Ingresso vietato in Israele ai passeggeri italiani (Dire)
Ingresso vietato in Israele ai passeggeri italiani (Dire)

Tel Aviv, 27 febbraio 2020 - Israele chiuso a chi arriva dall'Italia. Stretta di Israele nei confronti dell'Italia in seguito all'emergenza coronavirus. 56 passeggeri in viaggio dall'Italia si sono visti negare l'ingresso nel Paese: questo a seguito alle nuove disposizioni assunte oggi da Israele. Il sito Ynet riferisce che 25 erano su un volo da Bergamo: 19 cittadini italiani e gli altri stranieri. Tutti stanno rientrando in Italia con lo stesso volo. Gli ispettori dell'immigrazione hanno poi rifiutato l'ingresso a 23 passeggeri atterrati all'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv su un volo da Venezia e altri 9 su un volo da Milano. A questi vanno aggiunti altri di un volo da Roma. Secondo la stessa fonte, il volo da Bergamo era della Ryanair con direzione ad Eilat. Il secondo volo, quello da Venezia, era di EasyJet, mentre quello da Milano, come quello da Roma, sono entrambi dell'Alitalia.

I provvedimenti per chi arriva dall'Italia

Il divieto d'ingresso agli italiani per arginare l'epidemia era stato anticipato in mattinata dal ministro dell'Interno, Aryeh Deri, che ha annunciato la firma di un'ordinanza che proibisce l'arrivo di cittadini italiani o di altri cittadini stranieri con voli dall'Italia. Per i cittadini israeliani sarà possibile rientrare ma dovranno sottoporsi a 14 giorni di quarantena. La decisione è arrivata dopo che il ministero della Salute israeliano ha confermato il secondo caso di coronavirus nello Stato ebraico, un uomo tornato dall'Italia. Il paziente è stato trasferito in isolamento all'ospedale Sheba, vicino Tel Aviv.

L'ambasciata di Israele in Italia, ribadendo la fiducia nel nostro Paese ha specificato che il divieto non riguarda solo gli italiani ma tutti gli stranieri che provengano o abbiano soggorionato negli ultimi 14 giorni in Italia.

La El Al sospende i voli per l'Italia

La compagnia di bandiera israeliana El Al ha annunciato che sospenderà i voli per l'Italia a partire da domani. Lo riferisce il quotidiano israeliano Haaretz. La stessa misura riguarda anche la Thailandia. El Al ha inoltre rinviato il lancio del nuovo collegamento per Tokyo e ha prorogato al 5 maggio la sospensione dei voli per Pechino e Hong Kong.