Bill Cosby scarcerato (Ansa)
Bill Cosby scarcerato (Ansa)

Washington (Usa), 30 giugno 2021 - Bill Cosby esce di prigione dopo oltre 2 anni. La Corte Suprema della Pennsylvania ha ribaltato la condanna per stupro del 2018 contro il popolare attore di 83enne. Ne ha dato notizia la stampa americana mercoledì 30 giugno spiegando che ci sarebbe stato un cavillo procedurale che ha portato a raggiungere un accordo con la pubblica accusa. 

Cosby ha già scontato più di due anni in una prigione di stato vicino a Filadelfia per una condanna fino a 10 anni di reclusione per violenza sessuale.  E lo stesso attore si era detto pronto a scontare tutti i 10 anni piuttosto che riconoscere il proprio rimorso verso la sua principale accusatrice, Andrea Constand.

L'83enne attore, conosciuto dal grande pubblico come il "Papà d'America" e in Italia per la serie Tv "I Robinson", è stato condannato nel 2018 con l'accusa di aver drogato e molestato una donna nella propria abitazione, mentre negli ultimi anni sono state più di cinquanta le donne che hanno denunciato di aver subito da lui stupri e abusi sessuali a partire dagli anni '60.

Molte delle vittime raccontarono di essere state violentate dopo che l'attore e regista le aveva narcotizzate. Tre anni fa, dopo un primo processo concluso in un nulla di fatto, era arrivata la condanna, con una pena che va da 3 a 10 anni. Lui non si era pentito, sostenendo invece di essere pronto a scontare tutta la pena in prigione. La scarcerazione odierna non arriva perché Cosby non è stato ritenuto colpevole, ma per una questione tecnica.

La Corte Suprema della Pennsylvania ha scoperto che l'ex attore aveva ottenuto da un procuratore la garanzia a non essere incriminato per le presunte molestie nei confronti dell'ex giocatrice di basket della nazionale canadese Andrea Constand, che nel 2005 diventò la principale accusatrice.