ripresi lunedì, ma c'è già un giocatore positivo. Il caso è stato registrato nell'Sv Mattersburg, e il calciatore è stato posto in quarantena. Ieri gli ultimi quattro club della massima serie, Admira, WSG Tirol, Altach e Mattersburg erano tornati ad allenarsi. Il positivo fortunatamente, non è stato reso noto il nome, non si è presentato in campo alla ripresa degli allenamenti. Nei tamponi eseguiti agli giocatori "non è stata notata nemmeno una carica virale debolmente positiva". In Austria lunedì 4 maggio riparte anche la scuola. Gli studenti delle ultime classi delle medie e chi dovrà sostenere la maturità torneranno in classe. Una riapertura dopo sei settimane di stop. Il ministro dell'Istruzione Heinz Fassmann: "Se andrà tutto bene e i contagi non saliranno nuovamente, la seconda tappa sarà il 15 maggio quando potranno tornare a scuola gli scolari delle scuole elementari e quelli delle medie di età compresa tra i 6 e i 15 anni".

Olanda, stop definitivo al campionato

La massima lega calcistica olandese, la Eredivisie, la parola fine al campionato. Il consiglio della Eredivisie ha deciso, "previa consultazione di club, giocatori e allenatori, e con l’approvazione del Consiglio di vigilanza, di interrompere la competizione 2019/2020 e di assegnare i posti per le competizioni europee sulla base dell’attuale classifica, conformemente alle linee guida Uefa. In relazione a promozioni e retrocessioni, è stato deciso di non promuovere e di non retrocedere alcun club".

La Repubblica Ceca riapre i confini

Mossa a sorpresa, il governo della Repubblica Ceca ha riaperto i confini e annullato il divieto sui viaggi per e fuori dal Paese, dopo che le cifre ufficiali sull'epidemia di Covid-19 hanno registrato un calo nel numero dei contagi. L'annuncio è stato dato dal ministro della Salute, Adam Vojtech.

Assalto hacker al laboratorio di Wuhan

La storia ha il sapore dell'intrigo internazionale. Il laboratorio di Wuhan, al centro delle speculazioni internazionali sull’origine del Coronavirus, è finito nel mirino degli hacker. Il South China Morning post, citando un rapporto del sito web di intelligence Site, scrive che il Wuhan Institute of Virology, era tra gli obiettivi dei pirati informatici che avevano anche preso di mira indirizzi email e login di dipendenti dell’Oms, finiti online martedì. Le informazioni sono state diffuse con account Telegram, Twitter e altri canali, soprattutto quelli già utilizzati da estremisti di estrema destra, mentre ci sono stati tentativi di entrare nelle caselle di posta elettronica grazie ai dati raccolti. L’Oms ha confermato ieri dal suo sito web di essere stata attaccata dai pirati informatici capaci di sfilare 450 indirizzi email e password, senza mettere però «a rischio i sistemi perché i dati non erano recenti».

Corea del Sud

Corea del Sud, giovedì appena 6 nuovi casi, di cui 2 importati: il totale è di 10.708. Il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), nel bollettino quotidiano, non ha dichiarato altri decessi. I morti restano 240. I guariti sono 8.501, 90 in più rispetto a mercoledì. Il calo drastico delle infezioni è attribuito alla chiusura dei focolai di contagio e alle misure di stanziamento sociale in vigore per un mese fino al 5 maggio in tutto il Paese.

Mondo

Giappone, almeno 91 membri dell'equipaggio della nave da crociera Costa Atlantica attraccata a Nagasaki, sono risultati positivi al coronavirus. A bordo non ci sono passeggeri: la nave è arrivata in porto a gennaio per riparazioni. La Tunisia registra altri 9 nuovi contagi per un totale di 918 casi. I decessi ufficiali rimangono 38 mentre aumentanon i guariti, 190. Turchia, secondo giorno di coprifuoco in 31 province, e durerà per 4 giorni, da ieri al 26 aprile 2020. Tutti a casa e negozi chiusi per cercare di arginare la diffusione del coronavirus Sars-Cov2. Pakistan, il numero di morti è salito a quota 237, a fronte di 11.155 casi. I guariti sono 2.527. La provincia con il maggior numero di casi è il Punjab Orientale (4.767). In Israele i casi positivi sono saliti oggi a 14.882, mentre i decessi sono 193. Finora 5.685 persone sono guarite. La città più colpita dalla pandemia resta Gerusalemme con 3.116 contagi, seguita dalla cittadina ortodossa di Bnei Brak (2.635) e da Tel Aviv (492). In Libia si registra un secondo decesso per coronavirus. Il totale dei contagi confermati è 68 e i malati guariti sono 15. In Russia sono 5.849 i casi nelle ultime 24 ore. In totale, dall'inizio dell'epidemia i contagi accertati in Russia sono 68.622 e i morti 615, di cui 60 nelle ultime ore. Mosca è la zona più colpita del Paese: ci sono 2.957 nuovi casi, per un totale di 36.897 contagiati. I morti nella capitale sono in tutto 325, di cui 37 deceduti nelle ultime 24 ore. Singapore ha registrato 897 nuovi casi di contagio, la maggioranza nei dormitori dei lavoratori stranieri. Il ministero della Salute conta più di 10mila infezioni. Boom di casi in Indonesia: nelle ultime 24 ore sono stati individuati altri 436 contagi per un totale di 8.211. I morti sono 689. In Ucraina 477 casi nelle ultime 24 ore, che portano a 7.647 il totale dei contagi. Le vittime sono 193, mentre 601 sono i guariti. Iran, 1.148 nuovi casi. Il totale dei contagi in tutto il Paese è salito a 88.194. Il numero dei morti è aumentato a 5.574. Filippine, oltre 7.000 casi. I morti sono 477. Il presidente Rodrigo Duterte ha prolungato il lockdown a Manila, dove si registrano due terzi dei decessi, fino al 15 maggio.   

image

La mappa live del contagio

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19