Roma, 28 luglio 2020 - Sono 57.039 i nuovi contagi e 679 i decessi da Coronavirus registrati negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore. Secondo i dati della Johns Hopkins University, il bilancio dei decessi si è aggravato a 147.285 mentre le infezioni totali sono 4.275.346. Il presidente Donald Trump ha esortato i governatori di alcuni Stati ad allentare le restrizioni imposte per far fronte alla diffusione del Coronavirus. "Credo davvero che molti governatori dovrebbero aprire gli Stati che non stanno aprendo", ha detto Trump. E il messaggio di Trump ai governatori è in netto contrasto con i consigli che i membri della task forcedella Casa Bianca stanno dando loro. Esperti come il virologo Anthony Fauci, infatti, ritengono che gli Stati con un numero elevato di casi dovrebbero chiudere bar e ristoranti se non lo hanno già fatto.

Oms: "Un'unica ondata, non è stagionale come l'influenza"

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi, 28 luglio

image

Intanto sul tema vaccino, il virolo della Casa Bianca Anthony Fauci fa un assist a Trump. La sorpresa d'ottobre del vaccino negli Usa "è possibile". Così Fauci rimette The Donald in partita nella corsa elettorale, a dispetto dello svantaggio a doppia cifra nei sondaggi contro lo sfidante democratico Joe Biden, a 98 giorni dall'Election Day. "Otterremo la vittoria sul virus sguinzagliando il genio scientifico americano", ha dichiarato trionfalmente il capo della Casa Bianca, dopo l'annuncio dell'americana Moderna sull'avvio della fase finale dei test, seguito a stretto giro di boa da quello di Pfizer. Le due società hanno ricevuto quasi due miliardi di dollari di fondi federali nell'ambito della "Operation Warp Speed" lanciata da Trump per vincere la corsa al vaccino ed assicurarsi la rielezione. Biden ha così risposto a Trump: "Lo sviluppo di un nuovo vaccino richiede dedizione alla scienza, coordinamento, trasparenza, verità e onestà verso tutti e noi abbiamo un presidente che non rappresenta nessuna di queste cose". Così su Twitter il candidato democratico alla Casa Bianca.

Johnson e la seconda ondata

Boris Johnson: "Seconda ondata in Europa" (Ansa)

Contraddicendo il parere dell'Oms, il premier britannico Boris Johnson risponde alle  polemiche per aver imposto la quarantena ai britannici che rientrano dalla Spagna: "In alcune parti d'Europa stiamo assistendo a una seconda ondata della pandemia",avverte BoJo spiegandoo che "laddove vediamo che i rischi stanno rispuntando dobbiamo agire in modo rapido e deciso". Johnson ha assicurato che il governo sta cercando modi per "ridurre l'impatto della quarantena" ma "se i britannici tornano da Paesi dove ci sono nuovi focolai devono andare in isolamento". È il dovere del governo, ha sottolineato il premier che per la decisione è stato criticato nel Regno Unito e in Spagna.

Il Regno Unito ha registrato altre 119 vittime del coronavirus oggi per un totale di 45.878 da inizio pandemia, secondo l'aggiornamento fornito dal servizio sanitario inglese, che però il ministero della Sanità non pubblica perché non lo considera affidabile. Il dato comprende i decessi di persone positive al coronavirus anche per cause diverse, ma allo stesso tempo non comprende persone morte di coronavirus non sottoposte al test. Includendo queste ultime morti, il totale supera le 55mila.

Twitter e Facebook bloccano Trump jr

Twitter e Facebook hanno temporaneamente bloccato - per disinformazione - le funzionalità dell'account di Donald Trump Jr., reo di aver postato un video che viola la regole dell'azienda contro la disinformazione sul coronavirus. Le limitazioni inflitte dureranno 12 ore e al primogenito del presidente americano è stato chiesto di cancellare il tweet col video incriminato in cui - spiega il social media - "si diffondono informazioni fuorvianti e potenzialmente dannose sul Covid-19", come l'uso della idrossiclorochina,  il farmaco che il presidente americano, ma anche quello brasiliano Jair Bolsonaro, hanno spesso presentato come la panacea contro il coronavirus. 
 A quanto scrive il Washington Post, nel video - che è già stato visto da oltre 14 milioni di persone - si vedono alcuni medici affermare che indossare le mascherine "non è necessario" per proteggersi dal coronavirus, raccomandando invece l'utilizzo della idrissiclorochina, il farmaco anti-malaria di cui è stata dimostrata l'inefficacia contro il Covid. A quanto scrive il Washington Post, in tutto Trump ha condiviso 14 tweet in cui difende l'uso della clorochina.

image

Lukashenko: ho avuto il Covid

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, che la prossima settimana punta alla rielezione, ha annunciato di avere superato un caso asintomatico di Covid. "Oggi vedete un uomo che ha superato in piedi il Coronavirus. Lo hanno stabilito ieri i medici. Asintomatico", ha detto Lukashenko.  Lukashenko ha ripetutamente negato la gravità del virus e deciso di non imporre misure restrittive a livello nazionale, che a suo giudizio avrebbero danneggiato eccessivamente l'economia. Nelle elezioni del 9 agosto Lukashenko punta al sesto mandato consecutivo, dopo che due dei suoi principali oppositori sono finiti in carcere, senza la possibilità di candidarsi.  Secondo i dati ufficiali, in Bielorussia sono stati registrati oltre 67mila casi di contagio, con 61mila guarigioni e 543 decessi.

