Turisti passeggiano nella città di Candelaria, sull'isola di Tenerife (Ansa)
Turisti passeggiano nella città di Candelaria, sull'isola di Tenerife (Ansa)

Roma, 14 agosto 2020 - Nel giorno in cui nel mondo sono più di 755mila (755.612) i morti causati dalla pandemia di Coronavirus e i contagiati sono 20.907.410 secondo il bollettino della Johns Hopkins University, una vero caso diplolmatico scuote Gran Bretagna e Francia.

Von der Leyen: "Ue, accordo per 400 milioni dosi di vaccino"

La Commissione europa ha raggiunto un accordo con la casa farmaceutica britannica AstraZeneca per l'acquisto di almeno 300 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus. L'accordo ha un'opzione per altri 100 milioni di dosi in caso di efficacia del vaccino.  La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, ha dichiarato in una nota che "gli intensi negoziati della Commissione europea continuano a dare risultati. L'accordo di oggi è la prima pietra miliare nell'implementazione della strategia di vaccinazione della Commissione. Questa strategia ci consentità di fornire i vaccini ai cittadini europei e ai nostri partner nel mondo".  In un tweet ha poi aggiunto: "Manteniamo le nostre promesse. La Commissione europea ha concluso un primo accordo per l'acquisto fino a 400 milioni di dosi del futuro vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca. Siamo impegnati nella salvaguardia della salute degli europei e dei nostri partner globali".

Coronavirus Italia, il bollettino del 14 agosto

Parigi contro Londra

Parigi contro Londra. La Francia ha contestato la decisione del Regno Unito di imporre, a partire da domani, la quarantena ai viaggiatori in arrivo dalla Francia, a causa dell'aumento di contagi da coroanavirus, e ha anticipato una risposta con misure reciproche. Quella del Regno Unito è una "decisione che deploriamo e che porterà a una misura di reciprocità, sperando a un ritorno alla  ormalità il più rapidamente possibile", ha twittato il segretario di Stato francese per gli Affari europei, Clément Beaune.

Spagna, discoteche chiuse

Il governo spagnolo ha deciso la chiusura delle discoteche ed altre misure restrittive, anche per gli orari dei bar, per far fronte alla seconda ondata. Lo ha annunciato il ministro della sanità Salvador Illa, come riferisce El Pais. Nel Paese, ieri erano stati registrati quasi 3.000 nuovi casi in 24 ore, tanto che il ministro aveva convocato una riunione d'urgenza con le autonomie. Il governo spagnolo ha anche disposto il divieto di fumo per strada se non può essere rispettata la distanza di 2 metri. La misura, già introdotta in Galizia e nelle Baleari, è ora estesa a tutto il paese. Illa ha poi raccomandato: limitare gli incontri ai gruppi più vicini, non superare un massimo di 10 persone e fare test frequenti in centri sociali e sanitari.

Francia, "indicatori pessimi"

"Gli indicatori sono pessimi, i segnali sono preoccupanti e la situazione si sta deteriorando. Ma non c'e' nessuna ineluttabilita'. Il destino dell'epidemia e' nelle nostre mani". E' quanto ha assicurato a Radio France Inter, Jerome Salomon, il direttore generale del ministero della Salute francese.

Germania, altro record

La Germania ha registrato altri 1.449 casi di contagio da coronavirus nelle ultime 24 ore, si tratta del dato più alto da 105 giorni, cioè da fine aprile. Il Paese conta 221.413 contagiati e 9.225  morti, secondo l'Istituto Robert Koch.

Russia oltre i 900mila casi

La Russia ha registrato altri 5.065 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, ieri erano 5.057, con un trend stabile di contagi nel Paese che ha già superato i 900mila casi.

Usa, altre 52mila infezioni

Gli Stati Uniti hanno raggiunto ieri la cifra di 5.244.238 casi confermati di Covid-19 e d 167.029 decessi, con 52.549 infezioni in piu' rispetto a mercoledi' e 1.120 nuovi decessi, secondo il conteggio indipendente della Johns Hopkins University. Il Coronavirus ha colpito anche le commemorazioni per le stragi dell' 11 settembre 2001 a New York. Per il timore di contagi, quest'anno è stato cancellato il memoriale con i fasci di luce che si stagliano sullo skyline di Manhattan, laddove sorgevano le Torri Gemelle in ricordo delle vittime degli attacchi.