Le proteste a Portland (Ansa)
Le proteste a Portland (Ansa)

Austin (Texas), 26 luglio 2020 - Ancora tensione negli Stati Uniti, ancora proteste contri il razzismo, ancora morti. L'eèisodio più grave è accaduto ieri sera ad Austin in Texas dove un uomo è morto durante le proteste di Black Lives Matter. Lo riferisce la polizia locale che, in un punto stampa nella notte, diffuso sui social, ha spiegato che la vittima sarebbe stata ferita a colpi d'arma da fuoco da un automobilista, dopo essersi avvicinato al veicolo armato a sua volta di un fucile. L'uomo è morto poco dopo in ospedale.

Arresti a Seattle

Serata di grande rensione anche a Seattle. E' di almeno 45 arresti e 21 agenti di polizia feriti il bilancio degli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Seattle, uno degli epicentri dell'ondata di proteste di ieri sera in diverse città Usa dove si continua a scendere in strada contro il razzismo e l'uso eccessivo della forza da parte della polizia. I manifestanti protestano anche contro il dispiegamento degli agenti federali voluto dal presidente Trump a Portland, altra zona calda del movimento di protesta.

A Seattle, per placare i manifestanti che avevano iniziato a distruggere le vetrine dei negozi, la polizia ha usato spray urticante e granate stordenti, a quanto riporta il New York Times. Altre proteste e tensioni si sono registrare a Los Angeles, Portland oltre che asd Austin.