Roma, 16 dicembre 2020 - Durante la prima ondata della pandemia di Coronavirus la Germania era stato uno dei Pesi europei a gestire meglio l'emergenza. Adesso invece l'allarme è altissimo. E oggi, primo giorno in cui scatta il lockdown duro in via delle feste natalizie di fine anno, il Paese di Angela Merkel fa i conti con il triste record di morti: sono stati infatti registrati 952 decessi nelle ultime 24 ore, un nuovo picco. A riportarlo è il Robert Koch Institut. I nuovi contagi sono stati 27.728, è stato ancora reso noto dalle autorità: il bilancio non cita però alcun dato relativo al Land della Sassonia.

La paura che l'epidemia finisca fuori controllo ha spinto Angela Merkel e i 16 governatori degli Stati ad annunciare una dura chiusura fino al 10 gennaio. Negozi e scuole, così, rimarranno chiusi da questa mattina, una misura di inasprimento delle restrizioni prenatalizia dopo quelle imposte a novembre a bar e ristoranti. I ministri della Salute degli stessi Lader tedeschi si sono accordati per iniziare la campagna di vaccinazione contro il Covid il 27 dicembre. Lo rivela Bild.

Bollettino Covid Italia del 16 dicembre

Germania, il mini lockdown ha fallito

Nel mondo 70 milioni di casi

La scorsa settimana il numero di nuovi casi di Covid-19 e di decessi ha continuato ad aumentare "con 70 milioni di infettati e 1,6 milioni di morti in tutto il mondo dall'inizio della pandemia. Le regioni delle Americhe e l'Europa continuano a farsi carico del peso della pandemia, totalizzando l'85% dei nuovi casi e l'86% dei nuovi morti a livello globale". I morti sono complessivamente 1,6 milioni. Lo riferisce l'Oms.

Picco in Olanda

Forte impennata dei contagi in Olanda, che registra 11.214 nuovi casi nelle ultime 24 ore, il 68% in più del bollettino di ieri (6.682). Il dato fa salire la media degli ultimi sette giorni a 9.026 contagi giornalieri, riferisce il sito Nl Times.

Londra torna in lockdown

Se Berlino piange, Londra non ride e tornerà a un lockdown rigoroso questa settimana, dopo che i casi sono aumentati vertiginosamente nella capitale britannica: lo ha annunciato il segretario alla Sanità del Regno Unito, Matt Hancock, che ha detto che Londra sarà spostata dalle restrizioni locali di "alta allerta" di livello 2 a quelle di "allerta molto alta" al livello 3, a partire da questa mattina alle 12, insieme alle aree vicine nel Sud e nell'Ovest dell'Essex e nel sud dell'Hertfordshire. Quindi tutti i pub, caffè e ristoranti chiuderanno e potranno servire solo cibo da asporto e consegna a domicilio. I cittadini dovranno inoltre evitare di viaggiare al di fuori della propria area e ridurre il numero di viaggi, ove possibile.

 Il Natale "è un momento dell'anno d'immensa importanza spirituale ed emotiva", ma in questo 2020 la gente deve "esercitare una cautela estrema" nei contatti con gli altri. Lo ha ribadito il premier britannico Boris Johnson in un briefing a Downing Street di aggiornamento sull'emergenza Covid. "Non vogliamo bandire il Natale perché sarebbe inumano", e perché "non si possono imporre troppe costrizioni" alle persone.

Johnson ha poi ripetuto che la minaccia del coronavirus è ancora presente nel Paese, come altrove, pur sottolineando i progressi della campagna di vaccinazioni anti Covid avviata dal Regno in anticipo su tutti gli altri Paesi occidentali e aggiungendo di non avere "alcun dubbio" sul fatto che gradualmente si stia "vincendo la battaglia".

Oms Europa: "Mascherine anche in casa"

L'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) raccomanda di indossare la mascherina durante le riunioni familiari di Natale e le festività di fine anno in Europa. Data l'evoluzione della pandemia di Covid-19 in Europa, "c'è un alto rischio di una nuova recrudescenza nelle prime settimane e nei primi mesi del 2021", ha indicato l'ufficio europeo dell'Oms in un comunicato dove raccomanda di "indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale" durante il cenone di San Silvestro.

"Può sembrare imbarazzante indossare una mascherina e mantenere la distanza in presenza di amici e familiari, ma fa molto per garantire che tutti rimangano sani e salvi", ha spiegato l'agenzia dell'Onu. Quando possibile, le riunioni dovrebbero svolgersi all'aperto. Se sono al chiuso, è importante contenere il numero di ospiti e ventilare bene gli ambienti per limitare i rischi, raccomanda sempre l'Oms

Usa, record di ricoveri

image

Negli Stati Uniti è record di ricoveri. Secondo il Covid Tracking Project, citato dalla Cnn, ieri 112.816 persone sono state ricoverate in ospedale. Si tratta del 14mo giorno consecutivo in cui si registrano oltre 100mila ricoveri. I casi complessivi di contagio sono stati finora 16.716.777, secondo gli ultimi dati riportati dal Coronavirus Resource Center della Johns Hopkins University. I decessi sono stati 303.773. Nelle ultime 24 ore gli Usa hanno registrato 3.019 morti, il terzo record di vittime dall'inizio della pandemia.

C'è anche una notizia positiva. La signora Tillie Dybing, del Minnesota, ha sconfitto il coronavirus a 107 anni. Lo hanno annunciato i responsabili della casa di riposo Ecumen Detroit Lakes, dove la donna vive dal 2015, secondo quanto riporta l'emittente 'Kare', affiliata alla 'Cnn'.

image

Russia, altri 26mila casi

Sono 26.509 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore: 5.028 casi sono stati accertati a Mosca, 3.758 a San Pietroburgo e 1.477 nella regione di Mosca. Le persone morte sono 596 nel corso dell'ultima giornata.