This picture taken from North Korean TV and released by South Korean news agency Yonhap on February 7, 2016 shows North Korean leader Kim Jong-Un (C) looking at the locket launch of earth observation satellite Kwangmyong 4.  North Korea said on February 7, it had successfully put a satellite into orbit, with a rocket launch widely condemned as a ballistic missile test for a weapons delivery system to strike the US mainland. REPUBLIC OF KOREA OUT -- RESTRICTED TO SUBSCRIPTION USE  --  AFP PHOTO / North Korean TV via YONHAP 
-- NO MARKETING - NO ADVERTISING CAMPAIGNS - DISTRIBUTED AS A SERVICE TO CLIENTS
-- THIS PICTURE WAS MADE AVAILABLE BY A THIRD PARTY. AFP CAN NOT INDEPENDENTLY VERIFY THE AUTHENTICITY, LOCATION, DATE AND CONTENT OF THIS IMAGE. THIS PHOTO IS DISTRIBUTED EXACTLY AS RECEIVED BY AFP.
This picture taken from North Korean TV and released by South Korean news agency Yonhap on February 7, 2016 shows North Korean leader Kim Jong-Un (C) looking at the locket launch of earth observation satellite Kwangmyong 4. North Korea said on February 7, it had successfully put a satellite into orbit, with a rocket launch widely condemned as a ballistic missile test for a weapons delivery system to strike the US mainland. REPUBLIC OF KOREA OUT -- RESTRICTED TO SUBSCRIPTION USE -- AFP PHOTO / North Korean TV via YONHAP -- NO MARKETING - NO ADVERTISING CAMPAIGNS - DISTRIBUTED AS A SERVICE TO CLIENTS -- THIS PICTURE WAS MADE AVAILABLE BY A THIRD PARTY. AFP CAN NOT INDEPENDENTLY VERIFY THE AUTHENTICITY, LOCATION, DATE AND CONTENT OF THIS IMAGE. THIS PHOTO IS DISTRIBUTED EXACTLY AS RECEIVED BY AFP.

Tokyo, 7 febbraio 2016  - La Corea del Nord ha lanciato un missile a lungo raggio, sfidando le sanzioni internazionali. L'operazione, ufficialmente per la messa in orbita di un satellite, era presvista tra l'8 ed il 25 febbraio, ma è stata anticipata. Missile lanciato dalla Corea del Nord (AFP)La "missione è completata e il satellite è in orbita", ha annunciato la tv di stato KCTV. Fonti sudcoreane confermano ma secondo la comunità internazionale si tratta invece di un missile balistico che potrebbe anche raggiungere il suolo americano: avrebbe una capacità di 10mila chilometri. 

PRONTA RISOLUZIONE ONU - Washington ha denunciato il lancio come una "violazione degli obblighi imposti dalle risoluzioni dell'Onu". E proprio il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si è impegnato ad "adottare rapidamente una nuova risoluzione", in cantiere da diverse settimane, "che impone passi significativi in risposta a queste violazioni pericolose e gravi". La dichiarazione afferma che il lancio, presentato da Pyongyang come quello di un satellite, ha utilizzato "la tecnologia dei missili balistici" e quindi "contribuisce allo sviluppo da parte della Corea del Nord di sistemi di lancio di armi nucleari". Un "minaccia contro la pace e la sicurezza internazionale". 

Va ricordato che la Corea del Nord ha effettuato un esperimento nucleare del 6 gennaio scorso, condotto con una bomba H miniaturizzata, secondo quanto affermato da Pyongyang, affermazione che ha generato, però molti dubbi da parte degli esperti di Washington. 

LE ALTRE CONDANNE - La Russia ha definito il nuovo lancio di un razzo della Corea del Nord "un'azione che danneggia seriamente la sicurezza dei Paesi della regione e, innanzitutto, per la stessa Corea del Nord". E' quanto si legge in un comunicato del ministero degli Esteri. Condanne sono arrivate anche dalla Cina, stretto alleato della Corea del Nord, Evidentemente Pyongyang sta diventando un alleato scomodo anche per Pechino, che ha ricordato che simili azioni "violano le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu". 

ALLEATI - Il governo sudcoreano ha annunciato che avvierà negoziati con gli Usa per l'installazione dello scuso antimissile THAAD, all'indomani del nuovo lancio di un razzo della Corea del Nord. Entrambi i Paesi "rafforzeranno la difesa antimissile contro la crescente minaccia nordcoreana", ha spiegato una fonte citata dall'agenzia Yonhap. Il progetto è da tempo in discussione ma al momento è fermo, anche a causa della ferma opposizione della Cina.