Roma, 7 gennaio 2015 - Sono dieci gli attacchi terroristici più sanguinosi che hanno colpito l'Europa dal 1995.  

24 maggio 2014: in un attentato al museo ebraico di Bruxelles, in Belgio, muoiono 4 persone, tra cui 2 turisti israeliani. La polizia francese arresta 6 giorni dopo a Marsiglia il 29enne franco-algerino Mehdi Nemmouche.  

22 maggio 2013: il soldato britannico Lee Rigby, 25 anni, viene massacrato da due uomini nei pressi di una caserma a sudest di Londra. I killer, prima di essere feriti dalla polizia e arrestati, urlano "Allah Akbar" (Dio è grande).  

18 luglio 2012: esplode un ordigno su un bus all'aeroporto di Burgas, città della Bulgaria sul Mar Nero. Muoiono 5 turisti israeliani e l'attentatore.

11-19 marzo 2012: il 23enne Mohamed Merah uccide 3 soldati francesi a Tolosa e Montauban, nel sud della Francia, poi 3 studenti e un insegnante in una scuola ebraica. Merah viene ucciso della polizia il 22 marzo in una sparatoria.  
22 luglio 2011: strage sull'isola norvegese di Utoya a opera dell'estremista di destra Anders Behring Breivik. Prima di uccidere 69 giovani che partecipavano a un campo estivo del partito laburista, Breivik fa esplodere una bomba vicino agli uffici governativi di Oslo uccidendo 8 persone.  

7 luglio 2005: quattro kamikaze si fanno esplodere su 3 treni e un bus a Londra provocando 56 morti e 700 feriti. 

11 marzo 2004: bombe esplodono su 4 treni a Madrid provocando 191 morti e quasi 2.000 feriti. Si tratta del più grave attentato in Europa dall'esplosione dell'aereo della Pan Am nei cieli di Lockerbie nel 1998, nella quale morirono 270 persone.  

11 ottobre 2002: un ordigno esplode in un centro commerciale di Vantaa, vicino Helsinki, uccidendo 6 persone e l'attentatore, uno studente di 19 anni. Oltre 80 i feriti. 

15 agosto 1998: autobomba a Omagh, nell'Ulster, uccide 29 persone e ne ferisce 220. L'attacco è rivendicato da un gruppo vicino all'Ira.  

25 gennaio 1995: l'esplosione di una bomba collocata su una metro alla stazione di Saint Michel a Parigi uccide 8 persone. L'attentato viene attribuito agli estremisti algerini.