Belgio

La provincia belga di Anversa ha imposto un coprifuoco notturno, tra le 23.30 e le 6 del mattino, durante il quale si dovrà restare a casa, tranne che per gli spostamenti essenziali come andare al lavoro o all'ospedale. Lo ha annunciato lunedì sera la governatrice della provincia fiamminga, Cathy Berx. Nella provincia si concentra il 47% dei nuovi contagi della scorsa settimana in Belgio. "La situazione epidemiologica nella regione di Anversa ci obbliga sfortunatamente ad adottare delle misure supplementari", ha dichiarato la governatrice Berx, invitando i residenti a "restare a casa il più possibile" e i visitatori "a non venire". Oltre al coprifuoco notturno, Berx ha annunciato la chiusura di bar e ristoranti alle 23, l'invito a ricorrere al telelavoro, l'obbligo di mascherina nei luoghi pubblici per i maggiori di 12 anni e dove non può essere garantita la distanza fisica di 1,5 metri. Vietati infine gli sport di contatto.

Germania

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 633 nuovi casi. Lo ha riferito il direttore dell'Istituto Robert Koch (Rki), Lothar Wieler, che ha definito "molto preoccupanti" gli ultimi sviluppi in Germania, con la ripresa dei contagi. Il governo tedesco ha sconsigliato oggi i viaggi non essenziali in tre regioni della Spagna in seguito alle fiammate di nuovi casi che si registrano nel Paese. "I viaggi turistici non essenziali nelle comunità autonome di Aragon, Catalogna e Navarra sono attualmente sconsigliati".

Spagna

"La decisione di imporre una quarantena obbligatoria di 14 giorni ai viaggiatori che arrivano nel Regno Unito dalla Spagna e di sconsigliare britannici in viaggi non essenziali nel Paese iberico è un errore basato su valutazioni epidemiologiche errate". Lo ha detto il premier spagnolo, Pedro Sanchez, assicurando che gran parte del suo Paese, un punto di riferimento per i turisti del Regno Unito, ha avuto un tasso di infezione inferiore rispetto alla Gran Bretagna. "Stiamo discutendo con le autorità britanniche per cercare di indurle a riconsiderare una misura che, a nostro avviso non giusta se consideriamo i criteri epidemiologici della Spagna, in particolare in alcune destinazioni turistiche del nostro Paese".

Il ministero della Salute spagnolo ha segnalato 905 nuove infezioni da coronavirus nel Paese nelle ultime 24 ore, un dato che porta il numero totale dei contagi a 280.610 dall'inizio della pandemia. Il bilancio delle vittime sale a 28.436, con 6 morti negli ultimi sette giorni. I nuovi casi sono stati 50 in più rispetto a quelli registrati domenica (855) e superano di nuovo la soglia dei 900 casi, come accaduto lo scorso giovedì (971) e venerdì (922). Di questi nuovi casi, 357 sono stati registrati in Aragona, 147 a Madrid e 126 in Catalogna. 

Russia

Sono 5.395 i nuovi casi registrati in Russia nelle ultime 24 ore. Il totale dei contagi accertati nel Paese sale così a 823.515, il quarto al mondo in termini assoluti. Lo riferisce il centro operativo russo anticoronavirus precisando che nel corso dell'ultima giornata 150 persone sono morte a causa del virus Sars-Cov-2. Il totale ufficiale delle vittime del nuovo virus in Russia sale così a 13.504.

Ucraina

In Ucraina sono stati registrati 919 nuovi casi nelle ultime 24 ore, che portano a 66.575 i contagi accertati dall'inizio dell'epidemia. Nel corso dell'ultima giornata, 13 persone sono decedute a causa del virus Sars-Cov-2 facendo salire a 1.629 il totale delle vittime della nuova malattia.

Israele

Altre 1.998 persone sono risultate positive oggi in Israele, secondo quanto riportato dal ministero della Salute. Il bilancio nazionale delle vittime è arrivato a 474. 

Messico

La pandemia continua a colpire duramente il Messico. Il totale delle vittime è salito a 44.022 con i 342 decessi registrati nelle ultime 24 ore. Registrati anche 4.973 nuovi casi, per un totale di 395.489 infezioni.

Brasile

Altri 23.000 nuovi casi sono stati registrati in Brasile, dove le infezioni totali sono arrivate a 2.442.375. I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 614, aggravando il bilancio a 87.618. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie di Brasilia. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, positivo al Covid, è tornato ieri al lavoro.

Boliva

La presidente ad interim della Bolivia, Jeanine Anez, è stata dimessa dopo essere guarita dal Covid-19. "Grazie con tutto il cuore per l'amore e il supporto datomi durante la mia malattia da coronavirus. Sono stata dimessa e torno al lavoro normale", ha scritto Anez su Twitter. La Bolivia riporta 2.583 decessi e 69.429 casi confermati di Covid-19 ed è tra i Paesi più colpiti in America Latina.

Cina

Dopo i 61 nuovi casi registrati domenica, la Cina ne ha registrati lunedì altri 68, aggiornando i dati peggiori dalle 75 infezioni del 6 marzo. Secondo gli aggiornamenti forniti dalla Commissione sanitaria nazionale, i contagi a trasmissione locale sono stati 64, di cui 57 nello Xinjiang, 6 nel Liaoning e uno a Pechino. I 4 casi residui sono stati cassificati come importati: due accertati a Shanghai, uno a Pechino e uno nello Yunnan. I nuovi asintomatici confermati sono stati invece 34, di cui 6 importati.

Indonesia

L'Indonesia ha riferito di aver registrato oggi 1.748 nuovi contagi, portando il totale da inizio epidemia a 102.051 casi. Secondo il ministero della Sanità il numero dei morti nel paese del Sudest asiatico è cresciuto di 63, arrivando a 4.901 decessi.