Coronavirus Israele (Ansa)
Coronavirus Israele (Ansa)

Roma, 13 settembre 2020 - I positivi al Coronavirus nel mondo sono arrivati a 28 milioni e 808 mila casi, solo oggi il record di oltre 300mila infetti in 24 ore (Oms). Secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University, il Covid-19 è responsabile o concausa della morte di oltre 921mila persone. Gli Stati Uniti sono sempre i più colpiti dall'epidemia con 6,49 milioni casi positivi accertati gli Usa. Seconda, sulla base delle informazioni ufficiali fornite, l'India con 4,75 milioni di casi. Terzo il Brasile con 4,31 milioni e dove oggi è stata comuncata la complteta guarigione del presidente Jair Bolsonaro. In Europa le cosa non vanno meglio, con Spagna e Francia che contano migliaia di casi giornalieri, ma non sono le sole nel Vecchio Continente. Una situazione che ha spinto oggi il cancelliere austriaco Sebastian Kurz a parlare di "inizio della seconda ondata" di contagi nel Paese alpino. Kurz ha invitato tutti a rispettare le regole, propettando ulteriori strette se i positivi continuassero ad aumentare. L'Italia compare al 19esimo posto in questa graduatoria. Intanto oggi il premier Netanyahu ha annunciato tre settimane di lockdown in Israele a partire da venerdì.  

Oms: nel mondo record di casi giornalieri

Oggi stabilito il nuovo record di contagi in un solo giorno nel mondo: 307.930. Il dato è stato divulgato dall'Organizzazione mondiale della Sanità. In 24 ore il numero dei morti è cresciuto di 5.537 decessi. Non salutate con il gomito, il direttore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ricordato oggi rilanciando un tweet la raccomandazione da lui stesso fatta a marzo: evitare di salutarsi con il gomito perché non consente di osservare la distanza di sicurezza raccomandata per evitare il contagio. 

Francia

In Francia continua la corsa dell'epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 7.183 nuovi casi, in flessione rispetto i 10mila di ieri. Cresce invece il numero dei pazienti in rianimazione che nell'ultima settimana sono aumentati di 427 persone.

Germania

La Germania ha registrato 948 nuovi casi di contagio, rende noto il Robert Koch Institut. Il totale delle persone colpite è di 259.428, i decessi sono stati 9.349, 2 nelle ultime 24 ore.  

Austria 

L'Austria si trova "all'inizio della seconda ondata" di contagi da coronavirus (circa mille al giorno), queste le parole del cancelliere Sebastian Kurz, che ha invitato gli austriaci ad attenersi alle misure di prevenzione, soprattutto riducendo i contatti sociali. Da venerdì scorso è stata decisa un'estensione dell'uso delle mascherine anche in tutti i negozi e negli edifici pubblici. Kurz ha avvertito che se i contagi continueranno ad aumentare, come sta avvenendo in altri paesi Ue, saranno necessarie nuove misure. Nel Paese alpino i contagi sono a 32.696 mentre i decessi sono 754.

Israele 

Israele è atteso da un lockdown di tre settimane a partire da venerdì, con il rischio che sia esteso oltre. E' lo stesso premier Benyamin Netanyahu ad annunciarlo al termine di una seduta straordinaria del governo. "Prevediamo che durerà almeno fino alla festa di Simchat Torah", il 10 ottobre. 

Africa

Per gli studiosi il Covid-19 in Africa è un enigma, infatti l'epidemia procede lentamente, o in calo in alcuni Paesi. L'85% dei casi nel continente è concentrati in 8 Paesi (Sud Africa, Egitto, Marocco, Etiopia Nigeria, Algeria, Ghana e Kenya). Anche il tasso di letalità è più basso:  in Africa sembra essere al massimo il 2,4% , mentre nel resto del mondo è del 3,5% circa.

Brasile 

In Brasile sono stati registrati nelle ultime ore 33.523 nuovi positivi, per un totale di 4.315.687 casi di contagio da Coronavirus. Mentre i decessi sono stati 814, che porta la somma dei morti da inizio pandemia a 131.210. Dopo un lungo decorso è stato annunciato che il presidente Jair Bolsonaro, positivo dal 7 luglio scorso, è guarito completamente. I ciontagi nel Paese stanno calando dopo lungo tempo e in Brasile si assiste a un graduale ritorno delle attività, con la riapertura di negozi, ristoranti, musei e alcuni eventi pubblici con un numero limitato di persone.

Libano

Sono almeno 90 i peacekeeper dell'Onu positivi nel sud del Libano. Lo ha annunciato il portavoce dell'Unifil, Andrea Tenenti. Non è stata precisata la nazionalità dei caschi blu ma si sottolinea che 88 sono dello stesso contingente. Si tratta dei primi casi di Covid-19 tra le forze Onu in Libano. I contagiati sono stati trasferiti in una struttura dell'Unifil adibita alla cura del coronavirus. Sono circa 45 i paesi che contribuiscono alla forza di pace dell'Unifil, istituita nel 1978 per pattugliare il confine tra Libano e Israele. 

India

In India, secondo Paese per contagi, si contano altri 94.372 casi, per un totale che supera i 4,7 milioni di infezioni. Calano gli infetti giornalieri, scesi al di sotto del record di 97.570 casi delle precedenti 24 ore e sotto i 95mila casi degli ultimi tre giorni. I morti sono 78.586, di cui  1.114 decessi in un giorno.  

Russia

La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato altri 5.449 casi. Il totale è di 1.062.811 contagi. I morti oggi sono stati 94 per un totale di 18.578 decessi.

Altri Paesi

In Iran altri 2mila positivi per un totale dei contagiati ufficiali che supera quota 402mila unità. Nelle ultime 24 ore sono deceduti altri 128 pazienti, il totale dei decessi sale così a 23.157. Scendono i casi giornalieri in Algeria, che registra altri 247 nuovi casi (ieri 255), per un bilancio totale di 48.254 contagiati. I decessi sono saliti di 29 morti, per 1612 da inizio pandemia. In Repubblica Ceca c'è un nuovo record di contagi in 24 ore: 1.541 nuove infezioni. Da domani nel Paese sarà obbligatorio l'uso della mascherina e di disinfettante per le mani all'ingresso di negozi e ristoranti. I casi totali sono 13.700, e i decessi sono stati 453. In Perù altri 1.045 positivi, mentre i nuovi decessi sono 123. Da quando è cominciata l'emergenza sanitaria in Perù si sono contati 722.832 casi e 30.593 decessi. Il Perù è il quinto paese al mondo per numero di casi. Australia, più di 70 persone arrestate a Melbourne per non aver rispettato il divieto a manifestare contro le misure restrittive in atto per arginare l'epidemia di coronavirus. Circa 250 persone hanno preso parte alla protesta illegale, rispondendo ad un appello sui social media da parte di gruppi che sostengono la teoria del complotto.