Coronavirus (Ansa)
Coronavirus (Ansa)

Roma, 10 ottobre 2020 - Il Coronavirus continua la sua corsa. I casi di covid hanno superato i 37 milioni a livello globale, stando al conteggio del Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopkins University. Ad oggi, si registrano infatti 37.019.38 casi al mondo, con 1.069.953 decessi. E l'Europa registra oltre 100mila casi per la prima volta dall'inizio della pandemia. Un dato drammatico, riportato dall'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) sul proprio sito. Secondo l'Oms, nella giornata di venerdì i casi sono stati 109.749, circa l'11% in più rispetto ai 98.904 segnati il giorno precedente. Nel complesso, secondo l'Oms il bilancio complessivo dei contagi in Europa è a quota 6.676.012. Nel mondo, nel frattempo, è nuovo record di casi giornalieri di casi giornalieri: nelle ultime 24 ore i contagi sono stati oltre 350mila, il livello più alto dall'inizio della pandemia.

Coronavirus Italia, il bollettino del 10 ottobre

Francia, 26.896 casi

Esplode il numero dei casi di positività in Francia, con un aumento in sole 24 ore di 26.896 casi, come ha informato Santé Publique. Il tasso di positività che solo due giorni fa era al 9,1%, schizza all'11%. Il numero dei decessi da ieri aumenta di 54, per un totale di 32.684. Continua a preoccupare la situazione anche in Francia, dove, a partire da oggi, sabato, le città di Lione, Lille, Grenoble e Saint-Etienne andranno al massimo livello di allerta per contenere la diffusione della pandemia di Coronavirus: lo ha annunciato il ministro della Salute Olivier Véran. Parigi e Marsiglia sono state messe in stato di massima allerta in precedenza, il che ha portato alla chiusura dei bar in quelle città. Véran ha detto che anche la situazione a Tolosa e Montpellier è preoccupante e che anche quelle città potrebbero essere portate al livello massimo di allarme Covid-19 già dall'inizio della prossima settimana.

Covid in Europa

La fiamma del Coronavirus non si spegne e continuano ad aumentare i contagi in diversi paesi. In Germania i nuovi dati dell'Istituto Robert Koch parlano di 4.721 nuovi casi e di altri 15 decessi. Il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria sale così a 319.381, con 9.604 decessi e circa 273.500 persone guarite. E' il terzo giorno consecutivo che la Germania registra oltre 4.000 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore: ieri i dati parlavano di 4.516 risultati positivi dei test effettuati, mentre giovedì erano stati 4.058.

Il Regno Unito ha registrato 15.166 nuovi casi. I dati ufficiali diffusi oggi indicano anche 81 nuovi decessi, per un totale di 57.347 vittime e 590.844 casi. I malati affetti da Covid ricoverati sono 3.837, 442 dei quali in terapia intensiva collegati a un respiratore.

I Paesi Bassi hanno fatto segnare il record nazionale per nuovi contagi, con 6.504 casi in 24 ore, superando anche per la prima volta la soglia dei 6.000. Ieri l'Istituto Nazionale per la Salute Pubblica e l'Ambiente (Rivm) dell'Aja aveva infatti segnato 5.979 casi positivi ai test, portando il totale dell'ultima settimana a circa 36.000, per un totale di circa 168.000 contagiati dall'inizio dell'epidemia di Covid-19. La zona più colpita è quella di Rotterdam-Rijnmond. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 24, per un totale di circa 6.600.

image

"Chiudere tutto non serve e fa pure male". Il farmacologo: facciamo come la Svezia

Sull'impennata dei dati è intervenuto in un post su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Anche in Italia negli ultimi giorni stiamo registrando un aumento consistente dei contagi, ma al momento stiamo contenendo il virus - scrive -. Per farlo i cittadini devono continuare a collaborare e a rispettare tutte le norme anti Covid". Perché, continua Di Maio, "se le terapie intensive dovessero andare nuovamente sotto stress si creerebbe un grosso problema per il Paese, soprattutto al sud".  "Ovviamente - prosegue il ministro - per superare questa fase serve l'aiuto di tutti, in primis dell'Europa visto che siamo davanti a un problema che non riguarda solo l'Italia. Ieri il presidente Mattarella è stato molto chiaro, l'Ue deve superare qualsiasi tipo di rallentamento".  Quindi, sottolinea, "servono il prima possibile i 209 miliardi del Recovery Fund. Non c'è altro tempo da perdere". "Rimaniamo uniti, forza!", conclude il post. 

I dati Paese per Paese

Ecco la lista dei contagi nei Paesi europei (in ordine alfabetico) con l'aggiunta della Gran Bretagna
Austria: 1.131.
Belgio: 5.385
Bulgaria: 612
Cipro: 33
Croazia: 457
Danimarca: 482
Estonia: 49
Finlandia: 235
Francia: 20.730
Germania: 4.554
Grecia: 391
Irlanda: 617
Italia: 5372
Lettonia: 137
Lussemburgo: 0
Malta: 75
Paesi Bassi: 6.016
Polonia: 4.739
Portogallo: 1.394
Repubblica Ceca: 8.617
Romania: 3.186
Slovacchia: 1.184
Slovenia: 365
Spagna: 12.788
Svezia: 919
Ungheria: 1.176
Regno Unito: 13.864


























Russia

La Russia nelle ultime 24 ore sono stati confermati altri 12.846 casi di Covid-19, l'aumento più importante dall'inizio della pandemia. La capitale Mosca si conferma l'epicentro dell'epidemia con 4.105 nuovi casi nuovi casi, seguita a distanza da San Pietroburgo con 501 nuovi contagi. Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 197 persone a causa del nuovo Coronavirus, dall'inizio della pandemia 22.454, secondo i dati ufficiali.

Stati Uniti

Ma anche dall'altra parte del mondo il Covid continua a correre. E gli Stati Uniti hanno registrato oltre 57mila casi nelle ultime 24 ore: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l'università americana ieri i nuovi contagi nel Paese sono stati 57.420. Allo stesso tempo, sono stati segnalati 990 ulteriori decessi. Attualmente, secondo la Johns Hopkins, gli Usa registrano 7.664.676 casi, inclusi 213.787 morti.

Nonostante i contagi, la Casa Bianca ha bloccato a settembre un ordine dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (l'agenzia federale incaricata negli Usa di vegliare sulla sanità pubblica) che prevedeva l'obbligo di indossare la mascherina su tutti i trasporti pubblici degli Stati Uniti, aerei, di terra e marittimi, comprese le stazioni. Secondo il New York Times, che cita fonti, la task force governativa per il Coronavirus non ha voluto neppure discutere questa opzione e ha fermato una bozza che prevedeva l'obbligo della mascherina. 

La strategia per evitare un altro lockdown. Chiusure selettive e limiti agli spostamenti

America Latina

In America Latina e Caraibi, invece, i casi di Coronavirus hanno superato la soglia dei 10 milioni: è quanto emerge da un conteggio dell'agenzia di stampa Afp. Secondo l'agenzia il totale dei contagi in questa regione è ad oggi di 10.001.833, inclusi 366.637 decessi. Oltre la metà delle infezioni si registra in Brasile (5.055.888), che conta 149.639 morti.

Immuni e i suoi fratelli, top e flop delle app anti Covid in Europa