New York, 12 gennaio 2018 - A dispetto dei mesi di minacce e insulti reciproci, Donald Trump definisce 'buono' il suo rapporto con il leader nordcoreano Kim Jong-un. Di più: il presidente Usa adesso sembra pronto ad aprire il dialogo con la Corea del Nord. Perché, come spiega in un'intervista con il Wall Street Journal, ha "probabilmente un ottimo rapporto con Kim Jong Un". Nel corso dei 45 minuti dell'intervista all'interno dello Studio Ovale della Casa Bianca, Trump ha detto di aver sviluppato buoni rapporti con Pyongyang, una affermazione che smentisce tutto quello che aveva detto finora sulla Corea del Nord.

Trump tuttavia non ha risposto quando il Wsj gli ha chiesto se ha avuto un colloquio diretto con Kim: "Non voglio fare commenti su questo. Non sto dicendo che lo ho avuto o non lo ho avuto (il colloquio). E' solo che non voglio commentare".

La Corea del Nord non ha alcun rapporto diplomatico formale con gli Stati Uniti e da anni continua a non rispettare le regole della comunità internazionale, facendo decine di test nucleari e missilistici, ma soprattutto minacciando gli Usa di un possibile attacco contro una delle sue città.

Trump ha anche parlato della sua agenda per i prossimi mesi: dopo l'approvazione della riforma fiscale, vuole dare il via libera al piano di rilancio delle infrastrutture che vuole finanziare con 200 miliardi di dollari. Aveva promesso il pacchetto di aiuti entro l'estate 2017.