Medical staff work in the Covid-19 isolation ward at Israel's Barzilai Medical Centre in the southern city of Ashkelon on September 22, 2020. - Israel has registered more than 172,000 coronavirus cases with 1,163 deaths, out of a population of nine million. (Photo by GIL COHEN-MAGEN / AFP)
Medical staff work in the Covid-19 isolation ward at Israel's Barzilai Medical Centre in the southern city of Ashkelon on September 22, 2020. - Israel has registered more than 172,000 coronavirus cases with 1,163 deaths, out of a population of nine million. (Photo by GIL COHEN-MAGEN / AFP)

Roma, 24 settembre 2020 -  Superata quota 32 milioni i contagi accertati nel mondo dall'inizio della pandemia da Covid-19. Secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University, i casi positivi di Covid-19 sono stati finora 32.048.333, con 979.454 morti a livello globale. Il Paese più colpito sono gli Stati Uniti, con 6.934.205 e 201.909 decessi.

In Europa resta altissima la tensione in Francia, dove oggi è stato registrato un nuovo record con 16.069 casi. Superano per la prima volta quota 1.000, dopo la prima ondata del coronavirus, le rianimazioni, che ospitano ormai 1.048 pazienti (46 in più di ieri). È aumentato di 52, da ieri, il numero delle vittime, che sono adesso in totale 31.511. Le nuove misure anti-coronavirus messe in atto ieri dal governo francese stanno generando polemiche. Questa mattina il vicesindaco di Marsiglia, Benoit Payan, ha dichiarato che le nuove norme restrittive rappresentano "affronto", perché approvate "senza concertazione" da parte dell'attuale amministrazione di Emmanuel Macron e ha chiesto una proroga di 10 giorni prima di mettere in esecuzione il nuovo giro di vite. Il premier francese Jean Castex non esclude il ricorso a un nuovo lockdown se la situazione transalpina dovesse aggravarsi. A France 2 il premier ha dichiarato: "Dobbiamo essere attenti e prudenti. Se non interveniamo, potremmo ritrovarci in una situazione simile a quella di marzo. Questo potrebbe significare un nuovo lockdown, se la situazione peggiorasse, e bisogna evitarlo". Castex ha anche chiarito che al Roland Garros saranno ammesse solo mille persone: "Non c'è motivo per cui non applichiamo le stesse regole ovunque", ha affermato. L'Open di Francia di Tennis del 2020 non si è svolto in primavera: sarà dal 27 settembre all'11 ottobre.  

Bollettino Coronavirus Italia, i dati Covid del 24 settembre

image

Regno Unito: oltre 6.600 contagi

Anche nel Regno Unito stabilito un nuovo rercord di casi positivi in 24 ore: altri 6.634 contagi contro i 6.178 di ieri, mai così fin da maggio. Aumentano anche i decessi: sono 40 contro i 37 di ieri. Il totale dei morti da inizio pandemia è di 42.000.

Spagna ancora sopra quota 10mila

La Spagna ha superato la soglia dei 700.000 casi confermati dall'inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 10.653 nuovi contagi, che hanno portato il totale a 704.209. Altre 84 persone sono morte nelle ultime 24 ore, per complessivi 31.118 decessi.

Israele, 6.808 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore Israele ha registrato 6.808 nuovi contagi: è il secondo giorno consecutivo che le infezioni si attestano a quasi 7mila su 52.839 tamponi con un tasso di morbilità pari al 12.9%. Per mettere un freno alla pandemia il governo ha deciso un rafforzamento dell'attuale lockdown con ulteriori restrizioni. Il premier Bejamin Netanyahu ha denunciato che l'aumento dei contagi sta spingendo il Paese "sull'orlo dell'abisso".  Stabilito un confinamento praticamente totale: poche attività saranno autorizzate ad aprire da domani e fino al 10 ottobre. Le riunioni religiose e di preghiera saranno limitate a 20 persone e in luoghi al massimo a un chilometro dalla propria abitazione. Le sinagoghe apriranno soltanto per lo Yom Kippur. Il governo deve ancora decidere se chiudere o meno l'aeroporto Ben Gurion. Il Weitzman Institute, uno dei più autorevoli del Paese e al mondo, ha calcolato che se nella prima ondata - quella di marzo scorso - i contagi sono stati circa 16mila, in questa seconda negli ultimi 4 giorni sono stati 17mila.

Finlandia, cani anti covid all'aeroporto di Helsinki. Fiutano il virus in dieci secondi

Stati Uniti, altri 1.098 morti

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri 37.330 casi di e 1.098 morti provocati dal virus: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi nel Paese a quota 6.934.205 e quello dei decessi a quota 201.909. Il vaccino contro il Coronavirus negli Usa sarà pronto "entro la fine dell'anno, forse un po' prima", il presidente Donald Trump durante un intervento sulla sanità a Charlotte rilancia la sua sfida. Trump ha presentato il suo piano per la Sanità all'insegna dell'America First. Il presidente ha annunciato la firma di un ordine esecutivo per mettere in pratica la sua "visione" per la sanità, promettendo di tutelare le persone con condizioni preesitenti come previsto dall'Obamacare che lui vuole smantellare. Il motto del nuovo piano, ha detto, "è più scelta". Ma la questione è ormai in preda alla campagna elettorale, così oggi il governatore dello Stato di New York, il dem Andrew Cuomo, ha annunciato che la sua amministrazione condurrà in autonomia gli esami di valutazione di qualsiasi vaccino per il Covid approvato dal governo federale, proprio perchè la Sanità è stata ormai "troppo politicizzata". Cuomo ha dichiarato: "Francamente, non mi fido del governo federale", riferendosi alla corsa che Trump sta facendo per arrivare a un vaccino prima delle presidenziali. Negli Usa le autorità statali non hanno un ruolo nel piano di approvazione di un possibile vaccino, ma devono contribuire al piano per la distribuzione nello Stato, quindi scrive il New York Times, Cuomo potrebbe ritardare la distribuzione del vaccino, se lo considera non sicuro.

Russia, pandemia in espansione 

Continua la risalita dei contagi in Russia. Nelle ultime 24 ore sono stati infatti registrati 6.595 casi, per un totale di 1.128.836. E' il dato più alto dal 12 luglio scorso. I morti sono stati 149, per un totale di 19.948. A Mosca, epicentro della prima ondata, si sono superati i 1.000 contagi.

Germania, nuovi casi sono 2.143

Torna a salire il numero dei contagi in Germania. I nuovi dati dell'Istituto Robert Koch parlano di 2.143 nuovi casi e altri 19 decessi, a fronte dei 1.769 contagi e dei 13 morti segnalati ieri. In totale nel Paese si registrano 278.070 casi e 9.428 vittime dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Sono invece circa 246.900 le persone guarite.

image