Il Tan Hill Inn con la bufera, la porta, e dopo la bufera
Il Tan Hill Inn con la bufera, la porta, e dopo la bufera

Londra, 29 novembre 2021 - In Inghilterra 61 persone sono rimaste bloccate per oltre due giorni da una tempesta di neve, ma il fatto di trovarsi 'intrappolati' in un pub ben fornito di pinte di birra e arrosti fumanti ha reso la sosta forzata di tre notti meno drammatica, come gli stessi hanno ammesso. Tutto è iniziato venerdì sera, quando al Tan Hill Inn suonavano i Noasis, una cover band degli Oasis. Ma, come sottolinea la Bbc che ha raccontato per prima la storia, gli organizzatori del concerto, il più alto d'Inghilterra (528 metri sul livello del mare) nel parco nazionale del Dales nello Yorkshire, non avevano fatto i conti con la bufera Arwen. 

Già prima del concerto le condizioni meteo erano pessime, e la tempesta aveva già causato la caduta di alberi e disagi ai trasporti. Ma mentre i clienti si godevano brani come "Don't Look Back In Anger", "Wonderwall" e "Supersonic", fuori la bufera montava. Alla fine quando i primi hanno deciso di prendere una boccata d'aria hanno trovato la porta del pub bloccata da oltre un metro di neve.

Dopo il primo momento di smarrimento, nel constatare che non sarebbero rientrati a casa, clienti e gestori si sono attrezzati con letti di fortuna. Il blocco è continuato anche sabato, ma è stato diluito dalle birre cantando canzoni dei due fratelli Gallagher, Noel e Liam. 

Domenica sera tardi fortunatamente, anche perchè l'alcol stava finendo, sono arrivati i soccorsi che hanno trasportato al sicuro tutti i clienti, i gestori e la band, ormai ribattezzata sui social i "Snowasis". Certo, costretti nel locale in 61 non è stato semplice, ma come ha raccontato Nicola Townsend, gestore del pub, alcuni hanno fatto amicizia, e hanno deciso di incontrarsi una volta all'anno per ricordare questa due giorni di musica, birra e neve.